Provocazione in forma d’apologo 276

Che il piccolo condominio dove sono venuto ad abitare avesse qualcosa di strano l’ho capito un paio di giorni dopo il trasloco, quando, nell’- e dall’appartamento che sul campanello recava scritto “Don Franco R…”, ho visto entrare e uscire più volte una bella giovane dall’abbigliamento disinvolto che ogni volta scambiava con un uomo la cui voce proveniva dall’interno battute dal contenuto decisamente intimo.
Continua a leggere

Vivalascuola. La “Buona Scuola” di Renzi e gli insegnanti: felice il popolo che non ha bisogno di eroi

“Gli insegnanti oggi sono degli eroi” (Matteo Renzi, 20, 5, 2014)

“Ridare dignità al lavoro dell’insegnante”, “rivalutare gli insegnanti” , “rimettere al centro gli insegnanti”, “valorizzare il lavoro dei docenti”… Apprezzamenti da fuochi d’artificio (“Gli insegnanti sono degli eroi”) che nascondono un profilo lavorativo scarsamente considerato dal punto di vista economico. Queste belle espressioni, prese in prestito da qualche libro di pedagogia, diventano, se rapportate al nostro contesto lavorativo, una presa per i fondelli e quindi irritanti (vedi qui). Chi ci governa chiama “eroi” gli insegnanti per poter continuare a chiedere loro atti di eroismo: avere per 10 anni lo stesso stipendio, non avere scatti stipendiali legati all’anzianità, accettare come “premio” una diminuzione della retribuzione, lavorare in scuole non sicure, insegnare in classi pollaio, fare esami di Stato gratis… Del “Buon Insegnante” di Matteo Renzi parlano in questa puntata di vivalascuola Lucio Ficara e Donata Miniati. Sullo sfondo, l’insegnante com’è adesso, visto attraverso recenti inchieste. Continua a leggere

A tu per tu con “Giovane giovane giovane” di Guido Michelone

Michelone con Giovane
Interviste di Roberta Invernizzi, Fabio Ponzana, Francesco Brugnetta

Guido Michelone inizia in questi giorni le presentazioni in tutt’Italia di Giovane, giovane, giovane, il nuovo romanzo che racconta di un misterioso programma in cui tredici ospiti rivelano la loro vita, pubblica e privata, partendo dalla canzone che più hanno amato. Un mix di suspence e ironia per la quarta opera narrativa dell’autore vercellese (famoso soprattutto per l’opera saggistica in ambito musicale e filmico) dopo Cinquanta. Secondo Novecento, A Charlie Chan piace il jazz, Faber romanzo di vita, Parigi a Vercelli. Ne parla a fondo l’Autore, contattato di volta in volta da tre colleghi per questa tripla intervista in esclusiva per La Poesia e lo Spirito. Continua a leggere

Poesia Carnosa, il 7 novembre a Roma

Sara Davidovic di Max Ponte

Va in onda il 7 novembre a Roma il mini-festival Poesia Carnosa. L’innovativo evento è nato nel 2010 al quartiere Pigneto grazie alla poetessa di origine albanese Jonida Prifti e il musicista Stefano Di Trapani, il duo di poesia sonora è noto come Acchiappashpirt. Spazio ai rumori, come rumoristi furono i futuristi. E le esperienze di avanguardie e neovanguardie si ritrovano in un’occasione che vuole mettere assieme suggestioni poetiche e musicali inconsuete. Ho partecipato a questo festival come poeta nel 2011 e ne serbo un ricordo intenso fra le vie di una Roma pasoliniana che ha lasciato spazio ai volti dei bangladesi e a locali in cui gli artisti possono trovar casa. Appuntamento quindi per POESIA CARNOSA il 7 novembre alle ore 21 presso 30 FORMICHE in via Del Mandrione 3 a Roma. A seguire la presentazione da parte dei curatori. Continua a leggere