Il 22 marzo…

Il 22 marzo 1941 è nato Bruno Ganz a Zurigo. Ne sono felice, perché cinquant’anni fa nascevo anch’io lo stesso giorno.
Bruno, di padre svizzero e madre italiana, ha debuttato come attore cinematografico nel 1960 nel film Der Herr mit der schwarzen Melone, grazie al quale venne notato dall’attore Gustav Knuth che ne apprezzò subito il talento. Però il successo per lui è arrivato solo nel 1987, con Il cielo sopra Berlino, film stupendo di Wim Wenders. La sua partecipazione a Pane e Tulipani gli è valsa il David di Donatello 2000 come miglior attore protagonista. Ganz è uno dei più apprezzati attori viventi di lingua tedesca, si è segnalato anche come interprete teatrale, in particolare nel Prometeo incatenato di Eschilo e in alcune opere di Bertolt Brecht. Nel 2004 ha interpretato mirabilmente il ruolo di Adolf Hitler nel film La caduta – Der Untergang, diretto da Oliver Hirschbiegel. Oggi Bruno vive tra Zurigo, Berlino e Venezia, dove spesso lo si può incontrare all’Harry’s Bar. Film importanti a cui ha partecipato: La marchesa von 0… (1976) di Eric Rohmer, L’amico americano (1977) di Wim Wenders, I ragazzi venuti dal Brasile (1978) di Franklin Schaffner, Nosferatu, principe della notte (1979) di Werner Herzog, Il cielo sopra Berlino (1987) di Wim Wenders, La domenica specialmente (1991) di Giuseppe Bertolucci, Così lontano, così vicino (1993) di Wim Wenders, L’eternità e un giorno (1998) di Theo Angelopoulos, Pane e Tulipani (2000) di Silvio Soldini, La forza del passato (2002) di Piergiorgio Gay, Luther (2003) di Eric Till, La Caduta – Gli ultimi giorni di Hitler (2004) di Oliver Hirschbiegel.
Auguri a Bruno.

30 pensieri su “Il 22 marzo…

  1. Grandissimo Bruno ma anche grande annata il 57, Gian Ruggero: qust’anno facciamo mezzo secolo. C’è anche Avoledo e, modestamente, pure io.

    Mi piace

  2. Auguri a Bruno, Gian Ruggero, Valter per questo giorno che…
    “distinguiamo dagli altri
    come
    se fosse
    un cavallino
    diverso da tutti
    i cavalli…”
    (Neruda)

    Mi piace

  3. auguri ai cinquantenni: si auspica almeno un altro 50% cronologico (“carichi di anni e di sapienza…”).

    Mi piace

  4. Un abbraccio e un augurio: chi ci è già passato sa che non si tratta di un varco da poco, oggi non sentirai soltanto il botto dei tappi di spumante…
    Roberto

    Mi piace

  5. Dopo Alda Merini un altro grande folle genio compie gli anni: Gian Ruggero Manzoni. Auguri di cuore, amico mio.

    Vorrei ricordare un altro titano del Novecento: Carlo Emilio Gadda. Il suo incredibile “pasticciaccio” letterario nasceva con te, Gian Ruggero.

    Pasquale

    Mi piace

  6. Augurissimi a Gian Ruggero il Guerriero (piaciuta la rima?) del segno di guerrieri dell’Ariete, ma anche di artisti totali (Bach, Van Gogh – poi c’è anche Irene Pivetti, ma è un errore)
    Un abbraccio Gian Ruggero!
    🙂

    Mi piace

  7. Bruno Ganz è un attore che mi piace molto e molto mi piacciono i registi con cui ha lavorato. Un augurio di tutto cuore a Gian Ruggero! Mi piace pensare che tu sia nel mezzo del cammin di tua vita ma che la selva oscura sia invece una luminosa radura… Lucianna

    Mi piace

  8. Il cielo sopra Berlino è un film rimastomi nel cuore. Come dimenticare il volto di Ganz e la sua splendida interpretazione? Grazie.

    Cari auguri di compleanno anche a te.
    (Io i miei 49 li ho compiuti il 20, ultimo giorno dell’inverno…:-)

    Giovanni

    Mi piace

  9. Il secondo giorno di primavera è quasi importante come il primo, questo anche al fatto che ricorre il compleanno di Gian Ruggero il “Guerriero”. Auguri di cuore (anche a Bruno Ganz e agli altri “arieti”).

    Mi piace

  10. 50 e non li dimostra! ciao Gianrugg, 100 di questi giorni a ruggire nella savana delle patrie lettere! (E auguri ideali a Bruno Ganz, attore straordinario, tedesco/italiano come Mario Adorf e, modestamente, il sottoscritto).

    Mi piace

  11. Auguri grandi a GianRuggero! Un altro ariete ostinato ad aprire le zolle, preparando il mese più crudele (oddio perdonate il minestrone che ho fatto tra oroscopo – è colpa di mia nonna e Paolo Fox -, Merini ed Eliot).

    Il cielo sopra Berlino è un film meraviglioso, c’è pure Nick Cave. Ad essere mortali, si ha l’occasione di vedere meglio le cose, una per una.

    Franz, non sapevo facessi l’attore. Mi riguarderò con attenzione Il commissario Lo Gatto, per vedere se ti trovo.

    Mi piace

  12. Franziska, sai che la figlia di mio cugino (8 anni) è una fan di Pippi Calzelunghe e mi ha detto che ti ha trovato nel cast?

    Mi piace

  13. ha ragione. ma non proprio nel cast. sono il deus ex-machina, la mente superiora, la vera ispiratrice di Astrid Lindgren.

    Il come abbia fatto è un dettaglio senza importanza.

    Codesta bambina è un genio, si vede che c’era un gene recessivo…

    Mi piace

  14. Auguri Gian Ruggero!E’ bello nascere di primavera?
    Sembra di sì. Tu avrai continuato quel che la Merini dice di sé: che nascere a marzo fa aprire le zolle..
    Auguri ritardati anche a Giovanni Nuscis!
    A Fabrizio grazie per l’augurio, di duplicare il ns. tempo, …ma chi ci sopporterebbe, poi?

    P.S. Di Ganz penso sia uno degli attori più versatili e straordinari abbiano circolato, negli ultimi decenni:
    pensavo in particolare,oltre ai ruoli pseudo truci, alla “Marchesa von O”. .
    Maria Pia Q.

    Mi piace

  15. Brun Ganz è un grande attore!Gian Ruggero TANTISSIMI AUGURI di compleanno, splendido omaggio questo post. Lo apprezzo molto Ganz.
    Un abbraccio

    Mi piace

  16. I saw his film ” the last 10 hours of the 3rd Reich”, oustanding acting and movie itself, Bruno was the center of attention while all the supporting characters were quite supportive. Good movie to watch.

    Mi piace

  17. Ottimo attore, ottima l’idea di aprire al cinema ogni tanto, auguri a Bruno Ganz (diemnticavo: ottimo GianRuggero :-))
    Antonio

    Mi piace

  18. buon compleanno! (arrivo sempre tardi…) mezzo secolo sulle spalle! beh complimenti per sopportare (e forse per sopportarsi).

    un abbraccio

    Mi piace

  19. GRAZIE A TUTTI VOI AMICI MIEI… SIETE SEMPRE ALL’ALTEZZA. Giornata per me campale. Ho lavorato… altro che compleanno!!! Dalle mie parti dicono che quel che fai il giorno del compleanno poi lo fai tutto l’anno 😦 Cmq ci siete voi a farmi volare. VI ABBRACCIO TUTTI, anche l’amico RYDLP 15… giunto chissà da dove… reputo attirato dal nostro grande Ganz, non certo da questo ormai ‘vecchio’ poeta di provincia…

    Auguri anche ai miei coetani 50enni e a tutti gli arietini nonché “guerrieri” coi quali sto galoppando in queste pagine.

    Un grazie particolare al padrone di casa Fabry, al suo consigliere (fraudolento?) Franz e ad Antonella, che sta gestendo egregiamente tutta ‘sta baracca bloggaria 🙂

    Avanti, allora, altri anni ci attendono, cerchiamo di dare il meglio di noi !!!

    Mi piace

  20. Per il tuo compleanno…

    L’OMBRA DI MARZO
    (26-28 marzo 1999)

    In questo mondo ove dimentichiamo
    ombre siamo di chi siamo,
    e i gesti reali, che abbiamo
    nell’altro in cui, anime, viviamo,
    sono qui smorfie e parvenze.

    Tutto è notturno e confuso
    in quel che vive tra noi.
    Proiezioni, fumo diffuso
    della fiamma che brilla occlusa
    allo sguardo che dà la vita.

    Ma l’uno o l’altro, un momento,
    scrutando, può vedere
    nell’ombra e nel suo movimento
    quale nell’altro mondo è l’intento
    del gesto che lo fa vivere.

    E allora scopre il senso
    di quanto qui sfigura;
    e torna al suo corpo antico,
    immaginato e compreso,
    l’intelligenza di uno sguardo.

    Ombra del corpo nostalgica,
    menzogna che avverte il laccio
    che la stringe alla mirabile
    verità che la proietta, ansiosa,
    sul piano del tempo e dello spazio.

    Fernando Pessoa

    (traduzione di Luigi Panarese, in 48 POESIE, Mondadori Editore).

    Mi piace

  21. Ben arrivato tra i 50enni ! Auguri anche da parte mia…anche se a scoppio ritardato.

    A GR voglio dedicare dei versi scritti “superati” i 50 anni:

    *

    A cinquant’anni
    e uno
    dalle giostre
    in cui salivo
    dai silenzi bui
    serena
    scivolo, nel guscio
    senza uscita,
    su una quiete
    mai sentita,
    mi amo
    e non rimpiango
    l’ieri.

    *

    La luna e il sole sono sulla stessa linea.
    Passato in parte, in mano ai figli,
    il timone dei traguardi loro

    camminando lentamente
    percepisco passo passo
    leggerezza di pensiero.

    Quel che pareva
    impensabile posseggo.
    Il bianco che c’è in me colorerò con calma.

    Sandra

    Mi piace

  22. Grazie mie stupende (tre) donne… sia per le belle poesie, sia per come mi sapete e ci sapete stare vicino. Un bacio a Stefania, Sandra e Antonella e un grande abbraccio a chi, come me, nei 50… età quel tanto ‘ansiosa’ (seppure i versi di Sandra).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.