Arsenici – di Marina Pizzi

da Arsenici
2007-
1.
in un seno di stoppie voglio fiorire,
sei arrivato con questa faccia da putto
limone biondo al varo del già stato
2.
circondata da una scena al pistacchio
questa tua foce di bile non ti aiuta
chetichella di soqquadro
domus universo quale foglio
attrito di scritto con crisma
forte cenere rea.


3.
tra il sangue e l’azzurro l’anemia
scolora il desiderio e vale
4.
e le tue vene cariche di notti
corpo di pallore l’anima capita
arena di un circo è l’epitaffio
5.
l’odio sognatore del depresso
ucciso ormai da una bega
da una seccatura di segatura.
6.
uccidere una persona è
ormai è
una bega, una seccatura da nababbi.
7.

4 pensieri su “Arsenici – di Marina Pizzi

  1. “uccidere una persona è
    ormai è
    una bega, una seccatura da nababbi.”

    senza nessuna presunzione di comprensione, d’altronde irranggiungibile, mi piace sottolineare che mi piace.
    così, di domenica verso sera.

    mario

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.