SATANA E I BANCHIERI di Giacinto Auriti

Giacinto Auriti (1926-2006) fu docente di Giurisprudenza e co-fondatore dell’Università di Teramo. Le sue teorie monetarie sono molto vicine a quelle che fruttarono al poeta Ezra Pound l’accusa di anti-americanismo e la reclusione in manicomio.

auriti

Goethe affermava che “nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo”.
Questo principio è particolarmente valido nel sistema monetario vigente.
Il cittadino si illude di essere proprietario dei soldi che ha in tasca, mentre ne è debitore. La banca, infatti, emette la moneta solo prestandola, sicché la moneta circola gravata di debito.
Il segno della schiavitù monetaria è data dal fatto che la proprietà nasce nelle mani della banca o, per meglio dire, del banchiere ché emette prestando e prestare è prerogativa del proprietario.

La moneta, invece, deve nascere di proprietà del cittadino perché è lui che, accettandola, ne crea il valore; tanto è vero che, se si mette un governatore a stampare moneta in un isola deserta, il valore non nasce perché, mancando la collettività, viene meno la possibilità stessa della volontà collettiva che causa questo valore. Come ogni unità di misura (e la moneta è la misura del valore) anche la moneta è una convenzione.
Quando la moneta era d’oro chi trovava una pepita se ne appropriava senza addebitarsi verso la miniera. Oggi al posto della miniera c’è la banca centrale, al posto della pepita un pezzo di carta, al posto della proprietà il debito.
Non si può comprendere come sia stata possibile questa mostruosità storica (nata nel 1694 con la Banca d’Inghilterra e con l’emissione della sterlina) se non si muove dalla definizione della moneta strumento (sterco) del demonio.
La verità di questa definizione è stata avvertita anche da S. Francesco d’Assisi quando vietava ai padri questuanti di ricevere oboli in moneta. Noi ora ne dimostreremo la piena fondatezza sulla base delle stesse parole di Satana che stanno nel Vangelo.
Satana, nel Vangelo, parla tre volte. Dopo il digiuno di Cristo nel deserto, Satana Gli dice: “Tramuta le pietre in pane”. Per lo più queste parole sono interpretate nel senso di considerarle come tentazione in quanto Cristo era affamato e mangiare pane sarebbe stato motivo della tentazione. Questa interpretazione non è accettabile perché la tentazione è sempre relativa ad un peccato e mangiare pane dopo quaranta giorni di digiuno è moralmente ineccepibile.
Dunque la giustificazione delle parole di Satana va intesa diversamente e chi ci dice come interpretare le parole di Satana è proprio Cristo quando, rispondendo a Satana, afferma (Mt. 4,4) : “Sta scritto, non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”.
Ciò che sorprende in questa frase di Gesù è la novità della proposta, mai considerata dai teorici dell’interpretazione, di dedurre il significato delle parole non dalla loro espressione letterale, ma dalla bocca che le pronuncia. Quelle parole erano uscite dalla bocca di Satana; sicché per interpretarle esattamente va considerata l’ipotesi, peraltro assurda, che Cristo avesse accettato l’invito di Satana e trasformato le pietre in pane. In tal caso avrebbe potuto ben dire a Cristo: “Tu puoi mangiare pane per mio merito perché io Ti ho dato il consiglio di trasformare le pietre in pane.” Quindi Cristo sarebbe stato trasformato da “padrone” a “debitore” del Suo pane.
A ben guardare questa ipotesi si verifica puntualmente nell’emissione della moneta nominale. Quando la banca centrale emette moneta prestandola, induce la collettività a crearne il valore accettandola, ma contestualmente la espropria ed indebita di altrettanto, esattamente come Satana avrebbe fatto se Cristo avesse accettato l’invito di trasformare la pietra in pane. Se si mette al posto della pietra la carta, ed al posto del pane l’oro, al posto di Satana la banca, si riscontrano nella emissione della Sterlina oro-carta e di tutte le successive monete nominali, tutte le caratteristiche della tentazione di Satana.
Con la costituzione della Banca d’Inghilterra e del sistema delle banche centrali, tutti i popoli del mondo sono stati trasformati da proprietari in debitori ineluttabilmente insolventi del proprio denaro. La banca, infatti, prestando il dovuto all’atto dell’emissione, carica il costo del denaro del 200%. L’Umanità è così precipitata in una condizione inferiore a quella della bestia. La bestia, infatti, non ha la proprietà, ma nemmeno il debito.
È gran tempo ormai che si comprenda che tutti possono prestare denaro tranne chi lo emette. Con la moneta debito l’Umanità è stata talmente degradata che non a caso si è verificato il fenomeno del “suicidio da insolvenza” come malattia sociale che non ha precedenti nella storia. Ciò conferma la Profezia di Fatima: “I vivi invidieranno i morti”.
Non si possono valutare esattamente le tentazioni di Satana se non le si considerano nel loro contesto globale. Particolarmente significativa, in questo senso, è la terza tentazione (Mt. 4, 8-9) : ” Gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro magnificenza, poi disse a Gesù: tutto questo io Ti darò. Se Ti prostri e mi adori”. Adorare prostrati significa mettere Satana sull’altare al posto di Dio. Ciò spiega perché gli adoratori di Satana contestano fondamentalmente e necessariamente l’Eucarestia Cattolica.
La circostanza che il Protestantesimo si sia basato sulla contestazione dell’Eucarestia Cattolica ed abbia promosso la costituzione delle banche centrali come promotrici della moneta-debito parla da se. Non a caso il parlamento inglese approva nel 1673 il Test Act: l’editto con cui viene dichiarata illegittima l’Eucarestia Cattolica e la Transustanziazione.
Non a caso nel 1694 viene fondata la banca d’Inghilterra che emette la sterlina sulla regola di trasformare il simbolo di costo nullo in moneta, inaugurando l’era dell’oro-carta.
Non a caso nasce la subordinazione del potere religioso a quello politico quando il re d’Inghilterra diventa anche capo della religione protestante anglicana sovvertendo l’ordine gerarchico del Sacro Romano Impero per cui l’autorità politica era autonoma ed eticamente subordinata alla sovranità religiosa.
Non a caso quando il protestantesimo entra in Europa continentale non fonda una chiesa, ma una banca: la Banca Protestante il cui presidente, il Neker, diventa consigliere di Luigi XIV.
Non a caso tutte le monarchie cattoliche della vecchia Europa si disintegrano perché si indebitano senza contropartita verso i banchieri per la moneta satanica da questi emessa a costo nullo e che gli stessi re avrebbero potuto emettere gratuitamente per proprio conto senza indebitarsi.
Non a caso in Svizzera vige la regola di essere ad un tempo “banchieri” e “protestanti”.
Non a caso la differenza essenziale tra Sacro Romano Impero e Commonwealth Britannico è la moneta. Lì il portatore è proprietario delle moneta, qui è debitore.
Non a caso, dopo aver tolto Dio dall’altare con la negazione dell’Eucarestia Cattolica e fondata la banca d’Inghilterra, il Commonwealth raggiunge nel 1855 una estensione di 22 milioni e 750 mila chilometri quadrati. Oggi tutto il mondo è Commonwealth. Tutto il mondo è “colonia monetaria”.
Satana, principe di questo mondo, è una persona seria: mantiene le promesse fatte a fin di male. Dopo che il male è stato fatto concede ai suoi adoratori il dominio su tutti i popoli del mondo.
Su queste premesse ci si spiega anche la tentazione di Satana quando esorta Cristo a gettarsi dalla cima del tempio della Città Santa. Chi è padrone di tutto il mondo e di tutto il denaro del mondo, o perché lo possiede o perché ne è creditore, non desidera sovranità e ricchezza perché già le possiede, ma ha sete di vanagloria. Si giustifica così anche questa tentazione.

17 pensieri su “SATANA E I BANCHIERI di Giacinto Auriti

  1. Geniale e ineccepibile…

    Dimostra inoltre come, al di là di una verità storica o letterale alla quale si può credere o meno, i testi biblici (neotestamentari in primo luogo) rechino innumerevoli chiavi indispensabili per aprire molte porte dell’edificio in cui abita l’uomo occidentale. Leggere e studiare la Bibbia significa, anche ai giorni nostri, guardarci allo specchio.
    Comunque.

    "Mi piace"

  2. Niente liste di proscrizione con gli uomini.
    Ma quando si tratta di storia delle idee, non si può chiudere gli occhi davanti a certe connessioni. E’ stato Max Weber (un non cattolico, tra l’altro), a mostrare che solo una religione riesce a trasformare l’aberrazione in costume (vedere “L’etica protestante e lo spirito del capitalismo”, 1906). E, in ogni caso, si possono bypassare le suggestioni bibliche di Auriti, ma suggerirei di riflettere sul signoraggio bancario. E’ un dato di realtà.

    "Mi piace"

  3. Caro Valter (da cui qui dissento molto,in quanto sposi le idee di Auriti – ma insomma già nel Bonetti è tutto abbastanza chiaro), come la metti con la politica finanziaria del Vaticano, e con la raccolta di denaro nelle chiese? Non dobbiamo neppure fare la carità se l’intermediario è la moneta-demonio?

    A me pare che, come tutte le realtà umane, il denaro sia ambivalente. Sono i modi dell’accumulazione del capitale, non l’idea del denaro e dello scambio e del mercato libero in sé, che debbono essere esaminati e giudicati.

    In questo senso, richiamo ancora la tua/vostra attenzione sulla estremistica ma affascinantissima tesi di Britton Johnston, che tra l’altro è un pastore protestante… e pure non lontano dalle tue posizioni…
    http://www.bibliosofia.net/files/Moneta_di_sangue.htm

    "Mi piace"

  4. @Lamberti Bocconi
    Il tuo commento ricorda le sentenze della lavandaia

    @Brotto
    Non mi pare che qui sia in questione il denaro come mezzo di scambio in sè ma il signoraggio bancario, da molti indicato come origine dei mali dell’economia contemporanea.

    "Mi piace"

  5. Non sono un competente ma non credo un caso che quanti fanno discorsi del genere, se riescono a scampare al linciaggio fisico, raramente scampano a quello morale (devo confessare con vergogna che anch’io da giovane, ignorandone i veri motivi, credevo sacrosanta la campagna denigratoria contro Pound). L’obiettivo è ridurli al silenzio, le vere fondamenta dell’edificio sociale non devono essere conosciute che dagli adepti del re di questo mondo.
    Un caro saluto,
    Roberto

    "Mi piace"

  6. il tempo passa e le verità si dimenticanpo lungo il complesso cammino. Da troppo l’uomo da ascolto ai suoi simili, venditori di illusioni, che con un po di carta straccia riescono a creare le più profonde soffferenze di questo mondo.

    Il tempo passa e il vento porta con se i semi della conoscenza, smascherando così le astrazioni e le illusioni che caratterizzano il presente.

    L’Illustrissimo Professore Auriti con il suo esperimento mette in evidenza una volta e per sempre la più grande truffa di tutti i tempi. Dopo il 15 agosto del 1971 l’unico proprieario del denaro dovrebbe essere, per locica, il portatore.

    Per salvaguardia degli interessi economici nazionali è necessario porre il simec come moneta parallela altrimenti l’unica dato che riscontreremo con il passare del tempo è l’aumento del debito.

    "Mi piace"

  7. ho omesso di leggere il post non perchè non mi interessi, non perchè non mi prenda la questione ma proprio perchè mi è venuto un balzo al cuore leggendo la parola SIGNORAGGIO e da impulsiva e appassionata quale sono ho sentito subito il bisogno di ringraziare valterone per averla nominata in questo rifugio di poesia bellezza e spirito 🙂
    si tratta di capire se il signoraggio bancario è una bufala o è realtà perchè se le cose che leggo in rete, in merito a questo “fenomeno” hanno un qualche fondamento sarebbe il caso di approfondire e divulgare fino allo sfiancamento.
    proprio l’altro giorno in banca ho sparato a bruciapelo questa parola in faccia ad un melanconico funzionario che mi voleva convincere della bontà 🙂 e solidità :)e serietà 🙂 della Sua Banca.
    scusi,chi è questo Signor Aggio, mi ha risposto 🙂
    cara anna, fatti un giro su gugle.
    però io anche mi chiedo, amante dei gatti quale sono,del mistero del certosino
    baci baci baci gratissimi, parliamone vi prego!
    ora faccio il compitino
    la funambola

    "Mi piace"

  8. incredibile,mi accorgo ora che era una postata del 2007 :)))
    nel frattempo carissima anna ti sei aggiornata? :))
    nel frattempo dicono che siamo nel pieno di una crisi economica senza precedenti e che qualche milione di persone non se la passerà tanto bene e che il capitalismo chiede scusa di questo contrattempo.
    PARLIAMONE
    baci
    la fu

    "Mi piace"

  9. Quell’Auriti mi sa che ci fa su alla grande oppure è uno sprovveduto politico , quindi anche di economia, ma leggendole bene tra le righe, sta giustificando una strana tesi sull’economia moderna. Certi scheletri della storia sarebbe bene riconoscerli come scheletri, anche se, le sue giustificazioni per tenere le distanze dagli estremisti economici sia un tentativo un po contorto.
    Partiamo dai fatti di ieri per capire quelli di domani pur chiamando in causa i misteriosi demoni “invisibili”

    Partiamo subito col dire (a proposito di pepite e miniere) che il nostro buon Pericle, fondatore della democrazia greca, non che ideologo della Polis, disse una sacrosanta verità che gli costo l’ira dei nobili: ” I democrazia i ricchi sono inutili”… io aggiungo… “anzi, dannosi”.
    La sua democrazia era fondata sull’elargizione del salario a tutti i cittadini di Atene. Ma la sua democrazia vacillò più volte proprio a causa dei ricchi che, impossessandosi della moneta circolante, senza ridistribuirla (appunto: ricchi), bloccavano il flusso dello scambio di merci e delle idee. All’inizio li convinse a sborsare il “guadagno” con “opere pubbliche” intestandole a loro stessi con targhe ed effige (in onore e memoria a posteri), ma ricattato dagli stessi, dovette soccombere la sua bella democrazia perchè si era esaurita la miniera d’argento che sosteneva Atene.

    Il plusvalore ricavato dal monopolio dei mercanti, rovinò Atene che dovette entrare in guerra per conquistare altre miniere d’argento ciò per non essere costretta ad usare la “forza” contro i “forzieri” dei cittadini divenuti alto locati (ricchi).

    Per quanto riguarda Ezra Pound, agente segreto americano di origine ebrea, in missione speciale in Italia per imporre il “capitalismo” quale “pratica” per la circolazione delle merci e lavoro su modello americano, di lui sarebbe bene ricordare la sua opera letteraria o trattato di economia sul “Capitalismo Familiare”. Li per li uno pensa alla ricchezza delle povere famiglie, ma lui si rivolgeva alle Famiglie Altolocate.
    Ma quale pazzo? Quello era lucido perché spia della Banca Centrale d’Americana. Il suo fallimento umano e poitico fu decretato quando fu intercettato il tesoeo di Mussolini (oro) che se la stava svignando in Svizzera come il tesoro dei Nazisti.
    Quei tesori erano di proprietà della banca centrale americana che diede in accomodato credito a questi due estremisti: Mussolini e Hitler (ebreo pure lui come lo erano Ghoibel e Immler) per finanziare la crudele guerra contro il Socialismo europeo che imperversava in quegli anni in tutta Europa e per distruggere il sistema Comunista russo.

    I conti dei Finanziatori ebrei americani andarono in contesse quando Hitler cominciò gli studi per la costruzione della Atomica portandosi in vantaggio rispetto tutti gli stati del mondo con l’ausilio di una super squadra di naziasti-ebrei di alto livello.

    Pound (ebreo), dopo la caduta del Fascismo, fu condannato dagli Stati Uniti per la perdita del tesoro di Mussolini; prestito USA entrato in Italia attraverso il petroliere sig. Sincler (ebreo) divenuto poi la Shell, in cambio di una serie di ipoteche strategiche: la Libia e Gerusalemme. Si , la Casa Reale di Ausonia retta da Vittorio Emanulele quale “RE di Gerusalemme” fu accerchiata senza capire il gioco strategico della comunità ebraica coinvolta alla preparazione dela Seconda Guerra Mondiale e la nascita di Isralele.

    Gerusalemme fu sequestrata al Re d’Italia per mancato rimborso del prestito avuto. Quindi Pound rientra in quell’accerchiamento Usa per far perdere la sovranità all’Italia e impossessarsi della provincia di Gerusalemme.

    Pound, dopo un meritato riposo in Usa (altrimenti veniva fisicamente eliminato dai monarchici), spacciò quel suo ricovero” come “pazzia” facendosi perdonare dall’opposizione come “pentito” antifascista se paccaindosi pure per antiamericano dopo aver reso fuorilegge la monarchia.

    Tornò tutto pippante in Italia con l’incarico USA di tenere sotto controllo tutte le informazioni giornalistiche in Italia nominato Direttore dellANSA di Genova… e secondo voi a un ex pazzo simile si da un incarico così delicato? ….hhhmmm…. ma quale pazzo…

    In Italia arrivava con Mike Buongiorno (ebreo siciliano) per la diffusione del capitalismo facile e il trio: Buongiorno (ebreo-siciliano) e Ezra Pound (ebreo-americano) e il papà di Veltroni (ebreo-romano) direttore del primo telegiornale su licenza USA filtravano e formattavano le coscienze italiane, americanizzandole al consumismo capitalista grazie ai nuovi lingotti (piano Marhall) della banca centrale d’America.

    Che centra con tutto ciò il sermone dell’Auriti? Questo lo deve spiegare lui. Se mai esistesse un demone Fascista, non c’è bisogno che ce lo spieghi lui, la storia ne parla ampiamente. ma poco del Serpente finanziatore.

    Il fatto che Ezra Pound fu un fascista ebreo mai pentito, lo dimostrano gli estremisti italiani nazi-fascisti ebrei di “Casa Pound” con sede a Roma e filiali in tutta Italia (sedi nuove di pacca con tanto di croci celtiche sui simboli).

    Quello che mi meraviglia in tutto ciò è la poca fantasia degli Ebrei nel ripetere la loro vecchia storia Nazi-capitalista utilizzando i vecchi copioni ritriti come la la crisi del 29, la caduta delle borse, la disoccupazione di massa, la nascita di squadracce per la “sicurezza” con gli stessi identici pretesti bolliti dei Balilla e dei Nazisti in ronda con manganelli contro la delinquenza, invece, responsabili delle tenebre sull’Europa da sfasciarea tutti i costi.
    Tutto come allora, appena l’Europa tentò di accorparsi in un unica Repubblica Democratica su modello socialista, eccoli uscire dalle fogne i roditori portatori di peste e muerte.

    Demoni?… mi sembra un modo spiccio per minimizzarli.

    Enea
    (che ha ancora la memoria vispa della storia europea)

    "Mi piace"

  10. Chi è padrone di tutto il mondo e di tutto il denaro del mondo, o perché lo possiede o perché ne è creditore, non desidera sovranità e ricchezza perché già le possiede,

    ma ha sete di vanagloria.

    mah…

    "Mi piace"

  11. Gli scritti di Auriti come quelli di altri esperti (meno legati all’accostamento religioso) hanno lo scopo di far conoscere uno sfondato, che nonostante sia alla base delle nostre miserie su questa Terra, è accuratamente nascosto alle masse.
    Per i popoli esiste solo una speranza: la riappropriazione della moneta da parte degli Stati (sottraendola all’elìte bancaria privata). Ci hanno provato in molti a far questo (Lincoln, Kennedy, alcuni giudici americani con sentenze antisignoraggio, …..) ma sono stati eliminati miseramente.

    "Mi piace"

  12. La bibbia è un libro da tenere nella sezione “Fantasy” della propria libreria, al pari del Signore degli anelli o La storia infinita.
    Per il resto, il binomio (del tutto paradossale) fascismo + fede è il mix che da origine alle peggiori aberrazioni della mente umana.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.