Alessandro Seri, Quattro poesie.

seri.jpgI

Se manca, e manca certo, qualcosa manca
l’esito indifferente dell’azione
lanciato per estetica di ribellione,
che manca un po’ di ribellione
urtando il rullare d’un tappeto
che marcia indietro e ci fa marmo.
Al più la spinta manca
alla follia del dopo curva
sotto le vesti al centro
mentre si fa distanza e vicinanza
piazza di chiesa nuova lontananza

***

II

In mezzo al letto come al mare
ci stan due piedi piccoli che dormono
si spostano con logica d’assenza
al battere costante delle imposte
un fiato appena nato scosta nell’ordine dei giorni
un capomastro morto sul dorso dell’inverno
e le mie ali storte s’invecchiano
spellate tanto sulla schiena non le guardo
l’eredità che lascio è solo tempo perché
l’amore non esiste esiste il tempo
poche menzogne un cesto di panni sporchi
la luce accesa di cento notti insonni
a mendicarmi gli occhi ed il coraggio

***

III

Non è folklore tutta quest’aria di bandiere
illuminate per un po’ sui volti della gente
tra il suono delle trombe di auto scheggiate
apposta coi musi pinti di tempera italiana.

Anche noi esultiamo, Riccardo, mentre
nel buio concesso all’iride ti cullo che
t’addormenti e proprio non pesa stanotte
la gioia della festa e non disturba

***

IV

La colpa è il mio compagno e non si placa
un giogo a forma d’ombra che mi segue
distante non proprio alla figura
la virgola in grassetto che scolora

slacciato dalla trinità del corpo
curvato nell’osservarmi embrione
con il proposito costante e difettoso
che presto si fa voglia di partenza

quel che tu sai non volle la memoria
colta a riprendere la rotta inversa
nell’evidente assenza di confine
moltiplicata in centri è l’esistenza

19 pensieri su “Alessandro Seri, Quattro poesie.

  1. endecasillabi danzanti
    nonostante l’occhio
    che impavido scava…

    Grazie per questi:

    moltiplicata in centri è l’esistenza

    a mendicarmi gli occhi ed il coraggio

    "Mi piace"

  2. Cari Alessandro e Fabrizio,
    capomastri (quasi)morti sul dorso dell’inverno siamo noi: che costruiamo sulla sabbia e in riva all’acqua; con ali forse ormai inservibili e per solo compagno la colpa; che non lasceremo eredità che di fole e detriti; e che però, trovando il coraggio di mendicarlo, il coraggio non lo abbiamo ancora perso del tutto.
    Grazie e un caro saluto,
    Roberto

    "Mi piace"

  3. Della poesia di Alessandro – e del suo essere – ho sempre amato lo stupore dello sguardo, la tenerezza disarmata, e al tempo stesso l’inquietudine profonda, la consapevolezza della fine e della colpa, l’agguato della sconfitta.

    "Mi piace"

  4. Che belle cose che dite tutti su questi quattro lavori, grazie.

    Per Marina: ti ringrazio di cuore soprattutto per l’aggettivo memorabile che se sviscerato dal significato iperpositivo dell’attualità, resta come volontà di ogni umano che passa su questa terra (essere ricordato).

    Per Gaya: a Novembre cominceremo a definire il programma per la rassegna maceratese, ti conto.

    Per Carla: potremmo iniziare una serie di ringraziamenti a vicenda tra lettore contento di aver letto e autore contento di essere letto che probabilmente non avrebbe fine, comunq io proseguo e ringrazio te di aver letto con attenzione.

    Per Mario: avrei esultato anche se solo avessi parlato di merletti di cotone pensa che sorriso ho fatto al “trine d’oro” grazie di cuore

    Per Roberto: il coraggio e il tempo sono i nostri migliori alleati, almeno io penso. Grazie a te

    Alessandro

    "Mi piace"

  5. “l’esito indifferente dell’azione
    lanciato per estetica di ribellione,
    che manca un po’ di ribellione
    urtando il rullare d’un tappeto
    che marcia indietro e ci fa marmo.”

    La musicalità di queste poesie di Alessandro non mette in second’ordine il discorso intenso e vitale, di soppesata ironica o indignazione; il tutto in equilibrio sapiente, di tenuta.

    Grazie, Alessandro

    Giovanni

    "Mi piace"

  6. “Che marcia indietro e si fa marmo”
    Come chi cammina avanti ed è subito fuoco…
    Ale,
    Grazie!
    Elisabetta

    "Mi piace"

  7. Pardon per l’errore,ma è notte fonda e io dovrei dormire invece che parlare,scrivere,pensare,quì si muore se continua così!
    “l’esito indifferente dell’azione”,dunque,si,è inutile commentare un verso,il piacere è leggerlo e stanotte tra poeti Argentini e te ho caricato i sogni….
    Buonanotte

    "Mi piace"

  8. Sono un po’ preoccupato per il mio ego così tanto sollecitato pur non nascondendo una certa soddisfazione. Grazie a tutti. in particolare:

    per Fk che presumo sia Franz: non posso che ringraziarti, le tue parole sono, per me, molro importanti

    per Amazzone: Enonhasenso

    per Giovanni: la musicalità del verso è divenata, col passare degli anni, un mio cruccio, sento dentro la necessità di dare un suono a ciò che scrivo. Il suono delle poesie è come l’odore delle persone conosciute.

    per Stefano: grazie davvero, magari le riserve le metto io

    per Elisabetta: affiancarmi ai poeti argentini mi mette i brividi, non credo di tenere il confronto, non lo penso nemmeno.

    comunque vi abbraccio tutti

    "Mi piace"

  9. Nell’ambito delle manifestazioni programmate

    presso la Stanza della Poesia

    La Sezione Ligure dell’Accademia Vittorio Alfieri di Firenze
    presenta il debutto genovese del poeta e cantautore

    MASSIMO PINZUTI con lo spettacolo
    “Le parole della musica e la musica delle parole”
    sabato 29 settembre 2007 h 17: 00
    presso La Stanza della Poesia

    Palazzo Ducale
    piazza Matteotti 78 r,Genova
    Interverranno i poeti dell’Accademia Alfieri

    Dalmazio Masini, Tiziana Curti, Anna Cottini,

    Alessandro Resti ed Elena Zucchini.

    Ingresso libero

    Sito internet http//accademia-alfieri.it

    Wishgrant1@virgilio.it

    d.masini@inwind.it

    organizzatrice Elena Zucchini 3409099334

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.