Figli (Guatemala, Maggio 2004)

di Flavio Tannozzini

Caddero nell’aria morti, senza volo,
i figli dell’arcobaleno, senza luce,
caddero con lamento senza voce,
i petali nel vuoto: la terra brucia.

La regina, la bella primavera,
intrecció tra i suoi capelli azzurri
mille seprenti freddi
e da fanciulla si trasformó in chimera

ovunque guardasse, la terra diventava nera,
la vita diventava pietra
su cui moriva il grido e il ricordo
come polvere dispersa dentro un cielo sordo.

Caddero i petali nell’aria morti, senza volo,
strappati alle madri, nel vuoto senza vento.
E’ notte vitrea sui villaggi rasi al suolo.
Silenzio sulle lapidi dei santi.

E sulla riva dei torrenti,
la guerra ha ucciso i canti,
si sono spenti i fiori
sull’eterna primavera.

Crescono le croci.
La terra brucia,
Stivali militari
calpestano ogni cosa

si fanno sempre piú vicini,
sono spari,
corri figliolo, la terra brucia,
non guardare

non restare indietro,
non cadere a terra, ti prego,
perché la terra brucia,
vedrai, presto tornerá, tuo padre.

Figli dell’arcobaleno,
senza volo, senza luce,
caddero nell’aria morti
con un lamento senza voce.

E figli, orfani del cielo,
hanno negli occhi un riflesso scuro,
ricordi da gridare con la voce dura
ricordi nel fuoco, la terra che brucia.

3 pensieri su “Figli (Guatemala, Maggio 2004)

  1. Questi versi dolorosi per contenuto e lievi nel tratto, vivono da soli,non serve un ulteriore commento. Grazie Fabrizio.
    jolanda

    "Mi piace"

  2. Bravo compañero,

    la impronta de Guatemala en tu piel, el compromiso hecho causa y vida, sos lo que sentís, amás la vida…

    Tu compañera la pupusa baleada encevichada…

    E.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.