Un “non” di troppo è… pericoloso

Siamo all’inizio di un nuovo anno: che sia di serenità per tutti.
———————————————————–

Qualche giorno fa siamo stati testimoni involontari di una lite coniugale, per motivi di gelosia, scaturita da un “non” linguisticamente inopportuno. Un nostro carissimo amico, in occasione dell’anniversario del suo matrimonio, aveva regalato alla moglie un bellissimo mazzo di rose accompagnato con un biglietto sul quale aveva scritto: “Amore mio adorato, in questo fausto giorno non posso non rinnovarti, senza gioia, la mia promessa d’amore e rammentarti, ancora una volta, che non posso non amare che te, solo te”.

Il nostro amico mai avrebbe potuto immaginare che le sue parole d’amore avrebbero trasformato quel fausto giorno in un giorno… infausto: con il suo biglietto comunicava alla moglie che l’amore per lei lo lasciva indifferente e, cosa ancora piú grave, le comunicava il suo tradimento o, per lo meno, l’intenzione di tradirla. Sí, questa era la corretta interpretazione del biglietto e la moglie, ben ferrata in lingua – al contrario del marito – si era giustamente risentita.

In lingua italiana due “non” affermano: la frase “non posso non rinnovarti senza gioia” suona, quindi, “ti rinnovo senza gioia”. Il nostro amico, se fosse stato bene attento ai problemi di lingua, avrebbe dovuto sostituire il “senza” con il “con”: “non posso non rinnovarti (quindi: ti rinnovo), con gioia, la mia promessa d’amore”. Si presti molta attenzione, dunque, al trabocchetto della doppia negazione: molti scrittori, per non parlare dei nostri politici, amano infarcire i loro scritti e discorsi di una serie di “non” che rendono di difficile comprensione il tutto, quando, addirittura, non stravolgono completamente il senso del discorso, come nel caso in questione.

Il “non” non sempre è pleonastico (cioè grammaticalmente “superfluo”) e colui che ascolta o legge non deve necessariamente essere fornito di calcolatrice per fare il conto delle negazioni e stabilire, cosí, se la frase è negativa o affermativa. È questione di stile e, perché no? di educazione, diamine!

Lasciamo, quindi, ai politici la responsabilità dei loro troppi “non” anche perché – prendendo in prestito un anacoluto manzoniano – è il loro mestiere non essere mai chiari. Noi, da comuni mortali, cerchiamo di esprimerci il piú chiaramente possibile al fine di non incorrere nell’incidente linguistico di cui è stato vittima – ancora una volta – il nostro amico.

La frase della missiva “non posso non amare che te” suona, infatti, “non posso amare ‘solo’ te”. Due “non” corrispondono al “sí ”; due “non” in una medesima frase affermano, non negano (come molti erroneamente ritengono). Nella frase “incriminata” oltre ai due “non” c’è anche il “che restrittivo” o “eccettuativo” che significa “solamente”: alla luce delle norme grammaticali, per tanto, la frase suona “non posso amare ‘solamente’ te”. Avrebbe dovuto scrivere, il nostro amico, “non amo che te”; cioè non amo nessuno eccetto te.

5 pensieri su “Un “non” di troppo è… pericoloso

  1. vero. ieri ho sentito a un tg un militare che ha infarcito una frase con tanti “non” che alla fine non si capiva dove voleva andare a parare. a una parata militare, forse.

    "Mi piace"

  2. Già, se il tipo dell’apologo avesse detto:
    Voglio amare solo te, era melgio…
    per dire, tanto per dire.

    E allora: Non possiamo non dirci cristiani..
    Uno poteva dire: Siamo cristiani e morta lì.
    ‘Na roba assertiva, decisa.
    Io ci avrei risposto: No grassie, ho già dato.

    "Mi piace"

  3. scusate la mia difficoltà nel capire quello che avete detto nell’ultima paragrafo.
    “non posso non amare che te” suona, infatti, “non posso amare ‘solo’ te”. Due “non” corrispondono al “sí ”; due “non” in una medesima frase affermano, non negano (come molti erroneamente ritengono). Nella frase “incriminata” oltre ai due “non” c’è anche il “che restrittivo” o “eccettuativo” che significa “solamente”: alla luce delle norme grammaticali, per tanto, la frase suona “non posso amare ‘solamente’ te”
    se due negazioni diventano un’affermazione, io la frase la leggerei “posso amare solamente te”

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.