Haikuglobetrotter – di Franz Krauspenhaar

medworld

Manicotti caldi
segnano Temp
autostrada
della vacanza
segnerà

****

La tua lontananza
è come il vento
fresco, o il pesto

****

Breakfast in America
Poltergeist ad Hollywood
Bonanza on television
noia maledetta noia

****

Ricordi. Amaretto di
Saronno. L’originale.
Superstrada direzione
Malpensa, ferale

****

Cudicini Lodetti Pera
Cavaloni Busacca
Rivera Riva Nembo
Kid

****

Ecce tonno, tonno
subito, Buzzanco
mano al fianco
tutosexy. Palmera
squarto

****

Bagnoschiuma Vidal
menomale che c’è
Grappeggia. Aiazzone
prezzi inchiodati
è Pasqua croce,
delizia

****

Estintori Meteor.
Arbitrerà la partita
il signor Barbaresco
di Cormons. O il Mons
Barbaresco del Signor

****

Sesso a Paypal.
Nudi alla vetta.
Curvi alla cassa

****

Letteratura troia.
Intervistano fighetti
alle webtv, io spacco
culi a passeri, posso
con Zoppas, sucas

[Immagine: Franz Krauspenhaar – Medworld.]

52 pensieri su “Haikuglobetrotter – di Franz Krauspenhaar

  1. iannozzi: non è niente, ma è FK, per ciò dev’essere qualcosa. c’era un tale palazzeschi…ma questa è un’altra storia.

    Mi piace

  2. eh nadia, è tutta roba del passato, ricordi concatenati alla rinfusa.

    lucy, è come se tu avessi detto: auguste le breton scriveva romanzi in argot in prima persona; però prima di lui l’aveva fatto céline.

    mica voglio copiare palazzeschi,ci mancherebbe. è un gioco, puro e semplice. ma questa – dei commenti, di certi commenti – è davvero un’altra storia.

    Mi piace

  3. 1. non amo palazzeschi, non me li sono mai filati i futuristi per ragioni storico-politiche più che evidenti;

    2. se a k. non piacciono i commenti, può sempre fare a meno di esporsi in pubblico; o accetta critiche positive e negative;

    3. il mondo è bello perché vario, sin tanto che lo si crede libero; diversamente non è di democrazia, punto e basta.

    Mi piace

  4. no, efkey: non è “come se”.

    “certi commenti”: questa invece è sempre la stessa storia.

    e lasciatemi divertire!

    Mi piace

  5. Non c’è niente di Palazzeschi, per fortuna in questi brevissimi scritti. Gli haiku non erano arte prediletta dai futuristi.

    Seppur ci sia la struttura dell’haiku, non ne hanno lo spirito: non trovo in questi scritti niente che abbia a che vedere con la suggestione che porta al poeta la natura, né alcunché che si possa riferire alle stagioni o allo spirito.

    A voler essere generoso, tuttalpiù un esperimento di poesia avantpop. Ma apputno: un esperimento.

    Contento?

    Mi piace

  6. alla cazzo di cane scrive lei le sue poesiole. scriva prosa, ch’è meglio. e poi la pianti di sentirsi così al di sopra da usare il turpiloquio appena qualcuno non la approva: può dire lo stesso quello che pensa senza fare il cafoncello e il padreterno. i soliti omini.
    lucia tosi

    casomai cominci a dire chi cazzo sono.

    Mi piace

  7. cara Lucia,

    non stupirti, Franz Krauspenhaar è solito insultare e aggredire verbalmente chi non la pensa come lui o non fa esattamente cosa vuole lui.

    Soprattutto se sono donne.

    Hai proprio ragione tu, sia su queste poesie sia sul suo comportamento.

    Mi piace

  8. nella polemica personale non entro e non ci voglio entrare, solo un appunto mi sento di fare… quello qui postato da Franz non è di certo un capolavoro poetico, mi pare piuttosto chiaro che si tratti di un gioco provocatorio, canzonatorio ed (auto)/ironico nei confronti della poesia a partire dalla forma prescelta – lo haiku – per giungere alle immagini d’ammasso a discarica di marchi e oggetti e sessi che si fanno specchio dell’immondizia dei consumi usa e getta attuale e galoppante dagli ottanta fino ad oggi, che non risparmia neanche i sentimenti ….

    se poi parliamo della “Poesia” di Franz, beh … leviamoci il cappello!

    la sua poetica ha forza, classe, crudezza e logica non priva di morbidezza improvvisa che sfiora – rifuggendolo – il lirismo.

    leggetevi le sue poesie, quelle vere…

    l’uomo è altra cosa (anch’esso prezioso con il suo caratteraccio, per la miseria … VERO! una persona che non nasconde i propri difetti e nevrosi, ma ne fa arte…. non credo sia da tutti. E ben venga anche un infuocato insulto o litigio se da e con una persona vera… di certo capiterà anche a me prima o poi o forse è già successo…. neanche lo ricordo, poi col caratteraccio che anch’io mi ritrovo … figurarsi!)

    perdonatemi, non volevo proprio far polemica su cose in cu non c’entro nulla e con persone TUTTE che stimo, solo sentivo di dover dire questo e riconoscere ad un poeta come Franz la sua grandezza che deve essere letta oltre ogni screzio o litigio…

    un abbraccio a tutti i poeti qui presenti.

    natàlia

    Mi piace

  9. @lamberti-bocconi
    @genti
    Perché non la smettete, donnucole da quattro soldi, di utilizzare questo spazio per i vostri pre-giudizi personali???

    @lucy
    non ti piacciono, ci può stare, ma rilassati. forse dovresti cambiare tipologia di divertimento.

    @iannozzi
    palazzeschi non c’entra niente e nemmeno la struttura metrica e la poetica degli haiku tradizionali. ritenta sarai più fortunato.

    Mi piace

  10. L’unico posto dove a una persona minimamente decente è concesso di dire “donnucola da quattro soldi” è a se stessa davanti allo specchio. Questo vale anche per Ang(st), che penso sia lo stesso Franz. Robe da matti!
    Fra l’altro io, anche se la mia stima personale nei tuoi confronti è in sprofondo, te l’ho sempre detto che scrivi bene e a differenza di altri ho apprezzato questi non-haiku.
    Allora, Ang: spiegaci un po’ cosa vuol dire donnucole da 4 soldi. E’ come dire omm’e’mmierda?

    Mi piace

  11. sempre più divertente e rilassante! quando c’entra fk ci si diverte col contorno di beghine/i scatenati a difenderlo. guardate che ce la fa benissimo da solo.
    erano provocazioni? e che provochi a fare: se poi passa uno e ti dà un cazzotto? ma dài, poeta maximo-non-mi-toccare!
    questi franchi tiratori di cazzate! “ma sono solo provocazioni”: la frasetta passe-partout che giustifica la cacchiatina. se invece la (supposta)poesia riscontra apprezzamenti favorevoli, allora era Poesia.

    ùpalazzeschi non l’ha tirato fuori iannozzi, il palazzeschi della passeggiata, testine, che tematicamente c’entra. ma come? uno non può avere un sussulto della memoria prima di andare al gabinetto?

    Mi piace

  12. MI CHIAMO FRANZ
    HO GLI OCCHI AZZURRI
    INSULTO LE DONNE.

    è una simpatico haiku-provocazione, Franz, non prendertela!

    :-))))

    Mi piace

  13. ma no Lucy, non è così.

    quello che ho detto è che la “poesia” in generale di Franz non la si può liquidare con una sentenza ad effetto.

    comunque sia…. chi mi conosce sa bene che non difendo mai per amicizia, ma solo quando credo nella poesia.
    Ho una valanga di nemici per questo… figurati Lucy!

    mi dispiace solo vedere persone così simili ed artisticamente valide distruggersi a suon di pubblici insulti.

    (un solo suggerimento, parlatevi in privato.)

    e adesso mi obbligo a non tornare più su questo post

    Mi piace

  14. @lamberti-bocconi

    dato che sei redattrice di questo blog, ti inviterei a controllare l’IP mio e quello della commentatrice che si firma ang. poi ci dici se i due IP coincidono. non ho bisogno di firmarmi diversamente per dire quello che penso.

    @lamberti-bocconi & francesca genti.

    io, a volte, insulto le donne, è vero. allo stesso modo insulto gli uomini. in questo, perlomeno, sono perfettamente al passo coi tempi.

    non amo essere insultato a prescindere, che sia uomo o donna. se cio’ accade, rispondo. sono fatto così. non vi piace? affari vostri.

    @natalia.

    tutta questa squallida bagarre nasce da un litigio di qualche giorno fa.

    è interessante notare come la strana coppia genti/lamberti-bocconi vogliano “rivalersi” anche sul blog dove le due hanno scritto, grazie soprattutto al fatto che le ho presentate io al gestore. la riconoscenza ovviamente non ha diritto di cittadinanza, per queste persone.

    Mi piace

  15. @ LUCY

    Non vale la pena di perdere tempo dietro agli insulti di K. Ne so ben qualcosa. Forse lui crede che così, con questo caratteraccio tirato su ad arte o per sua natura, riesca a far breccia, o a farsi notare, o che altro non so. Or come ora il suo turpiloquio mi dà il prurito che mi potrebbe dare una zanzare, con rispetto per le zanzare. 🙂 Questo per dire: che spari pure i suoi insulti e usi il vocabolario che preferisce, giacché gli viene permesso. Magari qui è tollerato. Altrove no, ed allora dove non è tollerato sono cavoletti di Bruxelles tutti suoi. 🙂 A ben guardare si fa del male da solo. Libero di farsi del male per quanto mi riguarda.

    Non te la prendere, non per K. Sia chiaro: non lo giustifico assolutamente, però mi sono reso conto, con il tempo, che K. ama le lodi sperticate. Quando uno non gliele fa, allora fa il bullo e diventa volgare. Perché mai compromettersi con la sua volgarità fine a sé stessa? Tanto più che utilizza così tanti nickname che… capiscimi, Lucy. Per quanto ne so io Ang porebbe essere K. Non sarebbe la prima volta che si adopera in simili giochetti che lui, ma solo lui, crede essere sintomo di furbizia e intelligenza. Un po’ come il nostro premier. 🙂

    Ciao

    @ ANG

    A colui che si firma ANG faccio notare solamente che nel thread si era tirato in ballo Palazzeschi, ed allora io ho detto che Palazzeschi non ha niente a che vedere con questi brevissimi scritti di K. E nemmeno con lo haiku tradizionale né con quello meno convenzionale di Kerouac e Ginsberg che eppure in tale arte erano maestri. *** Gli scritti qui di K., autoironici o no, sono tentativo mal riuscito di scrittura avantpop. ***

    Speriamo d’aver fatto un po’ di chiarezza.

    Ciao a tutte/i

    Mi piace

  16. Se non si tratta di Franz che-insulta-perché-è-fatto-così, allora chiedo alla simpatica Ang, che presumo di non conoscere, come mai mi dica “donnetta da quattro soldi” e che cosa intenda.
    Inoltre, faccio notare che io la Genti non l’ho neanche nominata. E’ stata ancora la sublime Ang a mettere in comune A.L.B. e F.G., sotto la voce “donnette da quattro soldi”, e poi il Franz ha scritto “lamberti-bocconi & francesca genti”, e “la strana coppia”. In realtà più che strana è una mitica coppia artistica, e addirittura molti pensano che stiamo insieme: invece siamo “solo amiche”, come Callas & Visconti.
    In quanto al ricatto morale della riconoscenza, non so che dire. Grazie, comunque, sono felice di essere qui. Lo dimostra anche il fatto che non mi sono neanche mai tolta e poi rientrata, non ho mai fatto casino, non mi son fatta nomee di merda, forse solo quella di vecchia prof rompipalle, ma tanto si sa che non è vero…

    Mi piace

  17. ascolta, voi mi avete insultato, su un “suolo” che vi è stato regalato dal sottoscritto. via ogni ipocrisia! e lasciamo stare i discorsi sul ricatto. siete palesemente fuori strada, e uso un eufemismo.

    il discorso sulla violenza alle donne è poi il classico “ultimo grido”. quando non si hanno argomenti, ma solo disprezzo.

    sia chiaro: per disprezzare qualcuno ho bisogno di ben altro, dunque il sentimento in questione da parte mia non è corrisposto. ma è necessario difendersi.

    le nomee di merda… attenta a come ti esprimi però. siamo sempre lì: buttare in un blog che sono violento con le donne per un “vaffanculo”, equivale a manipolare la realtà. io da voi mi devo difendere, è questa la “lezione”.

    Mi piace

  18. Franz: non sono capace di andare a vedere l’IP, solo un distributore che c’è qui in largo Murani.
    Ho già dato per buono che Ang è un’altra persona.
    Infine: anche se la Genti è la mia più cara amica ,non mi va di essere qui acocmunata in un “voi” che non significa niente.

    Mi piace

  19. non siete la famosa “coppia artistica”? non mi avete attaccato in “tackle scivolato” sugli stessi argomenti?

    argomenti?

    mi viene da ridere.

    chiederò a fabrizio centofanti di controllare. alle questioni si va fino in fondo perchè, sia ben chiaro, non ho intenzione di essere attaccato su una realtà abbondantemente manipolata.

    chiaro?

    Mi piace

  20. Veramente io ho solo sottoscritto un pensiero espresso da Lucy (e non da Anna LB), l’ho fatto in modo serio, senza violenza.
    Il fatto che tu sia uso a insultare, soprattutto le donne è vero e lo ribadisco, E LO SANNO TUTTI.
    Del resto non è successo solo a me (più volte), ma a decine di altre persone.

    Quindi, caro K, “bando alle ipocrisie” dillo a te stesso, quando ti guardi allo specchio.

    Mi piace

  21. @lamberti-bocconi.

    come promesso (ogni promessa è un debito) fabrizio ha messo i due IP. non mi basta essere creduto da te, io voglio le prove pubbliche. eccole.

    comunque io sono qui. sono disposto a una lotta dura e senza ipocrisie.

    a francesca genti consiglio un calmante, e soprattutto di fare qualche ripetizione di matematica. da uno bravo.

    (genti, sono qui, non mi schiodo anche per 48 ore di seguito.)

    Mi piace

  22. crede di fare impressione prendendosela a sproposito con genti e lamberti-bocconi e ignorando me, poiché non sono nessuno? la colpa è mia, perché mi lascio tentare dal gusto dello sfregio nei confronti di un personaggio che ha capacità di relazione prossima allo zero, un ego dalle dimensioni imbarazzanti, una spocchia che neanche una supernova sberluccica così.
    ribadisco: hai kualcosa da obiettare se qualcuno obietta o pensi di avere in mano la penna *totale*, prosa poesia e critica e che nessuno sia in grado oltre a te di capire di letteratura, in ispecie la tua, fraz k.? facimme ‘o piacere!
    mi scuso con chi è stato preso in mezzo solo a causa mia: causa mia…per dire, per farla finita qua.

    Mi piace

  23. haiku? quali haiku? non erano 5-7-5 gli haiku?

    Quando pioverà
    si alzeranno nell’aria
    uccelli d’oro

    questo è un haiku

    Mi piace

  24. io la ignoro per mancanza di tempo. il problema se lo crea lei da sola. se due ti tirano sberle e un terzo ti tira per la giacca lei che fa?

    maldoror: ma infatti, lo so. questi lo sono per scherzo. però sacralizzare la poesia, a mio parere, significa, oggi soprattutto, darle il colpo di grazia.

    Mi piace

  25. Mah, son la solita deficiente che capisce poco o niente ma: dov’è il problema? Che Franz ha definito “alla cazzo di cane” una critica ricevuta? Che non è stato educato (avrebbe dovuto scrivere “alla pene di segugio”)? E da qui tutto un polverone, fino a scrivere che FK “è solito insultare e aggredire verbalmente chi non la pensa come lui o non fa esattamente cosa vuole lui. Soprattutto se sono donne.”
    Mah. Io lo conosco poco, e per di più solo virtualmente, e per quel poco non ho di che lamentarmi (una volta ho storpiato apposta il suo cognome e non mi ha certo riempito di insulti: anzi, mi ha fatto notare che era stata una cosa sciocca, e devo ammetterlo, aveva ragione). Tutto qui.
    A me questi parahaiku, metahaiku o non-haiku hanno ricordato i collages di Mimmo Rotella. Dovrei gridare al capolavoro? Non mi passa per la testa: un capolavoro è un lavoro dopo il quale si va a capo, perché ha segnato un punto fermo. Dovrei gridare alla lesa poesia, anzi lesa Poesia, perché ha giocato con le parole in pubblico (si sa, lo scrittore, anzi lo Scrittore, dovrebbe starsene ben chiuso nel suo studio e metter fuori il piede solo quando ha lavorato in silenzio monacale almeno vent’anni)? Ma io non voglio gridare. Voglio leggere e leggo, poi a volte mi si allargano il cuore e il cervello, a volte no (e comunque “Nudi alla vetta, / Curvi alla cassa” è un bel leggere.
    Insomma, davvero, via… Un po’ di misura.

    Mi piace

  26. Invece io vi saluto e esco.

    RIASSUMO:

    Krauspenhaar dice che l’ho insultato in questo thread; non è vero, ho solo detto a Lucy di non stupirsi del turpiloquio (commento 15), è una sua caratteristica.
    Ang dice che io e lb siamo due donnette da 4 soldi e che abbiamo dei pregiudizi su K.
    Il mio non è un pregiudizio, è un giudizio tout court, sviluppato con piena cognizione di causa, e penso che un sacco di altre persone condividano ciò che penso.

    Mi piace

  27. senti, fabrizio centofanti ha fatto il controllo degli IP. l’hai capita questa? e dal controllo risulta che gli IP sono DIVERSI.

    hai capito che non ho bisogno di nomi d’arte per mandare affanculo qualcuno? l’hai capito? sei una provocatrice, mi hai insultato gravemente in privato e ora spandi merda secca anche qui. non so in verità se ho tutto sto tempo per stare a leggere le tue porcate. perchè scrivere che io sono violento con le donne è una porcata. più il resto.

    un sacco di altre persone condividono il nulla spinto, di cui sei maestra.

    Mi piace

  28. mi scuso con i lettori. purtroppo una normale discussione letteraria su un componimento poetico senza pretese si è trasformato in un attacco personale ai miei danni. completamente ingiustificato e dettato forse soltanto dall’odio personale di una commentatrice.

    Franz Krauspenhaar

    Mi piace

  29. @lamb
    “donnucole da quattro soldi” era -solo e soltanto- riferito al basso comportamento di utilizzare uno spazio pubblico per risolvere questioni private. mi sembra una grossa vigliaccata, va meglio detta così? la sostanza non cambia.

    tutto quello che lei è al di fuori del blog non è affar mio e nemmeno m’interessa.

    lo stesso vale per la sua socia.

    Mi piace

  30. Che fatica:

    Io non ho detto che tu e ang siete la stessa persona, quello l’ha detto Anna LB (commento 19)

    Io rispondo a te e Ang, perché è con voi due che sono direttamente coinvolta nella discussione.

    Mi piace

  31. può avere un secondo computer, no? vedo come le manca il tempo! ma va’…
    lei infatti non è famoso, ha ragione, su questo non posso che convenire. ma è un famoso maleducato, che si autodefinisce signore, basta dirlo, uno dall’insulto facile, dalla bocca coprolalica. vedi #44. pessimo personaggio: l’unico redattore (no, forse siete in due) incazzoso, permaloso, verità-in-tasca. e cattivo poeta che si inventa le frasi ad effetto: “però sacralizzare la poesia, a mio parere, significa, oggi soprattutto, darle il colpo di grazia.”… che vuol dire? che per non correre il rischio di sacralizzarla tutti si mettono a scribacchiare scempiaggini, ops, provocazioni? preferisco una poesia altissima e *sacra* che la desacralizzazione con la scusa che non si sa fare di meglio.
    t’è capì?

    Mi piace

  32. A ANG. Veramente, per quanto mi riguarda (rileggiti i miei commenti) quello che dicevo era riferito al commento di K a Lucy, quindi a qualcosa relativo al blog.
    Ang, comunque non so chi sei, o se mi conosci, boh… quindi è inutile parlare, tengo solo a sottolineare, come ho già detto al commento 43, che il mio non è un pregiudizio, ma un giudizio condiviso da tante persone.

    Mi piace

  33. Sotto Linux cambiare/camuffare IP è un giochetto che un bambino di 4 anni sa fare in meno d’un secondo. Sotto Windows ci vuole un po’ di più. Ma si puo’ fare. E gli strumenti offerti da wordpress non aono così affidabili né i plug-in che ci sono in circolazione.

    Franz, tu hai cambiato identità non si sa più quante volte, ovvio che se finisci con l’offendere non ti si crede quando dici che non sei tale persona. 🙂 E’ la solita storia: grida e grida e grida al lupo al lupo al lupo, poi non ti si crede più anche se sei innocente. Diciamo che non sei ANG.

    Fare adesso la vittima dopo le tue sparate che non hanno risparmiato niente e nessuno, scusa, ma così non è che ci fai una bella figura. Tutt’altro.

    Ciao e fate i buoni se potete :-)))

    Mi piace

  34. io sono di roma, franz di milano dagli IP si può benissimo vedere anche questo. siete ridicoli e rasentate la paranoia.

    @genti(non ci conosciamo) il fatto che tu veda franz in un determinato modo non vuol dire assolutamente nulla perché le tue offese sono personali, circoscritte alla vostra privata conoscenza (come tu stessa affermi), ma nel momento in cui le universalizzi prendono il nome di calunnia o diffamazione. credo ci sia più cattiveria e volgarità nella -mediocrità- di certe espressioni che in una parolaccia, detta a mio avviso con cognizione di causa.
    ma quanto siete perbenisti.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.