PROVOCAZIONE IN FORMA D’APOLOGO 118

Intorno lusso e calma, soltanto espressioni di bellezza e pensiero.
Nessuno muore più, nessuno sta male.
Si moriva ancora una volta, qualcuno aveva fame, quando eravamo giovani; ma quanto tempo è passato?

Oggi di certe cose resta appena una memoria sfocata. Chi dovesse turbare l’armonia finirebbe lontano: non s’interrompe questa pacata ma grandiosa comunione con il cuore mistico del cosmo.
Eppure, la strana inquietudine che talvolta per qualche istante assale, non è forse l’assurda nostalgia per le difficoltà, per la paura, per la morte?

9 pensieri su “PROVOCAZIONE IN FORMA D’APOLOGO 118

  1. “Intorno lusso e calma”, sì, ma se ci togliamo dal lussuoso ombelico intorno a noi, e facciamo un salto sull’atlante in un punto qualsiasi dei 2/3 del pianeta che ci ospita (ancora per quanto? sembra per poco), allora…
    (Qualche scriteriato sostiene addirittura che il lusso qui sia direttamente proporzionale alla miseria là…)

    "Mi piace"

  2. Caro Macondo,
    in effetti le mie “PROVOCAZIONI IN FORMA D’APOLOGO” a volte sono PROVOCAZIONI punto e basta.
    Anche “la strana inquietudine” dell’ultima frase potrebbe più chiaramente chiamarsi “cattiva coscienza” o addirittura “coda di paglia”.
    Tuttavia…
    Grazie e ciao,
    Roberto

    "Mi piace"

  3. Infatti, ho commentato cedendo alla provocazione. Malgrado che: “non accettare provocazioni”, si diceva con les neiges d’antan

    "Mi piace"

  4. “Nessuno muore più, nessuno sta male.”

    No, adesso stanno tornando povertà e disperazione anche tra noi. Per ora c’è molto silenzio, ma l’aria è cambiata.

    "Mi piace"

  5. Cari amici,
    i tempi stanno per cambiare e occorre rimettersi la maglia pesante (anche se oggi c’erano più di 35 gradi e si rischiava il collasso).
    Quanto al silenzio è proverbialmente “assordante”. Niente di meglio che frantumarlo a suon di paradossi e antifrasi,
    in non passiva attesa del kairòs.
    Grazie e un caro saluto,
    Roberto

    "Mi piace"

  6. Cara Carl(ett)a,
    giusto rispondere a una provocazione con un’altra provocazione.
    Quando manca la voce della tua tromb(ett)a che suona sveglia, adunata e carica tutte insieme, la mia orchestrina non è completa 😉
    Grazie e ciao,
    Roberto

    "Mi piace"

  7. ci sono iniezioni di letale giovinezza.Si crepa…di vita, si scoppia di vecchiezza ma, il corpo non lo sa, la mente meno ancora, è re-gredita al tempo della vagina: si torna tutti
    (da(d)di) là! Il resto del mondo è solo un increscioso proto-collo, uno smidollato scavezza-collo… per poveri diavoli.Si vola di qui e di là, in assoluta libe(rtà).Si libe si liba si sorvola la vita, la si scopa al punto di non accorgersi di niente. Ed è questo, che sta bene alla gente, quando non ci si occupa più di niente!

    da pro-vocazione a pro-vocazione.Grazie,ferni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.