Armagheddon

da qui

Tutti si chiedono quali siano le ragioni autentiche. Cosa ci sia dietro le manovre di attacco e di difesa, in margine a privilegi e garanzie. Siamo in attesa di un responso che dovrebbe decidere il presente, dare un’idea del futuro che ci aspetta. Ma resta un dubbio insuperabile: quali sono le vere forze in campo, chi sarebbe il vincitore in caso di bocciatura o approvazione? Che c’entra questo con la gente che dispera di giungere alla fine del mese con quello che guadagna? Tutto fa pensare a una guerra tra ricchi, all’ultimo duello fra potenti che hanno deciso di distruggersi a vicenda a colpi di giornali e di Tv. C’era una volta una città, di nome Meghiddo, venti volte rasa al suolo e venti volte risorta. Arroccata su un colle – in ebraico ar -, divenne l’emblema degli scontri finali, di tutte le battaglie decisive. Come questa.

13 pensieri su “Armagheddon

  1. ci siamo, è fatta…e chi se lo aspettava? tuttavia, ora credo che non sarebbe male scendere in piazza, una piccola spinta verso la caduta di questo obbrobrio…

    Mi piace

  2. L’organo che doveva esprimersi si è espresso. Per conto mio “a questo punto” le manifestazioni pubbliche sono fuori luogo, specialmente da parte di chi è lieto della decisione presa.
    LPELS del resto non mi sembra la sede in cui parlare di “piccole spinte” né di “cadute” di alcunché o chicchessia.
    Grazie e un saluto,
    Roberto

    Mi piace

  3. si però, per dio :), un po’ di gioia, suvvia!
    baci baci baci
    la fu
    ahhhhhhhhhhhhhhh la vitaaaaaaaaaaaaaaa, più bello della vita non c’è nienteeeeeeeeeeeeeeeee….:)))

    Mi piace

  4. Consulta: «Il lodo Alfano è incostituzionale»
    Berlusconi: «Vado avanti, la Corte è di sinistra»

    fantastico, assolutamente fantastico. sia l’esito che l’uomo di cui sopra.

    Mi piace

  5. Duro l’avvocato Niccolò Ghedini, avvocato del premier: “Questa è una sentenza con cui la Corte rinnega principi da se stessa già enunciati. Si pretende, contro la volontà popolare, che il presidente del Consiglio anzichè occuparsi dei problemi nazionali ed internazionali, sia costretto a seguire evanescenti processi”.

    mah, avvocato ghedini, in un paese democratico occidentale, uno con così tante pendenze più che altro se lo scorda di fare il politico, e il capo del governo poi: ahahahahah!
    costretto a seguire evanescenti processi? a me pare che di evanescente ci fosse solo il premier in tribunale. che poi si occupi dei nostri problemi, questa è bella. ma quando mai? tacere e portare a casa una volta, una! no?

    Mi piace

  6. “Che c’entra questo con la gente che dispera di giungere alla fine del mese con quello che guadagna?”

    E’ vero, Fabrizio, ma credo che la gente che dispera adesso abbia qualche ragione per disperare meno (ma chissà per quanto!), almeno sulla salute di certe istituzioni, se non su questa società e sulle soluzioni alla crescente miseria. Sono personalmente contento per questo verdetto, che mi risolleva dallo spettacolo rivoltante di ieri sera, a Ballarò, col teatrino rivoltante e ridicolo di difese dell’indifendibile.

    Mi piace

  7. caro e gentile giovanni nuscis! la gente che dispera, a dar retta alle statistiche, è quella che lo vota, il signor primo ministro panemetcircenses. autocoscienza delle masse? stiamo freschi. la questione lodo alfano non è di così difficile comprensione eppure credo che i più non siano in grado di cogliere la gravità di una legge come quella, se non altro perché le fonti di (dis)informazione loro disponibili sono quelle della tivù: di certe reti che accalappiano per bene: d’altra parte sono reti(centi).
    il teatrino di ieri sera a ballarò è lo specchio di ciò che viene propinato su tutti i fronti. la bugia sistematica, l’intorbidamento delle acque trascinate a forza al proprio mulino. bondi ha bacchettato a manca e a manca con la facciotta che si ritrova avendo la sfrontatezza di sostenere che la sentenza civile che commina a berlusconi il pagamento di 750 milioni di euro di danni a de benedetti è un inammissibile quarto stadio di un processo che secondo il nostro ordinamento ne ha solo tre! costui mente sapendo di mentire o è uno stupido: in ogni caso, tra il malvagio e lo stupido siamo messi bene!

    Mi piace

  8. Nessuno è senza colpe,verissimo.Ma c’è chi ne ha troppe.Una destra conservatrice ma liberale, può accettare come presidente del consiglio una persona talmente ricca da potersi comprare quasi tutto (consenso, senatori della parte avversa,giudici…)e inoltre proprietaria di mezzi d’informazione televisivi e di stampa? Potrebbe essere innocente e pura: rimarrebbe ugualmente un’anomalia per un paese democratico.Colpa imperdonabile non aver fatto una vera legge sul conflitto d’interessi.La miseria economica è grave,ma lo è anche quella morale che scaturisce da tanta illegalità.Quanto alla pertinenza di queste argomentazioni in questo sito,esagerando forse,potrei dire :”e come potevamo noi cantare……”con un tal signore sullo stomaco?

    Mi piace

  9. Credo, Lucy, che non si sia per niente in pochi a voler vedere finalmente la luce al termine di questo tunnel lungo decenni, buio e sulfureo; a desiderare più o meno le stesse cose, per nulla straordinarie e che sappiamo:
    -la bonifica del pozzo mefitico e autoreferenziale dove il mondo politico è precipitato
    -il varo immediato di una legge sul conflitto d’interessi imperdonabilmente omessa nella precedente legislatura e governo
    – una legge elettorale che consente ai vertici dei partiti di piazzare lacché, yesman e zoccole nei vari consessi istituzionali
    -la gratuità dell’incarico politico (solo rimborsi spese e con importo massimo definito), e via dalle scatole squali e furbi e tutta la massa inerte a spese di pantalone che li sostiene
    -l’ineleggibilità a tutte le cariche pubbliche di condannati e di inquisiti
    -il limite di una o, al massimo, di due legislature
    -lo spessore etico e professionale e l’indipendenza di giudizio di chi si candida
    -etc etc
    Queste, solo le premesse, all’altezza delle attese della gente e della complessità delle cose.
    Giovanni

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.