Ipotesi di beato 2. Vaccini speciali.

da qui

Dopo la notizia sulla Scuola di italiano, ecco un altra informazione particolare.

E’ un articolo pubblicato sul sito dello Spiegel con un titolo che non lascia adito a dubbi: “Cancelliere e ministri devono ricevere vaccini speciali”.

“Cancelliere e Ministro devono essere protetti contro l’influenza suina, secondo le informazioni dello SPIEGEL, con un vaccino speciale. Lo stesso dicasi per i funzionari dei ministeri e degli uffici subordinati. Il vaccino non contiene i coadiuvanti discussi [ndr: squalene e mercurio] – diversamente dal vaccino predisposto per il resto della popolazione. (…) Il CELVAPAN [ndr: questo il nome del vaccino speciale] funziona senza i controversi coadiuvanti, perché contiene virus intero inattivato e non frammenti di virus. Tale vaccino dovrebbe essere iniettato agli impiegati dei servizi pubblici, ai responsabili per il mantenimento dell’ordine pubblico, ai membri del gabinetto, ai funzionari dei ministeri e degli uffici subordinati. (…) Sono inclusi anche il personale del Paul Ehrlich Institut [istituto sanitario federale con compiti di sovrintendenza sui vaccini], incaricati dell’ordine del vaccino GSK [ndr: Glaxo-SmithKline] per la popolazione. Il personale del Paul Ehrlich Institut, la settimana scorsa ha difeso questa decisione.

Le autorità sanitarie sono state truffate dalle imprese farmaceutiche

Per il presidente della Commissione Farmaceutica dei medici tedeschi, Wolf-Dieter Ludwig, questo è uno scandalo, difficile da spiegare alla popolazione. “Siamo scontenti di questa campagna di vaccinazione”, ha detto Ludwig.

Solleva molti problemi, la loro utilità è incerta: “Le autorità sanitarie sono state ingannate da una campagna da parte delle imprese farmaceutiche che grazie a una presunta minaccia hanno semplicemente voluto fare soldi” (…) Aperta è la ribellione dei medici di medicina generale e dei pediatri. Il Presidente della Società Tedesca di Medicina Generale e Medicina della Famiglia Michael Kochen sconsiglia ai medici tedeschi di effettuare la vaccinazione. “Il rischio di un danno è maggiore rispetto ai benefici”, spiega il professore di Gottinga.

Wolfram Hartmann, presidente dell’Associazione professionale dei pediatri e medici per l’adolescenza accusa il governo di “disinformazione scientifica”. Quello che vale per le donne incinte vale anche per i bambini sotto i tre anni “Il vaccino non è testato su di loro e quindi il rischio è semplicemente troppo grande perché sia usato adesso senza esitazione”. I bambini hanno un sistema immunitario che tende a reagire in modo eccessivo e che potrebbe essere sovraeccitato dall’aggiunta dei coadiuvanti. Inoltre nel vaccino è stato incluso anche il mercurio come conservante. “Al giorno d’oggi questa roba è tenuta fuori dai vaccini per i bambini”, ha detto Hartmann.

Gli articoli dello Spiegel pare abbiano avuto un effetto bomba e adesso la notizia dirompe su tutti i mass-media. Si percepisce un clima di protesta, indignazione, rabbia, e i titoli parlano chiaro.

Sul sito del quotidiano Stern il titolo dell’articolo è Rabbia sul vaccino speciale per la Merkel &Co.

Su un altro sito di un media mainstream tedesco, www.welt.de, compare un articolo dal titolo Supervaccino per la cancelliera ed i suoi ministri.

Sul notissimo giornale BILD (il più diffuso a livello nazionale) è pubblicato un articolo dal titolo Rivolta contro il vaccino antinfluenzale per i politici all’interno del quale leggiamo:

Ministri e funzionari federali riceveranno un vaccino contro l’influenza suina differente da quello del resto della popolazione! Contro questo piano del governo federale vi è una enorme rabbia ed indignazione. Gli esperti sanitari parlano di un’assistenza sanitaria di prima e di seconda classe. (…)

Prof. Alexander Kekulé, del Policlinico Universitario di Halle: “che i membri del governo federale e degli uffici pubblici ricevono un vaccino differente è uno scandalo”.

Il professor Martin Exner, direttore dell’Istituto di Igiene e Sanità Pubblica dell’Università di Bonn, ha parlato di un segno devastante: “Proprio i politici dovrebbero prendere anche loro quello che consigliano.”

Sul sito del quotidiano Sueddeutsche Zeitung è stato pubblicato un articolo dal titolo Trattamento preferenziale per i ministri all’interno del quale leggiamo:

Non solo i soldati dell’esercito, ma anche i membri del governo federale e le autorità devono essere vaccinati con vaccino contro l’influenza suina differente da quello predisposto per il resto della popolazione. Il ministero degli Interni ha confermato una relazione sulla rivista settimanale “SPIEGEL” (…)

Su molti giornali si legge lo slogan IMPFEN – NEIN DANKE ovvero VACCINARE – NO GRAZIE, che riecheggia il notissimo slogan NUCLEARE – NO GRAZIE.

Ovviamente le istituzioni muovono i loro “esperti” per giustificare tutta l’operazione.

Ad esempio sul sito del TG1Tedesco (17/10/2009) leggiamo l’articolo Trattamento speciale per i dipendenti pubblici e ministri? – Intensa polemica sui possibili effetti collaterali.

In tale articolo un “esperto della salute” della SPD di nome Lauterbach giustifica il tutto con la necessità di avere presto il vaccino per tutta la popolazione; il vaccino predisposto per la popolazione contiene solo un frammento del virus e grazie ai coadiuvanti si può produrre più rapidamente (in modo che si disponga delle milioni di dosi necessarie).

L’effetto di questa vicenda sta portando i tedeschi a prendere le distanze dal vaccino contro la “suina”; un sondaggio promosso dalla BILD Zeitung, che ha coinvolto inizialmente 14.000 partecipanti (20-10-2009 ore 12.20) alla domanda “Vi farete vaccinare contro la suina?” hanno così risposto

51% Non faccio mai vaccini influenzali
43% Dev’essere studiato in modo più approfondito, non lo faccio
6% Lo farò di sicuro

(nei giorni successivi la percentuale di persone favorevoli alla vaccinazione in quel sondaggio è salita al 10%, percentuale comunque bassa).

Sul sito del quotidiano Die Welt leggiamo che due tedeschi su tre adesso rifiutano il vaccino, e che l’85 % dei tedeschi considera quello che sta succedendo solo un ingiustificato allarmismo.

C’è una guerra in corso che si riflette sui giornali. Tanti medici di base sembrano contrari alla vaccinazione, ma riceveranno dallo stato 5 euro per ogni vaccino somministrato (la paga di Giuda?). Nel frattempo la campagna di propaganda alla vaccinazione in Germania procede mostrando primari di ospedali e VIP che si fanno vaccinare publicamente… chissà se usano un vaccino senza additivi pericolosi o semplicemente soluzione fisiologica, tanto è l’immagine quella che conta; d’altronde si tratta di gente abituata a posare per la pubblicità.

Queste voci di scontento nei confronti della campagna di vaccinazione provenienti dalla Germania si diffondono nel resto d’Europa, anche se lentamente, e anche sui media e sui siti italiani iniziano a trapelare. Sul sito ilvelino.it possiamo leggere l’articolo Influenza A: la vaccinazione è pronta ma non piace ai tedeschi.

All’interno dell’articolo è segnalato che, secondo il virologo Alexander Kekulè, il vaccino Pandemrix (prodotto dall’azienda inglese Glaxo-Smithkline) contiene un coadiuvante che nella metà dei casi produce gonfiori, arrossamenti, emicrania e dolori nelle ossa, e che in un terzo dei casi ha per conseguenza un diffuso stato di debolezza e febbre.

Appendice:

A questo punto, scusatemi, ma mi chiedo se il dottor Kekulè voglia davvero denunciare la pericolosità del vaccino oppure nasconderla. Fare certe affermazioni senza nemmeno menzionare il rischio di sclerosi multipla e di altre malattie autoimmuni, associate al coadiuvante squalene (presente nella composizione del Pandemrix) è a dir poco scandaloso. Chissà se il signor Kekulè è davvero così disinformato o se dice le sue mezze verità per fare un favore al sistema di potere; se l’opposizione al vaccino denuncia alcune piccole magagne nascondendo quelle grosse, sperando che la popolazione potrebbe facilmente cambiare idea quando un nuovo agente biologico sarà rilasciato.

12 pensieri su “Ipotesi di beato 2. Vaccini speciali.

  1. caro fabri
    l’estrema unzione, nel caso mi inniettassero nel sonno una soluzione “politica”, desidererei me l’impartissi tu 🙂
    coraggio, siamo in tanti
    baci
    la fu

    "Mi piace"

  2. Purtroppo come sempre o si fa terrorismo psicologico o si omette l’informazione, tutto a danno dei molti e a vantaggio dei pochi. Chi ci guadagna? di certo non noi e il problema è che i danni non si vedono subito ma dopo una decina di anni.
    Quando non sanno più come dominare le rivolte delle menti usano questi mezzi che in entrambi i casi conducono ad un solo risultato: l’annientamento del pensiero. Come? Come dici tu Fabrizio, focalizzando il problema su qualcos’altro per distoglierlo dal reale agendo sulle nostre paure, nel caso specifico la salute.
    D’accordo con la Funambola, resistiamo e continuiamo a pensare, in fondo non vale il solito detto di saggezza popolare “ogni morte cerca la sua scusa”? liberiamoci della paura e ci liberermo anche di soluzioni politiche iniettabili.
    un abbraccio
    SM

    "Mi piace"

  3. quando era piccola (anni ’70) e stavo male mia madre diceva: “è solo un po’ d’influenza” e via,sotto le coperte fino alla scomparsa dei sintomi. adesso (anni 2000) si è sparso il terrore per qualcosa che quarant’anni fa non faceva paura. chi è il colpevole di questo atto criminale? chi opera per spargere il panico?

    ci vorrebbe un boicottaggio nazionale e forse siamo sulla buona strada: gli stessi medici non vogliono vaccinarsi, ci sarà un motivo, no?

    un abbraccio

    f&r

    "Mi piace"

  4. La situazione è estremamente grave, i cittadini sono trattati alla pari dei topi da laboratorio, e il problema non sembra riguardare solo l’Europa e la diffusione del’H1N1 sembra più mediatica che reale.
    Personalmente ho trovato strano che il vaccino sia stato prodotto in così breve tempo, per cui ci restano due ipotesi, o il vaccino esisteva da prima, oppure non è stato testato, cosa che credo estremamente probabile.

    "Mi piace"

  5. a quando la caccia agli untori in questo neo-medioevo? scrivo con un po’ di febbre e una marea di raffreddore, mal di gola, costipazione di petto. mannaggia agli studenti sputacchioni! che sia la H1N1? questa sera dicevano che è blanda contemporaneamente alle notizie di morti per la stessa. mah! ma ci fanno davvero così scemi?
    (certo che l’adiuvante squalene c’ha un nome proprio azzeccato!)

    "Mi piace"

  6. Un anziano medico di una piccola comunità di montagna fu chiamato dal mio anziano padre qualche tempo fa per febbre, bronchite e dolori vari.
    Prescrisse una generosa tazza di latte caldo (possibilmente munto da poco), due cucchiai di miele sciolti dentro e un mezzo bicchiere di grappa.
    In 24 ore mio padre stava di nuovo bene.

    "Mi piace"

  7. Allarme vaccinazione obbligatoria contro la suina, rifiutiamoci.Condividi
    mercoledì 23 settembre 2009 alle ore 13.48
    La D.ssa Rima Laibow, Direttore Medico della Natural Solutions Foundation, in visita in Italia per partecipare all’incontro annuale sul Codex Alimentarius, parla dei recenti sviluppi sulle dichiarazioni pandemiche dell’Influenza Suina. L’Organizzazione Mondiale della Sanità obbligherà l’inoculazione di massa di un vaccino tossico, non-verificato e non-sicuro? L’alternativa? Il diritto all’auto-schermatura.

    http://www.healthfreedomusa.org/?p=2752

    Il 13 luglio, un Allarme Globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) intitolato “Raccomandazioni dell’OMS sulle vaccinazioni per la pandemia (H1N1) 2009” lascia intendere che siano in arrivo delle direttive universali. Dichiarava che il 7 luglio lo Strategic Advisory Group of Experts (SAGE) on Immunization, dominato dall’industria farmaceutica, ha tenuto “a Ginevra una riunione straordinaria per discutere delle questioni e determinare raccomandazioni relative al vaccino per la pandemia (H1N1) 2009”.

    Non vi è nessuna pandemia. Tuttavia l’OMS ha affermato che il virus “è considerato inarrestabile”, ammettendo nel frattempo che finora vi sono poche prove della diffusione, che la maggior parte dei casi sono leggeri e che molte persone ricuperano da sole. Nondimeno, tutti i paesi avranno bisogno di vaccini e dovrebbero seguire queste priorità mentre saranno limitate le forniture iniziali:

    — immunizzare i lavoratori dell’assistenza sanitaria “per proteggere le infrastrutture essenziali dell’assistenza sanitaria”; quindi

    — le donne incinte; i bambini sopra i sei mesi di età “con una delle varie condizioni mediche croniche”; i giovani adulti sani di età 15 – 49; i bambini sani; gli adulti sani di età 50 – 64 ed infine gli adulti sani di età 65 o più anziani.

    L’OMS ha prospettato i rischi dichiarando che “nella produzione di alcuni vaccini per la pandemia sono coinvolte nuove tecnologie che non sono state ancora valutate estensivamente per la loro sicurezza in certi gruppi della popolazione…” Di conseguenza, “la vigilanza post-commercializzazione” e “gli studi sulla sicurezza ed efficacia post-commercializzazione” sono essenziali, di modo che i paesi possano adeguare le loro politiche di vaccinazione.

    Le “raccomandazioni” dell’OMS sono vincolanti per tutti i 194 paesi membri nel caso che venga dichiarata un’emergenza pandemia in base all’International Health Regulations Act del 2005 ed al Piano Pandemia dell’OMS del 2009.

    E’ cruciale comprendere che questi vaccini sono sperimentali, non collaudati, tossici ed estremamente pericolosi per il sistema immunitario umano. Contengono coadiuvanti a base di squalene che provocano un gran numero di malattie del sistema immunitario fastidiose e potenzialmente fatali. Devono essere evitati, anche se ordinati. E’ anche noto che i vaccini non proteggono contro le malattie che sono destinati a prevenire e spesso le causano. Dovrebbero essere banditi, ma proliferano comunque perché sono tanto redditizi e nella massima misura se resi obbligatori globalmente.

    Preparatevi perché questo è esattamente ciò che sta arrivando – ordini universali di rischiare la fatalità di vaccini tossici. Nelle prossime settimane, globalmente i media dominanti diverranno fortemente coinvolti a velocità elevata nella modalità per seminare paura per convincere la gente a sottoporsi volontariamente a mettere a repentaglio la propria salute ed il proprio benessere. E’ indispensabile rifiutarsi ed essere al sicuro ed il diritto internazionale ci protegge assolutamente.

    "Mi piace"

  8. Vi inoltro questo messaggio che mi è stato mandato da una mia amica, tanto per avere qualche altro elemento “influenzale” su cui riflettere:

    “A proposito di
    influenza suina
    Un interessante documento dal Brasile:

    L’IRONIA NEL SUO
    MIGLIOR STILE
    2000 persone contraggono l’influenza suina e ci si mette la
    mascherina…
    25 milioni di persone con AIDS e non ci si mette il
    preservativo…

    PANDEMIA DI LUCRO
    Che interessi economici si muovono dietro
    l’influenza suina?
    Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime
    della malaria, i notiziari di questo non parlano…

    Nel mondo, ogni anno
    muoiono due milioni di bambini per diarrea che si potrebbe evitare con un
    semplice rimedio che costa 25 centesimi..
    I notiziari di questo non
    parlano…

    Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini
    economici, provocano la morte di 10 milioni di persone ogni anno.
    I
    notiziari di questo non parlano…

    Ma quando comparve la famosa influenza
    dei polli… i notiziari mondiali si inondarono di notizie… un’epidemia e più
    pericolosa di tutte, una pandemia!
    Non si parlava d’altro, ciò nonostante
    questa influenza causò la morte di 250 persone in 10 anni…
    25 morti l’anno!!

    L’influenza comune, uccide ogni anno mezzo milione di persone nel mondo.

    …Mezzo milione contro 25.

    E quindi perché un così grande scandalo con
    l’influenza dei polli?

    Perché dietro questi polli c’era un “grande
    gallo”.

    La casa farmaceutica internazionale produttrice con il suo famoso
    farmaco antiinfluenzale, vendette milioni di dosi ai paesi asiatici.

    Nonostante il
    vaccino fosse di dubbia efficacia, il governo britannico comprò 14 milioni di
    dosi a scopo preventivo per la sua popolazione.

    Con questa influenza,
    due multinazionali farmaceutiche ottennero milioni di dollari di lucro.

    Prima con i
    polli, adesso con i suini:
    e così adesso è iniziata la psicosi dell’influenza
    suina. E tutti i notiziari del mondo parlano di questo.

    E allora viene da
    chiedersi: se dietro l’influenza dei polli c’era un grande gallo, non sarà che
    dietro l’influenza suina ci sia un “grande porco?”.

    Un’impresa nord
    americana ha il brevetto del principale farmaco antiinfluenzale.

    Il principale
    azionista di questa impresa è niente meno che un personaggio sinistro, Donald
    Rumsfeld, segretario della difesa di Gorge Bush, artefice della guerra contro
    l’Iraq…

    Gli azionisti delle due multinazionali di cui sopra si stanno fregando le mani…
    felici per la nuova vendita milionaria.

    La vera pandemia è il guadagno,
    gli enormi guadagni di questi mercenari della salute…

    Se l’influenza
    suina è così terribile come dicono i mezzi di informazione, se la
    Organizzazione Mondiale della Salute (diretta dalla cinese Margaret
    Chan) è
    tanto preoccupata, perché non dichiara un problema di salute pubblica mondiale
    e autorizza la produzione farmaci generici per combatterla?

    Lascio a voi eventuali commenti

    "Mi piace"

  9. no comment. nel senso che la notizia si commenta da sé e sicuramente interpreta quello che tutte le persone di buona volontà hanno intuito. i morti dell’influenza porcina saranno perfettamente rientranti nelle quantità annuali di tutte le altre, che si potrebbero evitare, forse, ma che fanno capo a circostanze aggravanti su cui cala la triste fatalità del morbo. i mezzi di informazione dicono queste cose e tacciono su tutto il resto, sia nello stesso ambito che in ambiti divrsi: quello economico, quello socio-politico, quello ambientale. io intenterei causa collettiva per procurato allarme. vi assicuro che i discorsi della gggente in questi giorni sono tutti incentrati sui loro malanni di salute stagionali. magari stiamo subendo l’influenza porcina e tutto si esprime in un raffreddore, un po’ di tosse, malessere generale. non ci sono dati sui sintomi. ora sono catastrofici: febbre violenta che sale vertiginosamente in pochi minuti; ora sono blandi: assomiglierebbe a mille altre forme influenzali, forse anche più leggera. è come per le notizie meteorologiche: alla prima neve, al primo freddo – che finora non s’è veramente visto – sentiremo “l’italia nella morsa del gelo!!!”. ma che andassero tutti affarin…

    "Mi piace"

  10. Intervista a Rauni Kilde, ex ufficiale nazionale sanitario per la Finlandia.

    – Lei pensa che questi virus siano stati specificatamente selezionati da testare su di noi per operare mutazioni della specie o per ucciderci?

    Beh come minimo ci rendono molto malati, poiché lo scopo che ho letto dell’élite, se posso usare questa parola, è quello di ridurre la popolazione del pianeta terra di almeno i due terzi, forse persino di 5 miliardi…- Stiamo però affrontando questa nuova patologia, la suina..

    Ma la suina è una enorme cavolata!
    Non è la suina a essere pericolosa, è l’iniezione del vaccino! Perché non è solo composto dal virus della suina ma è mescolato con virus umano e con virus aviario e dietro vi è l’intento di ridurre la popolazione, perché è molto tossico, e di fare guadagnare miliardi di miliardi di miliardi a coloro che li producono, Rumsfeld è uno dei proprietari di quelle aziende farmaceutiche.
    Volendo ridurre la popolazione, iniziano dai bambini e dalle donne incinte, i primi da eliminare per la prossima generazione.

    – Ha tentato di avvertire i governi?
    Non i governi ma ho scritto l’informazione alla Finlandia, non penso che funzionerà…

    – Hanno già provato alla fine degli anni 70…

    Sì, nel 1976, negli USA con l’influenza suina, ma i vaccini furono fermati dopo tre settimane perché ci furono così tanti morti e si ammalavano della sindrome * che distrugge il sistema neurologico delle persone; questa volta hanno portato degli accorgimenti per ricominciare; però prima hanno fatto in modo che le persone non possano più essere risarcite, in caso di conseguenze nefaste sulla salute, perché prima negli USA si dovevano pagare importi enormi in caso di danneggiamento alla salute ma adesso è stata approvata una legge secondo cui queste aziende non sono responsabili e non devono pagare alcun risarcimento né in caso di morte né in caso di danno sanitario cronico. L’hanno pensata proprio bene.

    – Quindi possono avvelenarci o ucciderci e farla franca?
    Esattamente.

    – Ma come mai succede? Come mai così tanti governi lo permettono?

    Beh non lo stanno ancora permettendo perché non hanno ancora fatto niente. Stanno portando avanti un programma di terrore nei mass media, tutti i mass media: è una propaganda del terrore e le persone si spaventano perché non lo sanno.
    L’OMS ha ordinato che tutti devono essere vaccinati obbligatoriamente. Precedentemente, l’OMS non aveva la facoltà di costringere alcun governo, poteva formulare solo raccomandazioni ma nel 1986/87 si disse che in caso di pandemia, allora l’OMS poteva impartire ordini.
    All’inizio di giugno, l’OMS ha dichiarato la pandemia di livello 6, che è il massimo, ma viaggiando in qualsiasi paese del mondo si poteva constatare che non c’erano i milioni di malati di suina. E’ stato fatto solo per forzare le persone e per preparare i governi all’obbligo del vaccino.
    Ma non funzionerà perché le persone…

    – Lei pensa che le cifre fornite dall’OMS siano false?

    Certamente sono false. Si deve sempre tener presente perché lo fanno, e il cui prodest. Cui prodest?
    Secondo me, sono stati costretti, ma da chi? Da Big Pharma che gestisce la popolazione del mondo e il denaro del mondo, milioni e milioni.

    – Qual è la strategia? Perché lo fanno? Qual è lo scopo?
    E’ quello di uccidere quante più persone possibile e di fare quanti più soldi possibile (per loro). Ma penso che abbiano mal calcolato questa volta. Perché già alla riunione del Bilderberg il 14 e il 15 maggio scorso in Grecia, si è verificata quasi una spaccatura, quando ne hanno discusso. E posso immaginare benissimo che i partecipanti usuali al Bilderberg non siano sempre d’accordo con i piani di Kissinger di eliminare gran parte della popolazione mondiale. E ieri il governo finlandese ha preso la decisione di cambiare le leggi nel senso di non dichiarare più questa malattia come pericolosa e contagiosa, il che significa che le persone dovranno comprarsi il vaccino. Ed è anche una questione giuridica perché secondo me se una malattia non è pericolosa e contagiosa, non possono obbligarti a vaccinarti. Sono stati furbi. Ho scritto anche all’Istituto sanitario della Norvegia il cui direttore mi ha risposto che non hanno l’intenzione di rendere il vaccino obbligatorio ma solo facoltativo; spero che nessuno lo farà, soprattutto non le donne incinte e i bambini, spero nessuno.

    Traduzione N. Forcheri

    Fonte: http://www.stampalibera.com/?p=6648

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.