Persecuzione a Bat Nha. In Vietnam violati i diritti umani.

400 discepoli di Thich Nhat Hanh richiedono urgentemente asilo temporaneo .

16 dicembre 2009
Dichiarazione di Thich Trung Hai,
a nome di 400 monaci e monache vietnamiti del Monastero di Bat Nha
Patrocinata da Heidi Hautala, presidente della Sottocommissione sui diritti umani, Parlamento Europeo, Strasburgo, Francia.

Il nostro governo sta uccidendo la nostra aspirazione spirituale. Sono uno dei 400 monaci e monache Vietnamiti di Bat. Dal 2005 ci siamo riuniti insieme per praticare la pace e la nonviolenza come una comunità.

16 mesi fa il nostro governo ha cominciato a molestaci e a perseguitarci. Nel giugno 2009 hanno tagliato l’elettricità e l’acqua. Nel mese di settembre ci hanno espulso con la violenza dal nostro monastero di Bat Nha. Dopo questa espulsione abbiamo preso rifugio nel tempio di Phuoc Hue e la persecuzione ha continuato ad aumentare fino alla settimana scorsa.

Il governo ha terrorizzato l’abate, al punto che ha dovuto firmare un impegno che il 31 dicembre è l’ultimo giorno che possiamo stare insieme.

Dovunque andiamo in Vietnam non siamo sicuri.

Per il Sangha l’interruzione è la cosa più catastrofica che possa accadere nella vita spirituale di un monaco o una monaca. La distruzione di un monastero, e l’uccisione di una comunità di monaci e monache è una grande disgrazia nella nostra cultura tradizionale. Noi amiamo la nostra nazione – amiamo la nostra gente – e abbiamo dedicato tutta la nostra vita a praticare l’essere pace, l’essere non-violenti, come un concreto contributo alla nostra società e alla pace nel mondo.

Ma il governo e il sistema di diritto in Vietnam hanno dimostrato la loro incapacità di proteggere questa comunità pacifica – così chiediamo la vostra protezione.

Chiediamo alla comunità internazionale, in particolare il presidente francese Sarkozy di darci asilo temporaneo. Non appena il nostro governo ci permetterà di praticare e di stare insieme come comunità torneremo subito a servire la nostra gente e non essere un peso per la Francia.

Lettera di Thich Trung Hai al presidente Sarkozy

Lettera di Thich Trung Hai a Catherine Ashton, ministro degli Esteri del Parlamento Europeo

[ per saperne di più un comunicato del 16 ottobre ]

16 ottobre 2009

Non una ‘disputa locale’: documenti segretamente trapelati confermano il ruolo del Governo nella violenta repressione avvenuta al Monastero di Bat Nha.

27 settembre 2009, Vietnam: una folla tumultuosa, comprendente anche funzionari delle forze di sicurezza governative, ha fatto irruzione nel monastero di Bat Nha e con la violenza ha scacciato i 379 monaci e monache, seguaci di Thich Nhat Hanh, famoso insegnante e Maestro Zen.

I monaci sono stati trascinati fuori dalla loro residenza, insultati e sessualmente molestati; finestre e porte sono state fracassate, gli edifici gravemente danneggiati, tutti i computer e gli strumenti di registrazione distrutti sistematicamente. Due monaci sono stati arrestati senza alcuna imputazione e non si sa ancora dove siano detenuti.

[Continua a leggere]

[ Inoltre una cronologia degli eventi di Bat Nha è disponibile Qui]

4 pensieri su “Persecuzione a Bat Nha. In Vietnam violati i diritti umani.

  1. E’ davvero terribile che ancora oggi, in Vietnam, come in Cina, d’altronde, i regimi totalitari e atei perseguitino le persone religiose.

    Il comunismo ha sempre odiato e spesso sterminato i monaci, dalle deportazioni sovietiche fino al Tibet, in quanto il monaco confuta con la propria vita tutti gli assunti ideologici del materialismo storico.
    Il monaco, in quanto prototipo della persona spiritualmente determinata, proclama la propria libertà da ogni condizionamento del mondo, celebra la propria appartenenza ad un Ordine che non è di questo mondo, e lo fa sorridendo, senza violenza, senza odio.

    Proprio questa assenza di violenza rende rabbiosi coloro che fanno dell’odio uno strumento primario di azione politica.

    Thich Nhat Hanh continua ad insegnarci ad essere-pace sempre e comunque, a sorridere con umile serenità anche dinanzi alle situazioni più estreme, e il suo sorriso, che evoca quello del Buddha, ma, per i cristiani, anche il sorriso dell’Immacolata, che schiaccia la testa del Drago, vince già e vincerà sempre più fortemente sui grugni deformati dei persecutori.

    Marco Guzzi

    "Mi piace"

  2. Sono certo che quel Sorriso, Marco, sarà un elemento determinante degli equilibri mondiali, nei prossimi anni.

    Grazie a Nadia per questo importante contributo.

    Giovanni A.

    "Mi piace"

  3. il 29 dicembre i monaci e le monache del monastero Bat Nha che avevano trovato rifugio nel tempio Phuoc Hue sono stati nuovamente dispersi, traduco un pezzo di questa CHIAMATA PER LA PACE http://helpbatnha.org/2009/12/a-call-for.peace/

    (…). Mentre questi 400 monaci e monache buddhiste fanno esperienza del proprio stato di pericolo, si uniscono a innumerevoli altri gruppi di persone. In questo momento migliaia e migliaia di altre persone tutt’intorno nel mondo, cattolici, protestanti, atei, bahai, hindu, musulmani, piccole sette e comunità, neri, asiatici, ispanici, africani, donne, bambini, anziani -innumerevoli gruppi- milioni sono soggetti a discriminazione e violenza. Molti stanno cercando rifugio, stanno chiedendo aiuto. Molte delle loro voci non sono udite.
    In questo nuovo anno, 2010 (sopra c’è un riferimento alla nascita del bambin Gesù), prendiamoci del tempo per fare pace in noi stessi e attorno a noi. Il sentiero della pace e della non discriminazione è disponibile.
    Dedichiamo i primi giorni del 2010 all’accettazione, all’inclusività, alla non violenza -la pace. Camminiamo in pace con i piedi di Gandhi e Martin Luther King, sulle orme di Gesù, Mosè, Mohammed, Buddha e di innumerevoli altri messaggeri di pace e libertà. (…)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.