6 pensieri su “da Vigilia di sorpasso, 2009-2010 di Marina Pizzi

  1. Come al solito una poesia d’immagine e suono scavati e scolpiti, alla ricerca di una nitidezza quasi sempre raggiunta. Una nitidezza che quasi sempre propone una soluzione: non è una nitidezza della luce, è una nitidezza del niente, come questo vestitino che cozza col nero, ma pure col bianco.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.