Calpestare l’oblio

Dalla Redazione de La Gru

Caro amico e lettore,
a questo link troverai la versione definitiva dell’e-book Calpestare l’oblio, cento poeti italiani contro la rimozione della memoria repubblicana, della cultura e della poesia nella società dello spettacolo italiana.
Hanno collaborato alla realizzazione di questo piccolo gioiellino dell’autoeditoria elettronica alcuni dei più importanti esponenti della poesia italiana contemporanea, mentre gli artisti Nicola Alessandrini e Valeria Colonnella ne hanno curato la grafica e le illustrazioni.

Calpestare l’oblio è stata una grande operazione che dalla piattaforma del web si è tradotta in acceso dibattito sulle principali testate giornalistiche italiane (L’Unità, Left, MicroMega, Gli altri, Il Corriere della Sera, Il Giornale, Libero, Il Foglio, Il manifesto) ed in un’assemblea nazionale dei poeti, che si è tenuta l’8 gennaio del 2010 al BebadoSamba di Roma.
Proprio in questi giorni numerose iniziative analoghe sorgono spontaneamente in diverse città e regioni d’Italia.

È giusto e necessario che questa battaglia politica e poetica si irradi e traduca spontaneamente in tutte le sue forme possibili, per calpestare ogni oblio, nazionale e locale, e per combattere ogni rimozione culturale e riduzione intellettuale operate dall’ideologia del trentennio del berlusconismo televisivo sul corpo indifeso della nostra comunità.

Questo e-book, che è dunque la conclusione di un’operazione più amplia di partecipazione democratica e poetica, sia dunque un tuo possibile punto di partenza.
Aiutaci a diffonderlo, nei tuoi spazi su rivista, portale, sito o blog. Inoltralo ai tuoi contatti e-mail. Organizza spontaneamente nella tua città un dibattito di poesia, arte e cultura sui temi che questa iniziativa corale ha sollevato e continuerà a sollevare.
Buona lettura

9 pensieri su “Calpestare l’oblio

  1. ciao a tutti,

    io c’ero al BebodoSamba ed è stata un’esperienza magnifica.
    Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente Davide Nota ed Enrico Cerquiglini per il loro lavoro, la dedizione, l’intraprendenza e la saggezza con cui hanno dato vita a questo progetto.
    Essere tra i 100 poeti antologizzati non è un orgoglio poetico, è orgoglio civile, di cittadino, di essere vivo e pensante.
    Fatelo girare, spargete la voce e a voi docenti che bazzicate questo portale, portatelo a scuola, leggetelo con i ragazzi!
    un saluto a tutti
    F.

    "Mi piace"

  2. Ma è prevista un’antologia cartacea? Non è stata ancora fatta vero? Secondo me anche un libro non sarebbe male…
    Secondo me verebbe grande quanto “Vicino alle nubi sulla montagna crollata” (Campanotto, 2008) o “Pro/Testo” (Fara Editore, 2009).

    Un caro saluto

    "Mi piace"

  3. OH!Ma sono idealmente con tutti voi..peccato davvero non abbia colto che tipo di meeting avvenisse al Bebodesamba, /Assemblea di poeti fa pensare a idee comunarde!)..o forse se lessi non ho colto il perché, da fuori Italia dove ero. bellissimo da vedere, e credo , da diffondere , come idea –
    MPia Q

    "Mi piace"

  4. Grazie a tutti e grazie a Giovanni, come sempre attento e appassionato.
    Caro Luca,
    per ora l’operazione è questa online, anche perchè la Rete e l’autoeditoria elettronica, se ben gestite, scavalcano inimmaginabili cifre di consultazione, lettura e diffusione che il formato cartaceo in Italia e l’editoria di poesia neppure sanno immaginare. Ce ne stiamo accorgendo proprio in questi mesi, basti pensare che il vecchio ebook ha avuto duemila download.
    Nei prossimi mesi cercheremo un editore disposto a tradurlo in oggetto cartaceo, anche per permettere che questo piccolo evento resti testimoniato in biblioteche e scuole.
    Ma io sinceramente credo che il dato e il momento più rilevante dell’operazione sia questo che dalla Rete passa alla realtà dei media e delle assemblee “contro l’oblio” che stanno sorgendo come funghi in diverse città e regioni.
    Il cartaceo che verrà sarà appunto, a mio avviso, una testimonianza.

    "Mi piace"

  5. Assolutamente, l’ho visto anche con le mie poesie che on.line sono state lette e scaricate moltissimo mentre con il cartaceo si fatica un po’ di più. Secondo me però il cartaceo sarebbe una testimonianza (come dici anche tu) fondamentale per evitare che tutto rimanga solo etere. A mio parere ci vogliono entrambi, ma è un progetto vostro, ci mancherebbe, penso che farete quello che riterrete più utile…
    Grazie e buone cose!

    Un caro saluto

    "Mi piace"

  6. Grazie a te, Davide, per questo importante lavoro, e grazie agli intervenuti e a chi vorrà irradiare questa testimonianza corale di impegno civile e artistico.
    Pensando al “corpo indifeso della nostra comunità”, piuttosto che all’ottusità e al degrado morale di una società che dalle esperienze passate nulla sembra avere appreso; o avere appreso troppo, nel perpetuare impunemente il peggio di tali esperienze, nello stallo di una democrazia e di un’economia condizionata da furfanti e capi-bastone, come anche la cronaca di questi giorni ci conferma.
    Giovanni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.