Poesia fotodigitale #2 – di Franz Krauspenhaar

[Una delle ultime frontiere della poesia. La poesia fotodigitale è senza parole, ma si avvale soltanto di un’immagine. La poesia fotodigitale parla per interposto mezzo comunicativo. Le parole sono talmente in libertà dall’essere facoltative, e non devono mai essere scritte, bensì, a scelta del lettore, pensate. Nessun titolo, che potrebbe condizionare il pensiero del lettore. Ripeto:nessun titolo. Grazie a nome della Pentax, nostro sponsor ufficiale.]


7 pensieri su “Poesia fotodigitale #2 – di Franz Krauspenhaar

  1. Sì, certo, lo riconosco:
    è ilfamoso nuraghe di Stettino, o Szczecëno,
    detto anche la sacra montagna di merda secca,
    sì,
    l’ho visto nel luglio 1945,
    tra le rovine della città infranta.
    Tempi duri.
    Però che tempi!

    MarioB.

    Mi piace

  2. Come copertina per il mio romanzo “Animamadre”, che tu conosci perfettamente perché hai una delle primissime bozze, questa fotodigitale aggiungerebbe una completezza lirica al mio lavoro, dove la terra-pensiero si esprime attraverso una Sardegna onirica, arcaica e visionaria.
    Molto interessante, Franz:-)
    RESTO SENZA PAROLE…

    Un caro abbraccio,
    Nina

    Mi piace

  3. ti ringrazio, nina. la foto non mi sembra una gran cosa, ma se t’ispira ovviamente è tua, con grande piacere. il tuo romanzo è bellissimo. un caro abbraccio a te.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.