Venti

da qui

Ci sono almeno due modi per vivere la vita: l’opportunità ignorata ti pedina, ti colpevolizza, ti rimbrotta. Il pensiero e l’azione, lo studio e la prassi si inseguono in equilibri difficili e a volte inconciliabili. Se t’immergi nello studio rischi di mummificarti, se ti smarrisci nell’azione non hai più sapore, pronto per essere gettato via senza tanti complimenti. L’altalena dura e ti logora, finché un bel giorno ti rendi conto della soluzione: scegliere rischiando, sordo alle sirene e alle critiche che soffiano come venti  rabbiosi contro la tua barca. Finalmente sei te stesso, ma non dirlo a nessuno: l’invidia è la corrente più terribile, attrezzata per sommergerti quando meno te lo aspetti.

12 pensieri su “Venti

  1. essere sordi alle critiche è davvero l’unico metodo di sopravvivenza, sempre che il critico interiore non sia più feroce di quelli che ci circondano:-)

    un abbraccio, fabry

    f&r

    Mi piace

  2. Pensiero ed azione devono procedere di pari passo per non rischiare di essere sterili pensatori, che si perdono in trip mentali (per non dire p…e mentali) o frenetici attivisti.
    Fin qui ci siamo.
    Non ho capito, pero’, la sua conclusione, caro don Fabrizio: se scegliamo di essere noi stessi, pensatori o attivisti, senza sforzarci di mediare le nostre inclinazioni, acclariamo uno dei due errati modi di essere.
    Chiedo venia, ma stavolta ho bisogno che mi illumini di immenso 😉

    Mi piace

  3. però, che sintesi!
    improvvisamente mi sembra di non aver combinato nulla negli ultimi quarant’anni.
    bello.

    ciao,

    Mi piace

  4. vi ringrazio.
    caro Anonimo, riporto la risposta che ho dato in privato a un amico:

    nei diari parto sempre dalla mia esperienza personale, che è quella di prete di periferia. In questo tipo di vita, si gioca ogni giorno la partita tra impegno pratico e studio-scrittura, resa più drammatica dalla ricaduta nei rapporti con le persone che ti si affidano: da una parte hanno bisogno di una predicazione-catechesi continuamente aggiornata ed efficace, perché calata senza timori nella realtà; dall’altra chiedono tempo e spazio per la vicinanza e la condivisione. Il tutto espone a giudizi negativi in un senso o nell’altro: se studi, sei uno che si chiude in camera; se ti getti solo nella mischia, perdi la ricchezza spirituale, il sapore del sapere, tanto per intenderci.

    Mi piace

  5. Caro Fabry,
    a noi vai bene così come sei !
    Non devi mostrarti indossando maschere 🙂
    Un abbraccio,
    Titti e Marco

    Mi piace

  6. ed è per questa tua esperienza di prete e di prete di periferia
    che hai questo bell’aspetto: un fisico robusto, che sa resistere,
    e un corpo, soprattutto sul volto, gualcito.

    un caro abbraccio

    Mi piace

  7. L’invidia e’ la corrente piu’ terribile

    come e’ vero, don Fabrizio!
    E’ un sentimento distruttivo che dilania chi ne e’ oggetto, ma divora dal di dentro chi lo prova.
    Le e’ mai capitato di essere invidiato anche nelle disgrazie? A me si’, perche’ ricevo un’attenzione particolare da Dio tramite i fratelli…Che fare?
    Grazie per il consiglio (e per il chiarimento precedente).

    Mi piace

  8. Ignorare l’invidia e’ difficile, perche’ ti si appiccica addosso e – se non si e’ ambiziosi e quindi si gongola di cio’ – tende a farti star male, destabilizzarti e quindi non farti procedere sereno. Allora ecco che nascono i segreti, le scaramanzie e tutto quello che non ci fa essere liberi.
    A lei non e’ capitato mai, don Fabrizio?
    Le auguro buona notte e un buon riposo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.