Giovedì

da qui

E’ giovedì, parto fra due giorni. Devo prendere il massimo dagli istanti che torneranno l’anno prossimo, nella migliore delle ipotesi. Come portare a casa la bellezza, come fissare il verde delle felci, il bianco della roccia a strapiombo sul vetro azzurro dell’acqua? C’è una barca a vela, duecento metri oltre la riva: sembra immobile, e invece si sposta lentamente verso sud, come me, che starei qui per sempre, ma ho un vento che mi spinge e a cui non posso opporre resistenza. Ecco, ho capito come fare: sono io la barca, sono il mare, la roccia che abbaglia all’orizzonte, il cielo che abbraccia perfino il ricordo lacerante, il volto che mi appare accanto nella panchina in bilico sul mondo: sorridi, come sempre, come se il trenta dicembre del duemilaeotto non fosse mai arrivato, non fosse riuscito a strapparti dal mio sguardo.

13 pensieri su “Giovedì

  1. sorridi! sorridi perché devi sorridere,
    sorridi per ancora dare fiducia alla vita.
    sorridi anche se dentro lo strapiombo
    sul vuoto e sul mare è scuro scabroso e profondo.
    sorridi. lo potrai e lo puoi
    se intorno alla rupe, ogni cicatrice
    è sanata dall’erba di nuovo cresciuta,
    dalla tua tenerezza

    "Mi piace"

  2. A proposito di partire/tornare/ripartire…
    Il cantautore Niccolo’ Fabi sarebbe dovuto partire con il tour di presentazione del suo ultimo album, composto negli ultimi tre anni, durante i quali ha compiuto 40 anni ed e’ diventato padre per la prima volta.
    Ma il 4 luglio scorso la sua piccola Olivia (detta Lulubella) e’ volata via a causa di una meningite fulminante. Il prossimo 30 agosto avrebbe compiuto 3 anni.
    Niccolo’ e la compagna hanno deciso di festeggiarla nel loro agriturismo con un concerto di beneficenza a favore di un ospedale in Angola. Hanno aderito all’invito tutti i loro amici musicisti e cantanti famosi.
    http://www.leparoledilulu.it

    Ecco, don Fabrizio, non so se la possa aiutare il sapere come altri affrontino la propria sofferenza personale. Sicuramente, se come loro condivide il suo dolore, lo alleggerira’, anche se l’elaborazione di un lutto e’ lunga e richiede tempo.
    Veramente vicino virtualmente,
    A.A.

    "Mi piace"

  3. Caro Fabry,
    innanzitutto bentornato a casa!
    Sì, l’uso di internet (blog, social network come FB…) vuol dire ANCHE condivisione di cose a volte belle, altre brutte.

    Così, a proposito del cantautore Fabi, il 4 luglio ha annotato sulla sua pagina di Facebook:
    “Vi sto per scrivere quello che non avrei mai voluto scrivere. La scorsa notte una sepsi meningococcica fulminante ha portato via nostra figlia Olivia, Lulubella per chi l’ha conosciuta e amata. Il dolore devastante che mi attanaglia la gola è la conseguenza dell’esperienza più inaccettabile, orrida, ingiusta che un essere umano può vivere. Inutile dirvi che fino a quando non avrò trovato un modo per trasformare questo dolore e dare un senso costruttivo a questo incubo, il palcoscenico sarà l’ultimo posto in cui desidererò stare…So di poter contare sulla vostra sensibilità e sull’amore che mai come adesso è l’unico strumento che merita di essere suonato. Un abbraccio che contiene tutto..”.”.

    Ma da lì è poi partito un tam tam di adesioni al concerto benefico, con la partecipazione degli amici http://www.paroledilulu.it/amici.html

    “Le parole di Lulù” perché “Parole parole” era la canzone preferita di sua figlia e perché proprio le parole, mai adatte in questi casi, spesso fuori posto e imbarazzate, sono comunque state utili a lui e alla sua compagna Shirin per trovare la forza di reagire.
    Il tempo non sa guarire un tale strazio, serve semmai a scegliere un modo personale di conviverci.
    Loro hanno individuato una strada, alleggerire il vuoto distribuendo attenzioni altrove, scongiurare che “l’esperienza più inaccettabile” accada ad altri genitori e ad altri bambini. Le offerte libere che si possono fare nell’occasione andranno quindi per la ricostruzione dell’ospedale pediatrico di Chiulo in Angola, dove, secondo il rapporto Unicef, la mortalità infantile è il secondo più alto al mondo, con 260 decessi ogni 1.000 nati vivi, entro il quinto anno di vita.

    Alla clausura della disperazione hanno preferito la condivisione.
    Pronti a sposare l’idea che qualcosa di negativo si può trasformare in positivo.
    Lo cantava Niccolò stesso nel bel testo testo di “Costruire”: “Tra l’attesa e il suo compimento/tra il primo tema e il testamento/ in mezzo c’è tutto il resto/ e tutto il resto è giorno dopo giorno/ e giorno dopo giorno è silenziosamente costruire/e costruire è potere e sapere rinunciare alla perfezione”

    Immagino che Fabi canterà anche ATTESA INASPETTATA, la canzone dedicata alla figlia al momento della nascita, che però non è una semplice ninna nanna…

    Attesa e inaspettata
    arriva la seconda vita
    in quel istante
    in cui si taglia il velo
    e sei dell’altra parte
    non sei preparato mai abbastanza
    ma sei pronto da sempre
    la naturale conseguenza all’essere nato
    (…)

    Ascoltala, su youtube e – se non lo conosci ancora – scoprirai in Fabi un cantautore/poeta, che dice molte cose simile alle parole preziose che semini tu ogni domenica.
    Non è che oltre ad essere un sacerdote/poeta, sei anche un cantautore? 🙂

    "Mi piace"

  4. A proposito del coraggio di mettere in comune, guarda questa intervista rilasciata da Niccolò Fabi (è una gran bella persona…Sono stata al concerto in memoria della piccola Lulù e devo dire che gli artisti intervenuti mi hanno fatto rivalutare il mondo dello spettacolo, spesso descritto come un covo di vipere)

    Un abbraccio,
    Titti

    "Mi piace"

  5. Eppure, anche nella logica dell’ “arraffare”, condividendo a turno, tutti “prenderebbero”.
    Non e’ difficile da capire, purtroppo pero’ c’e’ molta ottusita’ che si accompagna all’egoismo!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.