Erich Kästner : Sachliche Romanze

 

Sachliche Romanze

Als sie einander acht Jahre kannten
(und man darf sagen: sie kannten sich gut),
kam ihre Liebe plötzlich abhanden.
Wie andern Leuten ein Stock oder Hut.

Sie waren traurig, betrugen sich heiter,
versuchten Küsse, als ob nichts sei,
und sahen sich an und wußten nicht weiter.
Da weinte sie schließlich. Und er stand dabei.

Vom Fenster aus konnte man Schiffen winken.
Er sagte, es wäre schon Viertel nach Vier
und Zeit, irgendwo Kaffee zu trinken.
Nebenan übte ein Mensch Klavier.

Sie gingen ins kleinste Café am Ort
und rührten in ihren Tassen.
Am Abend saßen sie immer noch dort.
Sie saßen allein, und sie sprachen kein Wort
und konnten es einfach nicht fassen.

 

Amore oggettivo

 

Otto anni che s’eran conosciuti

(e che conoscenza! si può dire),

come cappello o ombrello smarriti,

così, a un tratto l’amore va a sparire.

 

Erano tristi, ma lieti s’atteggiavano,

provavan baci, come se fosse niente,

ma come proseguire? Si guardavano.

Lei infine pianse. E lui lì, presente.

 

Dalla finestra si faceva ciao alle barche.

Lui disse, sono  già le quattro e un quarto,

ora di bere un caffè da qualche parte.

Si sentiva nei pressi un pianoforte.

 

Andarono vicino  in un locale,

mestando e rimestando nel caffè

venne sera e loro ancora insieme

stavan seduti lì , senza parlare.

Soli e non ne afferravano il perché.

 

Traduzione di Adelmina Albini

 

7 pensieri su “Erich Kästner : Sachliche Romanze

  1. Essenziale come: un cuore ed uno stiletto. Mi fa pensare alla “ferita follemente ignorata” e cicatrizzata dalle parole(Gherasim Luca).
    Autore interessante che non conoscevo.
    Grazie

    Mi piace

  2. Non sono per niente d’accordo con questa traduzione. Per mantenere la rima, viene stravolto tutto il resto – il ritmo serrato e regolare da prosa, e soprattutto il tono OGGETTIVO che più di tutto contraddistingue questa poesia. Infatti l’originale trae la sua forza proprio dalla contrapposizione fra il tono quasi giornalistico e la disperazione emotiva che viene descritta – è appunto per questo che è una delle mie poesie preferite. La rima in confronto a questo viene non in secondo, ma in decimo piano. Infatti si chiama Amore oggettivo, non Amore in rima… Ci sono delle traduzioni di gran lunga migliori, che riescono a rendere il carattere del testo sacrificando la rima.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.