20. Suo marito

da qui

Hai presente quando piove troppo? Sì, uno dei temporali che vorresti stare a casa a vedere che succede: l’albero che si piega per il vento, lo spessore dell’acqua che cresce fino a formare una specie di fiume senza pesci né piante, ma sempre fiume, come chiamiamo amore molte cose, anche quelle che non lo sono affatto. E’ per questo che sono a casa sua?
Ti piace il maltempo?
La pioggia è qualcosa di duro, la disgrazia che ti coglie impreparato, la guerra che scoppia quando meno te lo aspetti.
E ti piace la mia casa?
Dalia ha bevuto molto, come non ha mai fatto in vita sua. L’uomo riccio che ha davanti è quello che cercava: un modo per sfuggire all’angoscia che le scava un baratro nell’anima. E’ un cantautore, le sembra che abbia un fascino speciale. Cosa c’è di meglio di una notte di pioggia per ritrovarsi con qualcuno che ti ascolta?
Sì, mi piace.
E’ il suo momento. Può fare ciò che vuole, Fausto starà pensando all’ennesima avventura. Lo ama veramente? Non si è sentita sempre trascurata, disprezzata, sotto il velo viscido di una diplomazia che non riesce più a scusare? Il presidente! La sua casa editrice è la più prestigiosa, a livello nazionale. Ne sforna di libri: ma non rischia di lasciarsi sfuggire il romanzo della vita? Un capitolo così, tanto per dire: è sola, di notte, con un uomo che le piace da morire. Se lo sapesse? Sarebbe geloso?
Le offro qualcosa?
E’ capace di fare un irish coffee?
Sta dicendo sul serio? Un irish coffee? Per puro caso ha imparato la ricetta nel viaggio che fecero a Dublino. Meccanicamente, prende il whiskey, il caffè, la panna fresca.
Scherzavo; ma lo fa davvero?
E’ il suo tipo: fuggire con lui? Se lo seguisse nei concerti? La musica le fa perdere la testa.
Certo che lo faccio.
Lui parla della pioggia. Dice che è molto differente in una giungla, in autostrada o in cima a una montagna. Cosa farà, dopo aver esaurito le varianti sul sussurro del vento, le gocce che rigano le guance, il bambino dagli occhi azzurri che fissa per la prima volta i colori dell’arcobaleno? Si avvicinerà, l’accarezzerà teneramente aspettando una reazione?
Ecco, mi dica se va bene.
Qui va bene tutto. Lo sa che ha un bel sorriso? 
Ecco, ci prova, sulla pioggia non c’è altro da dire. Forse avrebbe potuto parlare delle corse insieme, dei fulmini che ballano nel cielo come fantasmi eccitati, dell’uomo dalla faccia scura che conta i giorni del dolore con il bavero alzato.
Trova? Non me l’ha detto mai nessuno.
Neanche suo marito?

32 pensieri su “20. Suo marito

  1. ‘uno dei temporali che vorresti stare a casa a vedere che succede’

    TEMPORALE
    Pablo Neruda

    Tuona sopra i pini
    La nube densa sgrana le sue uve,
    cade l’acqua da tutto il cielo vago,
    il vento scioglie la sua trasparenza,
    si riempiono gli alberi di anelli,
    di collane, di lacrime fuggenti.
    Goccia a goccia
    la pioggia si raccoglie
    ancora sulla terra.
    Un solo tuono vola
    sopra il mare e i pini,
    un tuono opaco, oscuro,
    un movimento sordo:
    si trascinano
    i mobili del cielo.
    Di nube in nube cadono
    i pianoforti delle altezze,
    gli armadi celesti,
    le sedie e i letti cristallini.
    Tutto è trascinato dal vento.
    Canta e racconta la pioggia.

    "Mi piace"

  2. Questo succede quando non ci sente amati, nè apprezzati e non si è più abituati a ricevere complimenti: il primo “uomo riccio” che hai davanti e che usa attenzioni, che ti dice ” lo sa che ha un bel sorriso”, sembra l’uomo che da sempre cercavi, sembra il modo per “sfuggire all’angoscia che scava un baratro nell’anima”; metti in dubbio tutte le certezze che avevi fino ad un attimo prima e lo guardi con gli occhi azzurri del bambino “che fissa per la prima volta i colori dell’arcobaleno”.
    Dalia sta sbagliando, è fragile e sta travisando i gesti e le parole di questo sconosciuto che, si, vuole avere cura di lei, vuole amarla, ma in un modo diverso da quello che pensa lei, più bello e più sincero.

    "Mi piace"

  3. Bellissimo questo “doppio” di pianoforte: abbinato al brano, mi fa pensare a come, nella vita, tutto può avere due interpretazioni uguali e contrarie.

    "Mi piace"

  4. M & C n. 3

    Non è detto che questo “riccio” la voglia amare in un modo diverso da come lei desideri. Magari è proprio il modo che lei vuole, vorrebbe, avrebbe voluto dal marito. Non è detto che se due sconosciuti s’incontrano, debba per forza essere un rapporto di un certo tipo, può anche essere un rapporto molto profondo e comunque ben diverso da quello attuale.
    Marco

    "Mi piace"

  5. @M&C: concordo, stavo per scrivere qualcosa di molto simile.

    Spesso le persone che vengono trascurate, che non ricevono cura ed attenzione tendono a fraintendere il sentimento della tenerezza, forse proiettando in questa i loro desideri più intimi

    "Mi piace"

  6. Un proverbio arabo dice: “La natura della pioggia è sempre la stessa ma fa crescere le spine nelle paludi e i fiori nei giardini”. L’amore che pensiamo di conoscere, di capire, a volta e’ un deserto arido, una prigione, abbiamo bisogno di imparare ad amare e amarci. 
    Non sappiamo quale forma d’amore leghera’ l’uomo riccio a Dalia di certo l’incontro con l’amore vero la cambiera’ rendendola una donna libera e consapevole. 

    "Mi piace"

  7. Dopo la pioggia torna sempre il sereno…
    Che bel sorriso hai,Dalia..A volte un complimento è indispensabile per ricominciare ad amare se stessi,la propria vita..
    a fuggire da “quell’angoscia che sembra scavare un baratro nell’anima”..Chissà..

    "Mi piace"

  8. Non so se Dalia si stia lanciando a capofitto in questa storia con questo sconosciuto ,per vendicarsi del marito o soltanto perchè con questa persona lei si sente considerata ed apprezzata per quello che è veramente.Ma comunque vadano le cose ,secondo me,Dalia stà rischiando di soffrire un’altra volta.Perchè ,ognuno di noi ha ilbisogno di sentisi amato ed apprezzato ,per come si è dalla persona amata ,ma si viene continuamente trascurati perchè lui è “il presidente!” Si diventa certamente più vulnerabili rispetto ad altre persone e si rischia di non saper discernere con lucidità,il bene dal male ,soprattutto ,quando ci si ritova inaspettatamente al centro dell’attenzione di fronte ad un perfetto sconosciuto.

    "Mi piace"

  9. Scusate ,ma volevo scrivere questo :
    […]Perchè ,ognuno di noi vuole essere apprezzato ed amato dalla persona amata,ma se si viene trascurati continuamente con la scusa che tutto questo non è possibile perchè lui è “il presidente!”,allora si diventa certamente più vulnerabili degli altri,e si rischia di non saper discernere:il bene ,dal male,quando ci si ritova al centro dell’attenzione di fronte ad un perfetto sconosciuto.

    "Mi piace"

  10. “E’ il suo momento. Può fare ciò che vuole”

    Amore è libertà vanno di pari passo…quando non si ama non si è neanche liberi di fare la cosa giusta.

    "Mi piace"

  11. Se accade che l’amore non viene ricambiato; se viene calpestato, derelitto, abbandonato, ucciso giorno per giorno, umiliato.
    Se accade che non si viene presi in considerazione, se non si riceve uno sguardo (a volte non servono abbracci epocali, baci profondi, smancerie, ma solo un breve sguardo d’intesa che dice; “so che sei lì, ed il mio amore per te è sempre quello, anzi è migliore rispetto ai primi tempi, quando avevo le farfalline nello stomaco”); se su quella cosa che lui/lei sa che ti piace non ricevi mai mai mai soddisfazione. Se qualsiasi cosa proponi viene, in modo gentile e cortese, rimandata al mittente. Se ogni volta che è possibile fare qualcosa di buono l’altro ha sempre qualcosa di più importante da fare e te lo spiega con razionalità ed anche emozione, magari facendoti passare leggermente dalla parte del torto. Se non vi è apprezzamento per niente che lui/lei fa. Se non vi è capacità di comprendere i limiti dell’altro, condividerli e in parte colmarli donando se stessi, il proprio tempo, il proprio amore. Se tutto questo accade, allora è normale che ci si possa sintonizzare felicemente e quasi inconsapevolmente, alla ricerca di altro, che non necessariamente dev’essere un’altra persona, può anche essere un interesse, una distrazione mentale, psicologica.

    Ognuno di noi può trovarsi da una parte o dall’altra. Se si trova dalla parte di chi non ha saputo/voluto valorizzare l’altro, prima di portare l’altro a svolte decisive, dovrebbe comprendere quando fermarsi, quando arrestare il proprio ego, quando smettere di saziare solo la propria arroganza e invece amare.
    Ma anche l’altro, se ha reagito con un interesse, con una distrazione psicologica, deve fare attenzione. Forse dispone, senza saperlo, delle armi giuste per rimettere tutto a posto, e non è vero che le ha esaurite, come magari va ripetendo da tempo. Prima di far vagare la mente o forse altro, dovrebbe fermarsi e ragionare. Quando la mente vaga troppo, va troppo in là, quando si rischia di staccarsi dai “fondamentali”, allora anche l’altro, quello che sta per avere una reazione avversa alla terribile mancanza di “attenzione e cure”, dovrebbe darsi uno stop e chiedersi se veramente valga la pena continuare perchè la situazione è irrecuperabile, oppure esiste un barlume di speranza di mettere tutto a sposto. Se ama, proverà a sondare quel barlume. Altrimenti alzerà gli occhi al cielo approvando il suo operato senza deroghe. Questo vedo spesso accadere, come due nazioni che a parole dicono di voler accordarsi, ma in realtà non vedono l’ora di stracciare le vesti dell’avversario.
    Marco

    "Mi piace"

  12. “Non me l’ha detto mai nessuno.
    – Neanche suo marito?”

    “ Mariti, amate le vostre mogli, come anche
    Cristo ha amato la chiesa e ha dato sé
    stesso per lei, per santificarla dopo averla
    purificata lavandola con l’acqua della parola,
    per farla comparire davanti a sé,
    gloriosa, senza macchia, senza ruga o altri
    simili difetti, ma santa e irreprensibile.”
    (Efesini 5,25-27 )

    "Mi piace"

  13. Ma Dalia avrà continuato a regalare sorrisi a Fausto dopo il matrimonio o si è solo tristemente concentrata sui presunti tradimenti?

    Toglimi il pane, se vuoi,
    toglimi l’aria, ma
    non togliermi il tuo sorriso.

    Non togliermi la rosa,
    la lancia che sgrani,
    l’acqua che d’improvviso
    scoppia nella tua gioia,
    la repentina onda
    d’argento che ti nasce.

    Dura è la mia lotta e torno
    con gli occhi stanchi,
    a volte, d’aver visto
    la terra che non cambia,
    ma entrando il tuo sorriso
    sale al cielo cercandomi
    ed apre per me tutte
    le porte della vita.

    Amor mio, nell’ora
    più oscura sgrana
    il tuo sorriso, e se d’improvviso
    vedi che il mio sangue macchia
    le pietre della strada,
    ridi, perché il tuo riso
    sarà per le mie mani
    come una spada fresca.

    Vicino al mare, d’autunno,
    il tuo riso deve innalzare
    la sua cascata di spuma,
    e in primavera, amore,
    voglio il tuo riso come
    il fiore che attendevo,
    il fiore azzurro, la rosa
    della mia patria sonora.

    Riditela della notte,
    del giorno, della luna,
    riditela delle strade
    contorte dell’isola,
    riditela di questo rozzo
    ragazzo che ti ama,
    ma quando apro gli occhi
    e quando li richiudo,
    quando i miei passi vanno,
    quando tornano i miei passi,
    negami il pane, l’aria,
    la luce, la primavera,
    ma il tuo sorriso mai,
    perché io ne morrei.

    Pablo Neruda

    "Mi piace"

  14. “come chiamiamo amore molte cose, anche quelle che non lo sono affatto.”

    “Si chiama amore ogni superiorità, ogni capacità di comprensione, ogni capacità di sorridere nel dolore. Amore per noi stessi e per il nostro destino, affettuosa adesione a ciò che l’Imperscrutabile vuole fare di noi anche quando non siamo ancora in grado di vederlo e di comprenderlo; questo è ciò a cui tendiamo.”
    (Hermann Hesse)

    "Mi piace"

  15. ” Che bel sorriso…Trova? Non me lo ha mai detto nessuno.
    – Neanche suo marito? ”

    Nella vita di Dalia, credo non sia mancato, oltre il coraggio, neanche il combattimento per dare il sorriso
    a chiunque incontra.
    Aprirsi all’altro é una cosa meravigliosa,” anzi uno stile di vita” del quale non si può fare a meno, sennò
    come dire puoi veramente” morirne”.

    La vita é dura, come una giornata di pioggia, credo che Dalia di giornate come quelle, ne abbia vissute
    per tutta la sua vita, come a tanti di noi.

    Ma mai le é mancato “quel bel sorriso”e mai le é mancata l’Umiltà di capire che quell’uomo dai capelli a riccioli e gli occhi azzurri potesse ascoltandola donarle l’aiuto che finalmente “Qualcuno (Dio)” le vuole regalare.
    Ci riuscirà,io sono sempre positiva, soprattutto quando si parla di una donna, voi lo sapete. Poi qualcuno le ha regalato un intuito particolare: capisce al volo chi le sta davanti,avete presente le streghe, le bruciavano vive per paura della verità che coglievano!

    Anzi secondo me ha già incominciato quel lungo cammino in salita.
    Il suo sorriso incondizionato ne é la prova, e il fatto che” Qualcuno ” glielo dica la rende solo più forte!
    Non credo comunque, che la sua sete si fermi: al’ alcool o a qualsiasi cosa che le annebbi la mente.
    “Ne ha viste tante” ricordate!

    Concludo, cara Dalia non perdere il tuo sorriso per nessuno, come sei solita fare, soprattutto quando
    trovi: il nemico, l’invidioso, il denigratore, perché sono anche loro figli di Dio, anzi Lui te li mette per strada
    per aiutarti, per aiutarli.

    Un caro saluto a tutti.

    Ernestina

    "Mi piace"

  16. @ Ernesta detto

    Grazie Ernesta, mi fa piacere del tuo pensiero!
    Mi farebbe piacere sapere a quale dei due post ti riferivi.
    Un abbraccio forte e auguri a te e a tutti!
    Marco

    "Mi piace"

  17. @ Marco 1963 detto

    Devo dire, al n°7, ma anche l’altro mi piace molto, anche se in certe righe, leggo sempre qualcosa di te
    che ti ha fatto soffrire molto e che tutt’ora ti fa soffrire.

    Ovviamente é una mia intuizione, ma di rado mi sbaglio.
    Scusami l’ardire, ma mi fa male all’anima, presto vorrei sentirti più felice.
    Se non ho sbagliato, te lo auguro sia a te che a tutti noi, anche quelli che non leggo.

    Ti saluto.
    Ernestina

    "Mi piace"

  18. – Qui va bene tutto. Lo sa che ha un bel sorriso?
    – Trova? Non me l’ha detto mai nessuno.

    Rievere un complimento, sentirsi apprezzati, considerati, sapere che c’è qualcuno attento a te, ai tuoi gesti, alle tue parole: penso che tutto ciò sia di estrema importanza nella vita di una persona, la spinta giusta per cominciare la giornata ripartire quando si è a terra; allo stesso modo sono convinta che tutta questa energia che si genera ricevendo un sorriso debba essere (re)investita per restituire stima, coraggio e dignità a chi tutto questo l’ha perduto per strada

    "Mi piace"

  19. A me la pioggia mette in depressione,se Dalia ha lo stesso problema,figuramoci,tutti problemi,dispiaceri,tradimenti,abbandono-si raddoppiano.Sta davanti tentazione-tradimento di Fausto(comunque sono sposati)-lo fara`?o amore vince,la “tira fuori”? Qualche volta mi sono trovata in una situazione simile,mi sono fatta la domanda:che cosa e` piu importante per me?Pero`,io sono strana,e sono fedele.

    "Mi piace"

  20. @ Ernesta detto

    Si, immaginavo tu ti riferissi al n. 7. Si, il tuo intuito non si sbaglia, come il mio del resto: è il mio più fedele servitore e tutte le volte che non l’ho seguito, sono andato in un vicolo cieco. Si, è vero, cosa da mettere a posto, bilanci da fare, questioni su cui ragionare, magari complesse, stratificate, non semplici ed immediate. Ognuno di noi, forse più di una volta nella vita, deve passare attraverso una tribolazione, un male, un accanimento, un qualcosa che bene non lo fa stare, deve fare i conti con il passato e con il futuro. Ho il coraggio di aprirmi, pur senza scendere nei dettagli. Seguo l’amore e cerco di lasciarmi guidare dalle sue regole, quelle vere, non solo quelle esteriori.
    Grazie Ernesta, Marco

    "Mi piace"

  21. @ Marcosic. detto

    Grazie a te Marco, sei una persona molto carina, leale e affettuosa.
    Ti sono grata di avermi risposto con le “tue parole d’amore”, non tutti lo avrebbero fatto!
    Mi insegni ad avere fiducia negli amici ” non conosciuti” che per me non é semplice, anche se può sembrarlo.

    Nella mia vita ho sempre pensato: come mio padre mi aveva insegnato, ad avere un amico” nell’ultimo” quello che Dio non scorda mai.
    Forse grazie alle tue parole, d’ora in poi Ci proverò.

    Un caro abbraccio a una bella persona che “forse potrò chiamare amico senza paura di tradire le parole del “padre”.

    Ernestina

    "Mi piace"

  22. Non vorrei essere fraintesa,con parole d’amore intendevo, del suo amore.
    Non é facile parlare di cose così delicate, davanti a tutti!

    Questo intendevo.

    @ Marco sic detto

    Sei stato davvero coraggioso, e umile come tanti non avrebbero saputo nemmeno immaginare.
    Hai dato una lezione d’amore a tutti noi credo!

    "Mi piace"

  23. @ Agnese detto

    Io credo che quello che tu chiami essere”strana” appartenga a molti di noi.
    Comunque le persone che non sono come te, pensi che siano felici della loro condizione?
    Soprattutto se sono” credenti e praticanti”.

    Spero tanto per te che non ti capiti mai quell’inferno!

    “Noi,spero, siamo diversi dagli animali, che fanno solo quello che la loro natura comoda.
    Noi invece siamo liberi.
    E’ il più grande dono che abbiamo ricevuto.
    Grazie alla libertà possiamo diventare qualcosa di diverso da quello che siamo.
    La libertà ci consente di sognare e i sogni sono il sangue della nostra vita, anche se spesso costano un lungo viaggio e qualche “bastonata”.
    ” Non rinunciare mai ai tuoi sogni! Non avere paura di sognare, anche se gli altri ti ridono dietro” così mi disse mio padre, “rinunceresti ad essere te stesso.”
    Ancora mi ricordo gli occhi brillanti con cui sottolineò le sue parole.”

    Sono contenta per te, che hai saputo farti la domanda giusta al momento giusto!

    Povera Dalia, potrebbe anche non avere più una scelta, o non volerla più, non pensi?

    Mi ripeto sono del tutto fiduciosa nelle donne, e penso che Dalia nei giorni di pioggia forse capisce che anche quella dona la vita al mondo, ai campi, ai fiumi, ai fiori.
    Ti sei mai accorta che colori incredibili ha la natura dopo un giorno di pioggia, provaci magari ti deprimi di meno.

    Un caro saluto a te .
    Ernestina.

    "Mi piace"

  24. @ Ernesta detto

    I tuoi commenti, Ernesta, mi hanno commosso. Hai parlato con il cuore ed io con il cuore ho ascoltato. Hai realmente compreso ciò che desideravo significare. Grazie amica mia! Altro non aggiungo perché il più è stato detto.
    Marco

    "Mi piace"

  25. per Ernestina
    grazie del bel consiglio,ci provo pensare come sara` bello dopo.In solito sono ottimista,solo il colore grigio mi mette pensieri grigie,poi passa.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.