Provocazione in forma d’apologo 210

Mio padre amava la geografia, sicché, stupidamente, io la odiavo.
Sull’argomento c’era una cosa soltanto a metterci d’accordo: l’enciclopedia geografica della De Agostini intitolata “Il Milione”.
Mio padre, profondo nel suo essere pratico, passava le ore a controllare chi confinava con chi, quali stati e in quale sequenza fossero bagnati da un medesimo fiume; mentre io, in attesa di perdermi nelle mie nebbie, andavo appresso a quelle altrui, e m’incantavo sulle saghe e sulle leggende, sui costumi e sugli usi.
Il ricordo più vivo però non è incantato, né riguarda un uso incantevole.

Riguarda bensì l’antica tecnica di caccia all’elefante da parte dei pigmei. Costoro ben conoscevano le strade percorse dalla loro preda, e in certi punti opportuni scavavano delle buche nelle quali si nascondevano, dopo averle ben coperte di rami e di foglie. Quando l’elefante gli giungeva accanto, balzavano fuori e con lame rozze ma affilatissime lo sgarrettavano, in modo tale da immobilizzarlo e infine abbatterlo. Quindi, sdegnando l’avorio, banchettavano con bistecche di proboscide, banchetti durante i quali si battevano il cinque l’un l’altro, gridando: “Ben scavato, vecchia talpa!”.
Del tempo di quelle letture questo è il ricordo più vivo; nondimeno, essendo io – insieme a tanti altri – ormai piuttosto malvivo, di certo su qualche particolare mi confondo.

22 pensieri su “Provocazione in forma d’apologo 210

  1. Non so, cara Poetella: ora che (ancora) si vende di tutto sono vegetariano, all’epoca le bistecche di proboscide non erano facili da procurarsi.
    Auguri e ciao,
    Roberto

    "Mi piace"

  2. dovevi intitolarlo – tecniche di caccia – questo post, e aggiungerci anche l’estrazione, con conseguente preparazione di cottura, delle palle di toro.

    😉

    "Mi piace"

  3. Cara Carla,
    in proposito ricordo qualcosa in Hemingway. E nei resoconti giudiziari relativi ad alcuni cannibali contemporanei e cittadini di paesi civili ho letto anche la ricetta del taglio che dici tu ricavato da soggetto umano.
    Ma io volevo solo fare un’elegiaca rievocazione di quand’ero innocente e inoffensivo frugolo.
    Auguri e ciao,
    Roberto

    "Mi piace"

  4. Cara Giorgina,
    concordo sul raccapriccio e ringrazio (troppo buona!) per l’eleganza.
    Riauguri e un caro saluto a te,
    Roberto

    "Mi piace"

  5. Roberto salve e buone feste passate!
    Mi è piaciuto questo dolce ritratto, questo affresco di te e del tuo papà. Grazie alle tue parole semplici e penetranti a un tempo, quasi mi sembra di vedervi la sera mentre analizzate ciò che più vi è congeniale. È un bell’affresco e nonostante gli interessi fossero diversi, si vedeva una comunione d’intenti a parer mio. Tuo padre, anche grazie al tuo desiderio, è riuscito a trasmetterci qualcosa che oggi hai rittasmesd

    "Mi piace"

  6. … problemi d’invio tramite cellulare: dita un po grosse, tasti non proprio piccol…

    Tuo padre quindi ti ha trasmesso qualcosa che tu oggi hai trasmesso a noi. E lo hai fatto con sensibilità, intelligenza e amore. Questo è un piccolo miracolo. Grazie Roberto.

    "Mi piace"

  7. Caro Marco,
    forse questo accenno di ritrattino familiare, se non altro per la patina del tempo che vi si è depositata sopra, ha qualcosa di dolce, ma personalmente sento più l’agro, insomma l’agro-dolce.
    Personalmente, eh.
    Auguri ricambiatissimi a te e famiglia,
    Roberto

    "Mi piace"

  8. Roberto, è naturale che solo tu che hai vissuto quei momenti sai cosa hai provato e quali furono le tue emozioni all’epoca. Ti credo se parli di momenti “non sempre dolci”. Anche io ho ricordi simili del rapporto con mio padre.
    Ma il modo in cui hai trasmesso tutto ciò è stato speciale, volevo che sapessi questo. Alla prossima e un saluto in famiglia! Marco

    "Mi piace"

  9. Caro Marco,
    dici? Mi fa tanto piacere, davvero. I pareri sono sempre tanti e discordi, pur mantenendo il giusto distacco da essi non si può non tenerne conto.
    Rigrazie e riciao,
    Roberto

    "Mi piace"

  10. “E quando la rivoluzione avrà condotto a termine questa seconda metà del suo lavoro preparatorio, l’Europa balzerà dal suo seggio e griderà: ben scavato, vecchia talpa”. Karl Marx
    Grande l’idea che anche IL MILIONE abbia potuto inciampare in quel “movimento reale che abolisce lo stato di cose presente”.
    Beati i nomadi che non conoscono la storia ma soltanto la geografia.
    Buone feste a tutti.

    "Mi piace"

  11. Gentile LP,
    grazie per aver (ri)portato l’apologo a quello che intendeva essere il suo centro, e che gli amici che avevano commentato in precedenza avevano tralasciato forse per distrazione forse per rimozione (ma spesso la prima non è che una modalità della seconda).
    Quanto ai rapporti tra storia e geografia: le due supposte discipline, laddove ci sia cultura e non pura e semplice natura, non sono che una sola. Eliminare la storia (e quindi anche le riflessioni su di essa) dalla vicenda umana significa, se non liquidare del tutto l’umanità (e forse non sarebbe un gran male), ridurla a una congrega di santi o ad un’accozzaglia di bruti, senza mediazioni; e inevitabilmente non resterebbero che puri semplici bruti; peraltro preferibili, lo ammetto, ai fastidosi ibridi che siamo.
    Buone feste anche te,
    Roberto
    P.S. In effetti ci stanno “facendo la festa” come noi l’abbiamo fatta ad altri in altri tempi: della storia vogliamo salvare almeno la Nemesi?

    "Mi piace"

  12. Piccola nemesi solstiziale

    Ieri sera ho visto un bel film. Oramai al cinema io vedo solo film belli. Bisogna che continui ad andarci poco. Conosci MIRACOLO A LE HAVRE? Qui tutto gira all’incontrario: il tempo è un bambino, la gente è buona e i miracoli sono all’ordine del giorno. Negli ospedali poi si legge Kafka, i poliziotti sono al servizio dei più deboli, la diversità è una ricchezza e la meschinità sembra una felice eccezione. E poi che altro? Il giradischi suona il blues, in strada si ascolta la fisarmonica e il rock’n’roll ci ricorda che il mondo non ha mai smesso di girare in tondo.
    “Hey mister tambourine man”, dice Bob Dylan, “let me forget about today until tomorrow”.
    Il domani è troppo lontano, ma alla prossima Epifania potremmo anche sperare di arrivarci.

    "Mi piace"

  13. Gentile LP,
    anch’io vedo solo film belli, perché passo ore a cercarne di vecchi e poi me li guardo a casa dopo aver chiuso a quadruplice mandata (tanto il nemico, si sa, è già dentro da sempre). Ma il film che dici tu, per quanto recente, dev’essere bello esso pure.
    Vediamoci dunque qualche (bel) film, evitando il più possibile di farcene, in attesa della prossima Epifania (una festività non a caso).
    Riauguri,
    Roberto
    P.S. E Jiménez dice
    “Yo no sé cómo saltar
    desde la orilla de hoy
    a la orilla de mañana”.

    "Mi piace"

  14. ottima tecnica!!! un ricordo davvero incantato.
    ci regali sempre immagini particolari.
    un abbraccio e un sorriso.
    Ila

    "Mi piace"

  15. Cara Ilaria,
    sì, il ricordo non è incantatissimo ma la tecnica è ottima, l’importante è scansarsi in tempo per non finire schiacciati, altrimenti si ritorce contro chi l’ha usata.
    Buon 2012,
    Roberto

    "Mi piace"

  16. Cara Elisabetta,
    questo è un punto autobiografico e in parte autocritico del pezzo; in parte e in modo ironico, perché le nebbie riguardano tutti, anche chi crede di avere davanti sempre e solo il sol dell’avvenir. Grazie per averlo colto.
    Un abbraccio a te,
    Roberto

    "Mi piace"

  17. Che ne sarà delle attese incantevoli
    nell’epoca di geo-storia propinata
    a ignari liceali in soluzione
    tascabile narcotranquillizzante?

    Grazie per aver messo in evidenza ciò di cui posso e devo dichiararmi pentita, l’aver snobbato in giovane età la geografia, e un abbraccio, Roberto.

    "Mi piace"

  18. Cara Anna Maria,
    diciamo che quando eravamo giovani (ovviamente la cosa vale soprattutto per me!) l’insegnamento non era certo accattivante, a base di cartine mute e di elenchi di affluenti di destra e di sinistra. Ma questa circostanza non ci scusa.
    Un abbraccio a te,
    Roberto

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.