Lezioni americane per scrivere e per vivere

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-aae704e2-0c68-4abc-8c5f-62dd7cda3d35-radio1.html#p=0

Pubblico qui la registrazione della puntata di domenica 11 marzo della rubrica Il Viaggiatore, su Rai Radio 1, diretta da Massimo Cerofolini, che ringrazio di cuore per avermi invitato con la funzione di filo rosso tra gli interventi. Un omaggio prezioso alle Lezioni americane, capolavoro saggistico di Italo Calvino.

17 pensieri su “Lezioni americane per scrivere e per vivere

  1. Un intervento prezioso espresso con calviniana leggerezza, esattezza, rapidità, molteplicità, visibilità…e aggiungerei anche la sesta caratteristica, quella che Calvino non fece in tempo ad illustrare, la coerenza, tra parole e vita…caratteristica richiesta ad ogni vero scrittore.

    Mi piace

  2. Così, a cavallo del nostro secchio, ci affacceremo al nuovo millennio, senza sperare di trovarvi nulla di più di quello che saremo capaci di portarvi. (da Leggerezza)

    Mi piace

  3. Uno degli ultimi grandi della letteratura italiana, se non l’ultimo, e come tanti bistrattato in patria e ora finalmente riconosciuto come merita. Tanto amore e tanta passione riscoperti a distanza di tempo, una riscoperta che permette a tutti noi di rileggerlo e conoscerlo meglio anche attraverso le parole e gli studi di Fabrizio che sembrano seguire le sorti dello scrittore Calvino portando alla luce quel piccolo capolavoro che e’ il saggio “una trascendenza mancata” che dopo 20 anni ci mostra un volto inedito di autore e saggista. Ma oltre il saggio un bel viaggio nella letteratura e nella filosofia di vita calviniana ben condotto da Massimo Cerofolini, che ho avuto modo di apprezzare varie volte in questo programma, e denso e emozionante, ma soprattutto fonte di curiosità suscitata da Fabrizio su quella che fu l’opera incompiuta e pubblicata postuma dell’Autore e che e’ la summa di tutto il suo essere e credere, nell’uomo e in se stesso fondamentalmente.

    Mi piace

  4. Temendo forse di ripetere a grandi linee quanto già detto da altri – essendo arrivato ben ultimo – dico che finalmente questo autore trova una sua giusta collocazione, un suo meritato posto tra i grandi del nostro Paese, forse, appunto, più apprezzato in vita all’estero che in patria. Con la tua passione, Fabrizio, sei riuscito in qualcosa di giusto: rendere giustizia postuma ad un grande della nostra letteratura. Ciò fa parte del tuo carattere, ripeto della tua passione, del tuo modo di essere uomo ed intendere la vita. A presto, e che questo sia un cammino ancor più proficuo per i tuoi prossimi lavori, che, auspico, possano nascere sotto una stella ancor più buona dei precedenti. Ad maiora!

    Mi piace

  5. Grazie, don Faber, per averci accompagnato in un altro dei tuoi bellissimi e quasi magici viaggi nella letturatura!

    Mi piace

  6. “imparare a guardare,imparare a cogliere tutte le sfumature del mondo” non è una cosa facile per chi è abituato a fermarsi di fronte all’apperenza delle cose.In fondo scrutare le cose da lontano senza soffocare è come scavare nel profonodo per andare alla ricerca della verità.

    Grazie,Don Fabrizio per averci guidato in questo fantastico mondo che è la letteratura .

    Mi piace

  7. Una bella avventura d’ascolto, un modo di fare la radio che ancora, pur con i ritmi accelerati caratteristici dell’epoca, ha lo scopo evidente di dare spazio a chi ha davvero qualcosa da dire.
    Grazie e un abbraccio,
    Roberto

    Mi piace

  8. Un’ora intensa e preziosa, nella quale, ci hai trasmesso il tuo amore smisurato per la letteratura, donandoci, ancora una volta, un’altra piccola parte di te
    Grazie, don Fabry

    Mi piace

  9. Il primo impulso è quello di andare a cliccare sulla copertina del libro sperando che le pagine si rendano subito accessibili e pronte da divorare, tanto il desiderio di farsi al più presto ricco di tanta grandezza.
    Me lo procurerò al più presto per poter entrare in compagnia di Calvino nella suggestione di quelle atmosfere, di cui un appetitoso assaggio è stato il dibattito letterario offerto dalla trasmissione radiofonica partecipata da una pluralità di talenti coerentemente etereogenei a descrivere l’essenzialità dei cibi che toccano i circuiti mentali come il vapore che si stacca dalla foglia di menta o il latte che sa dell’amore di mamma, la lentezza che sprigiona rapidità di decisione, il rigore nel decifrare l’aroma di conifera metallica piuttosto che gli adolescenti oscurati che guardano il mondo o la società che nutre l’algoritmo di Google, magistralmente condito dall’ispezione precisa viscerale e dotta nella quale ci fa da guida quell’esploratore delle profondità artistiche che è Fabrizio Centofanti.

    Mi piace

  10. Nella trilogia di Calvino si vivono emozioni fantastiche e tu, ogni volta e anche con questa intervista sei riuscito a rinnovarle aggiungendo la tua emozione e il tuo cuore per la letteratura.
    Grazie, Fabry!

    Mi piace

  11. l’ho commentata altrove e nel sito, senza questo filo conduttore, del tuo commento alle lezioni il resto spazia, e divaga, ci allieta ma perde di peso e financo di leggerezza, nel programma. Sul molteplice il mistero chiude,e ri apre
    Meglio sarebbe udire il pezzo tuo intervento senza scansioni, come assolo

    MPia Q

    Mi piace

  12. Un’avventura intrigante e leggera vivere le cinque parole chiave delle Lezioni americane attraverso esperienze e sensibilità così differenti, eppure così legate fra loro da un filo conduttore che sei tu, Fabri, a rivelare: vivere, pensare, fantasticare, trovare il centro di noi stessi in un mondo che tende sempre più ad essere intricato ed inquinato da immagini e parole approssimative.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.