14. Scrivere

da qui

Questa stanza è da sballo, non te ne andresti mai. Ripensi alla mail che hai letto in sogno: esistono premonizioni come queste? Possibile che il sogno corrisponda alla realtà? Da quant’è che non scrivi? La visione ti ha ispirato. Riaccendi il computer, riapri il blog che avevi intitolato Idee per un romanzo. Quale idea migliore dell’amore? Naturalmente un amore tormentato. Lei è ribelle, ideologicamente radicale, diciamo anche violenta. Eppure così tenera, quando state insieme: se fa l’amore piange: vorrebbe essere vergine? Si sente usata? Non l’hai capito mai, eppure,  se scrivi un romanzo, puoi azzardare le ipotesi che vuoi. Puoi scrivere che al tedesco della spiaggia non funziona, che lei ci sta ma sul più bello non succede nulla e ha tutti i motivi del mondo per piangere e accendere nervosamente la sua Winston e ricordare di quando le strappavi le spalline e cercavi di sfilarle il costume appiccicato al corpo come una seconda pelle. Da dove cominciare? Ma certo, dal gatto di pietra nella piazza: è un simbolo ricco di futuro, la pietrificazione delle energie animali, l’alienazione che ti blocca e ti deprime a poco a poco, fino a svegliarti una mattina e non sapere più che vivi a fare, con la persona a fianco che non ami, il lavoro che non dà soddisfazione, il mondo intero che crea ostacoli su ostacoli e non ce la puoi fare e dài di matto e schiaffeggi la prima signora che ti rivolge domande inopportune. Sì, comincerai dal gatto, il punto d’arrivo delle tue disavventure, l’abbandono dell’università, il lavoro precario, la fuga continua da non sai che cosa. E poi dovresti spiegare perché Futura ti ha piantato: possibile sia stato solo per il crucco impotente? Ci dev’essere dell’altro: il credo politico, la certezza che il mondo va cambiato, a tutti i costi, pena l’immobilismo e il cinismo, la riduzione allo stato minerale. Ecco che significa il gatto maledetto: sei tu come lei ti ha visto una mattina; si è resa conto di come fossi diverso, di quanto i destini divergessero inevitabilmente di fronte alla lotta, all’idea stessa della vita. Dovresti convertirti, credere che ciò che conta è la battaglia, la difesa dei diritti, la sorte degli ultimi; non è che mi diventi prete? Ci mancherebbe che ti mettessero a guardia di piccoli disadattati, bambini che ti guardano e non parlano, gatti di pietra pure loro, statue insensate destinate al logorio del tempo, a fare la fine di una scritta su un muro o su un pontile, mentre la primavera ridipinge un cielo azzurro e ti convince a scrivere di nuovo.

40 pensieri su “14. Scrivere

  1. non lo so se è meglio vivere che scrivere,
    so che scrivo perchè forse non so vivere,
    per conoscere l’oscurità prima che faccia buio;

    La parola collega la traccia visibile alla cosa invisibile, alla cosa assente, alla cosa desiderata o temuta, come un fragile ponte di fortuna gettato sul vuoto (I. Calvino, Esattezza)

    "Mi piace"

  2. Perché attendere? Che peccato attendere, che insulto alla bellezza del mondo! Perché interrogarsi in mille modi, mille congetture, mille questioni. Ciò che è, è; ciò che è stato, è stato. Il resto sono supposizioni legittime, che però rallentano il flusso dell’azione, intorpidiscono, inibiscono i sentimenti. Amerigo, interrogati. La risposta è per certo dentro te. Sii te stesso, sii semplice, lascia cadere i vecchi vestiti, i vecchi trucchi, le risposte articolate. Ama, respira, apri l’animo e guardaci dentro, vivi, esci dalle congetture, trova un modo tuo di agguantare la vita. Devi fare un salto? Senti il bisogno di farlo? Per anni hai pensato solo a te e pensavi che il mondo ruotasse attorno a te? Inverti tutto, marcia indietro, riorganizza le priorità, spogliati e vestiti di nuovo, metti occhiali diversi, interroga la vita, te stesso, sii onesto. Ama, soprattutto ama sinceramente e dillo senza reticenze! E quando incontrerai nuovamente Futura, apriti e sii vero. Muori per lei e rinasci. Cerca di capire chi è lei e cosa vuoi tu. E cosa potrebbe rendervi felici.

    "Mi piace"

  3. Scrivere é come far sbocciare il fiore nascosto dentro il cuore, é un po’ come essere una primavera che fa rinascere a nuova vita e con nuovi colori tutti i sogni fino a quel momento rimasti nascosti nel freddo e nell’immobilitá di un inverno interiore.

    "Mi piace"

  4. Penso che scrivere sia un incontro speciale con l’intimo, la capacità di specchiarsi in una verità che durante il giorno ha l’abilità di nascondersi fra le mille faccende alle quali si deve render conto; è l’espressione di chi vuol fare delle proprie emozioni un regalo al lettore, lasciandogli una traccia preziosa della propria personalità e innumerevoli spunti di riflessione, sensazione, quest’ultima, necessaria per ritrovarsi con se stessi e provare a conoscersi un po’ di più.

    "Mi piace"

  5. Da quant’è che non scrivi? La visione ti ha ispirato.

    A un tratto, come per subito richiamo, Lily si volse al cavalletto. Eccolo là, il suo quadro. Eccolo là con i suoi verdi e i suoi turchini, col suo intreccio di righe, con la sua ambizione d’esser qualcosa. “Finirà in soffitta,” ella pensò, “sarà distrutto.” Eppoi, riprendendo il pennello: “Che importa?” si chiese. Guardò i gradini: erano deserti. Guardò la tela: era confusa. Con intensità repente, quasi che le fosse dato di veder chiaro per un attimo solo, tirò una linea là, nel mezzo. Il quadro era finito, compiuto. “Sì,” pensò la ragazza, posando il pennello, “ho avuto anch’io una visione.”

    Virginia Woolf, Gita al faro

    "Mi piace"

  6. Scrivere è un pò come specchiarsi ,perchè viene riflessa una parte di te che di solito è nascosta : La tua anima!

    "Mi piace"

  7. Vuoi scrivere per cantare la poesia della vita, descrivere il tuo romanzo, quello degli altri? Che sarà? Lo sai? Dov’è la risposta? Scrivere è già una grande risposta, tua, se vuoi, per sapere che sarà.

    "Mi piace"

  8. Scrivere è raccontarsi, comunicare qualcosa agli altri, tradurre le emozioni in parole, in maniera libera, semplicemente guardandosi dentro, aprendo uno spiraglio sul mondo che è in noi. Tornare a scrivere di nuovo perché in fondo non sei così alienato ma ti senti vivo, hai ancora voglia di lasciarti leggere, di aprirti all’altro che può fare propri i tuoi pensieri e trovare dei paralleli nelle singole vite.

    "Mi piace"

  9. Da dove cominciare? Ma certo, dal gatto di pietra nella piazza: è un simbolo ricco di futuro….

    Gli scrittori amano i gatti perché sono creature così tranquille, amabili e sagge, e i gatti amano gli scrittori per gli stessi motivi.

    Robertson Davies, Mehitabel, 1959

    "Mi piace"

  10. In terza elementare ci viene insegnato che la scrittura segna la distinzione tra storia e preistoria; questo ci da il polso dell’immensa importanza della parola scritta.

    Inoltre, scrivere qualcosa, come leggerlo, può cambiare il nostro umore ed avere forti
    implicazioni sul resto della nostra giornata, se non della nostra vita MA…

    Esiste un limite linguistico nella parola come nella scrittura che resta insormontabile fino a quando ciò che leggiamo o scriviamo non si trasforma in azione, un verbo che si fa carne.

    L’amore, per esempio, non si può solo scrivere, per esistere si deve poter toccare…per fortuna questo l’uomo primitivo l’ha capito ancora prima della scrittura.

    "Mi piace"

  11. il romanzo si scrive da solo, non sei tu…
    Scrivere non è una terapia psicoanalitica, sarebbe una bestemmia.
    E’ l’amore che scrive per te. La passione la gioia il dolore la primavera, i sentimenti vivi che cadono sulle pagine e si materializzano in forma di Bodoni, la tensione verso l’altro la voglia di farlo entrare in te e te in lui di colmare quel gap che ancora ti divide dal prossimo, il ricco dal povero, l’erudito dall’ignorante, l’abietto dall’umile il potente dall’oppresso il padrone dal servo.
    Perchè quelle righe sono come frustate che mettono tutti sulla stessa gogna vergati di commozione intenti a riflettere a sentir pentimento.
    Chi non scrive per questo è solo un ‘insano mercante d’inchiostro che gudagna imbrttando la carta.
    Il più bravo scrittore di sempre lo ha fatto una volta soltanto senza mettere mano alla penna e il suo libro è da sempre un best-seller.

    "Mi piace"

  12. Possibile che il sogno corrisponda alla realtà? Da quant’è che non scrivi? La visione ti ha ispirato.

    Non sempre i sogni corrispondono alla realtà e non sempre la realtà corrisponde al sogno. Ma si può sognare scrivendo quello che avremmo voluto vivere e che per qualche ragione non abbiamo vissuto.

    "Mi piace"

  13. Come ogni creatura che nasce, porta con se il DNA del suo creatore, cosi ogni romanzo che nasce porta con se il DNA dello scrittore.
    Con questo non voglio dire che il romanzo sia speculare allo scrittore.ma che in esso è presente una sua piccola impronta.

    "Mi piace"

  14. Scrivere come viaggio dentro il proprio cuore e come uscita da sé, per sentire e guardare il mondo con occhi altrui.
    Leggere, e trovare la propria vita, o parte di essa, specchiata in altre storie, è già sentirci parte e filo intrecciato con il mondo.

    @ Gum: è un bellissimo commento.

    "Mi piace"

  15. L’amore guida la penna dello scrittore, gli suggerisce le parole più belle e giuste; l’amore che ne scaturisce non può rimanere chiuso in un libro, ha bisogno di essere vissuto, liberato, di diventare carne ed azione.
    Il più grande best-seller di tutti i tempi, scritto per Amore, ci insegna ad amare e ci fa comprendere che solo amando si scopre l’amore.

    Grazie Ema & Gum!

    “Ben poco ama colui che può esprimere a parole quanto ami.”
    (Dante)

    "Mi piace"

  16. “eppure, se scrivi un romanzo, puoi azzardare le ipotesi che vuoi.”

    Come nella vita…si può scegliere chi diventare.

    “hai mai pensato a quello che fai
    hai mai guardato a quello che sei
    tu non puoi distrarti solo quando vuoi tu
    io non mi accontento io voglio di più”

    "Mi piace"

  17. “si è resa conto di come fossi diverso, di quanto i destini divergessero inevitabilmente di fronte alla lotta, all’idea stessa della vita”

    Quando due persone hanno una diversa idea della vita succede spesso che arrivino alla rottura del rapporto e la diversità, che dovrebbe costituire un’occasione di arricchimento reciproco per la ricerca della verità, diventa invece il nemico numero uno.

    "Mi piace"

  18. Possibile che il sogno corrisponda alla realtà?
    Contrariamente ad un sogno, secondo me per scrivere bisogna iniziare senza essere condizionato da qualsiasi bisogno o desiderio del corpo o dell’anima e senza sapere che cosa si vuole dire, per finire poi senza sapere il perchè di cosa si è scritto.

    "Mi piace"

  19. “gatto maledetto” … ” il punto d’arrivo delle tue disavventure ”
    La superstizione è la più grossa delle iatture,Un cannibale di se stessi.
    Eppure si insinua facilmente e e infila le sue radici nel profondo che non è facile strappare. Una grande minaccia alle anime fedeli dove trova terreno fertile. Una gramigna che pùò contagiare le pianticelle buone dell’orto. Non bisogna farci confondere mai. Tutto ciò che ci capita al mondo può già essere scritto ma non è nelle mani di un fato che seguendo un capriccio ti sposta la vita che hai scelto di fare. Se scegli di amare di dire le cose per quellle che sono di chieder perdono e di amare Dio non puoi poi pensare che un gatto o un cornetto o il numero 13 è ciò che governa la vita quaggiù.

    "Mi piace"

  20. Ciò che sognamo può apparire vero e indicare la verità: a noi interpretare dove finisce il sogno e dove inizia la realtà. A volte i due si confondono, perché il sogno contiene innesti reali; oppure perché la nostra realtà è anche fatta in parte di sogno. Sognare è un aspetto importante, essenziale: senza sogni, in particolare quelli a occhi aperti, ci perderemmo alla deriva della vita. Che si tratti di sogni o realtà, però, è importante saper ascoltare i segni che giungono, le sensazioni che bussano. Troppe volte in questo mondo meccanico e informatico ci affidiamo ai numeri, ai calcoli automatici, agli esiti inappellabili. Quando utile, è necessario rompere questa logica, aprire narici e mente e respirare, abbracciare il mondo e con esso i pensieri sussurrati da un sogno o da un passante, da un bimbo da un figlio da un amico, da uno con cui non ti sei mai fermato a parlare in tanti anni. E lì che l’energia chiama, scalpita, vuole essere prelevata per essere “scolpita” a fin di bene.

    "Mi piace"

  21. la primavera ridipinge un cielo azzurro e ti convince a scrivere di nuovo.

    Se un uomo non nasce una seconda volta,
    la sua vita rimane come un foglio bianco
    nel libro dell’esistenza.

    Kahlil Gibran

    "Mi piace"

  22. “possibile che il sogno corrisponda alla realta?”-possibile.Io raramente ricordo miei sogni perchè spietato squillo delle sveglie mi fa scomparire ultima ombra del altro mondo.Però mi è capitato che mi sono trovata in situazione che gia avevo visto, e capivo sogno di tanto tempo fa che ad l’ora mi sembrava assurdo.Avevo visto situazioni che mi sono capitate.Ma anche il sogno può essere continuo della realta e aiuta a risolvere i nostri problemi.

    "Mi piace"

  23. “fino a svegliarsi una mattina e non sapere più che vivi a fare”-succede a tutti farsi la domanda: che senso ha la mia vita?Da parte che capita in momento di depressione,però è la riflessione del senso dalla nostra esistenza.Un momento di pausa per ritrovare un filo,un motivo per andare avanti,trovare la gioia che qualsiasi cosa facio ha un senso.Vedendo un sorriso di gioia del altro lo sai che questa strada è giusta.Cosi “la fuga da non sai che cosa”si finisce qua.
    Ricordo una frase ce ho letto anni fa:”Tutto che fai non devi fare bene,ma in modo ottimo che puoi”

    "Mi piace"

  24. Quale idea migliore dell’amore?

    L’Amore è essere il sale della Vita che dà sapore ad ogni pietanza,perchè senza di esso saremmo tutti dei “gatti di pietra”!

    "Mi piace"

  25. gatto di pietra

    Nulla è più duro d’una pietra e nulla più molle dell’acqua. Eppure la molle acqua scava la dura pietra.
    (Publio Ovidio)

    Se la molle acqua è in grado di scavare la dura pietra, allora l’ Acqua che sgorga dalla fonte di Vita è in grado di trasformare un cuore di pietra in un cuore di carne

    "Mi piace"

  26. Quale idea migliore dell’amore? Naturalmente un amore tormentato

    Non è l’amore che fa soffrire, ma la sua assenza.

    Morandotti, Alessandro Le minime di Morandotti (2), Scheiwiller, Milano, 1980, p. 75.

    "Mi piace"

  27. “credere che ciò che conta è la bataglia,la difesa dei diritti,la sorte degli ultimi”.
    Io credo nel destino,è la mia comodità?Non lo so,comunque è piu facile accettare le sconfitte dicendo:cosi si deveva succedere.Ma la battaglia devo fare tutti giorni lo stesso,scegliere bene,giusto. A volte ho provato andare contro mio destino,vedevo i segni quale strada devo prendere,però come sono un po’ testarda volevo fare a testa mia,ci arrivavo e capivo che questo era sbagliato.Ho imparato ascoltare segni per la mia strada che mi indica Qualcuno piu grande di me.Credo nel bene,credo che Dio non mi abbandona,lo so che mi vuole bene e mi aiuta.”La sorte degli ultimi”. Dio mi aveva promesso che tutto andrà bene e Lui sempre mantene le promesse.

    "Mi piace"

  28. Il gatto di pietra rossa.
    Il Silenzio dentro me è…
    sapere che avrò sempre una scelta
    e un viaggio felice senza destinazione
    vivere sin dall’origine nel posto sbagliato
    ricordare ciò che ho visto ad occhi chiusi
    toccare un fiocco di neve che non cade mai
    è la pazienza del cacciatore che mi fa aspettare
    l’amore che a tutto mi serve prima della risposta
    il silenzio è l’enigma
    il gatto di pietra rossa
    a guardia del giardino dei miei labirinti.

    Enrico Targani

    "Mi piace"

  29. “Riaccendi il computer, apri il blog”
    Vi vengo a trovare e mi accorgo che qualcuno ha pensato fino in fondo a me, grazie Marco, mi hai dato la voglia di scrivere con amore.
    Un amico ci ha mandato un libro scritto da lui, per la prima volta ha deciso di mettersi in gioco come scrittore, la sua dedica mi è piaciuta davvero tanto, a proposito dell’amore dice:” con grande umiltà e senza suppormi uno scrittore vero,vi faccio dono di questa mia raccolta di pensieri e storie. Buona lettura e mi aspetto le critiche!”
    L’amore sa muovere ogni cosa, e allora mi sono detta- anche io vado per la via che porta all’acqua che disseta le arsure della vita e mi aspetto le sconfitte.

    La pazienza e l’amore sono quelle che ha trovato la Persona che mi ascolta quando vado da lui, mi ha permesso di perdonarmi : ero disperata, confusa.
    Lo ringrazio proprio qui, a lui debbo molto, anche la parola Amore che non riuscivo a comprendere….
    Ti lascio umilmente: un grazie! pensato molto proprio per te.

    “Che c’entra un prete con metrica, retorica e stilistica? La forma perfetta è la faccia dei poveri.
    Una vecchietta sorride. Quelle mani tese verso l’ostia consacrata sono l’unica risposta alla mia vocazione. Se vuoi sapere chi sei, lascia che il povero tenda la sua mano. Verso te. Con la forma perfetta dell’attesa.

    Guida pratica all’eternità.
    Fabrizio Centofanti

    "Mi piace"

  30. Scrivere per me è sempre stata una necessità, non parlo di romanzi, ma del bisogno di mettere su carta tutto quello che sento, che vorrei ma non ho la possibilità di comunicare o anche di chiarirmi le idee.
    Quando ci sono cose che non riesco a dire, per pudore, per paura di essere fraintesa o anche per guardare meglio dentro me stessa, prendo un foglio e lì per lì non so da dove iniziare. Poi è come se la mia mano scorresse da sola, guidata non dalla mente, ma dai sentimenti, dal cuore. Quando rileggo penso: ma come ho fatto a scrivere proprio quello che volevo comunicare?

    Poi lascio la lettera in modo che la trovino. Non è mai stata rinviata al mittente, ma non ho mai avuto risposta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.