43. La porta è aperta

da qui

Dicono sia l’ultima settimana di caldo insopportabile. I ventilatori danno un refrigerio quasi inesistente; ogni tanto, un refolo di vento alza la polvere secca e te la sbatte in faccia. Li vogliono buttare fuori un’altra volta; ho parlato con Mihaela, era furiosa; l’azienda che li vuole sloggiare è municipalizzata, bisogna parlare con qualcuno. Claudia ha il volto stanco: chissà quante ore ha fatto, in ospedale. Ti piace più così, quando le occhiaie le scavano una linea d’ombra che custodisce qualcosa di segreto. Dovresti alzare la voce, minacciare sfracelli. Da quando sono qui, nel tempio di polvere e di erbacce, mi considerano un folle, credo; comincio a capire il Maestro, la sua solitudine di profeta senza compromessi; se ti fai ultimo, ti calpestano senza tanti complimenti. Intendeva questo, quando predicava di prendere la croce? Ho una mia idea, al riguardo: parlava del profeta Ezechiele, del segno del Taw impresso sulla fronte di coloro che non si erano piegati al male dilagante; prendere la croce vuol dire accogliere il sigillo che li salverà, l’ultimo giorno. E chi erano i segnati? I poveri, i semplici, gli unici capaci di affidarsi, gli unici santi possibili, su questa terra. Pensi che gli zingari siano segnati con il Taw? Ce l’hanno in fronte da tempo immemorabile; osserva attentamente la faccia di Lela, di Patrick, di Shakira, e dimmi se non vedi la luce dell’Altissimo. Per questo ti prendono per matto? Sai cosa dissero i parenti di Gesù, dopo aver cercato di riportarlo a viva forza nell’ambito del clan? E’ fuori di testa, schizzato, non ragiona più. E’ il destino del profeta? Di chi crede in una logica che non passa dai palazzi del potere, dalle alabarde e le auto blu, dai pranzi di gala e dai festini a base di donne compiacenti. Come hai fatto ad accettare questo incarico? E’ venuta una donna, con un messaggio urgente: il Signore dice che tu puoi fare molto, per lui. Una donna bellissima, di nome Flaminia. Mi ha messo nelle mani un biglietto rosa in cui c’è scritto: ti lascio in eredità il cuore del mio cuore; è per questo che ho accettato. Vuoi dire che è il tuo Taw? Voglio dire che se il Signore crede in me, chi sono io, per non credere in lui? Sono il papa. Ma qui c’è tutta la congregazione, Santità: se le portiamo le prove, perché non vuole crederci? Perché mi offrite soldi: i santi non si fanno con i soldi. Il processo è molto dispendioso. Vuol dire che un povero non sarà mai fatto santo? Voglio dire che intendiamo agevolarle il compito; ci facciamo carico di qualsiasi spesa. Ne dovete avere, di ricchezze. Frutto di onesto lavoro, di fatica. Si ricordi cosa ha detto il Nazareno: fatevi degli amici con la ricchezza disonesta; disonesta, capisce? Ciò che non è condiviso è sempre disonesto. Santità, abbiamo testimonianze a non finire, e alcuni miracoli certificati. L’unico miracolo è spezzare il pane: è allora che si aprono gli occhi, che si diventa santi. Ti senti soffocare nella sala piena di affreschi: all’improvviso hai un mancamento, vedi una baracca con il sole a picco, una tenda che si sposta; appare la faccia di Lela che sorride, che ti chiede don, dimmi come stai, da quanto tempo non ti vedo, mi sei mancato tanto! Santità, si sente male? Se vuole, riprendiamo il discorso un’altra volta. Sto bene, Lela, anch’io avevo voglia di vederti, mi sento morire ad abitare là, così lontano. Noi siamo qui, don, lo sai che quando vuoi la porta è aperta.

23 pensieri su “43. La porta è aperta

  1. Una porta aperta equivale ad un cuore aperto pronto ad accogliere chiunque voglia attraversare quella porta,nella quale ci troverà soltanto Amore!

    "Mi piace"

  2. L’unico miracolo è spezzare il pane….
    “L’unico miracolo” è condividere le gioie ed i dolori ,” l’unico miracolo” è rivolgere lo sguardo a chi si sente solo ed emarginato e ascoltarela sua richiesta d’aiuto, “l’unico miracolo” è restare uniti nonostante tutto ! , .

    "Mi piace"

  3. Una porta e’ un passaggio, un varco, la sorella minore del ponte, perché un incontro non può avvenire su una strada a senso unico.

    "Mi piace"

  4. – Noi siamo qui, don, lo sai che quando vuoi la porta è aperta.

    Un cuore aperto che ama e vuole essere amato è come una porta spalancata che aspetta di essere attraversata, è una casa pronta ad accogliere per condividere tutto ciò che contiene.

    "Mi piace"

  5. “Noi siamo qui, don, lo sai che quando vuoi la porta è aperta.”
    E chi si sentirà più solo dopo aver “ricevuto” un dono del genere?

    "Mi piace"

  6. – I poveri, i semplici, gli unici capaci di affidarsi.

    Mi ricorda: “Quando non hai più niente da perdere, è allora che hai vinto”.

    "Mi piace"

  7. ” Ciò che non è condiviso è sempre disonesto.”
    Nel nostro mondo occidentale e’ difficile immaginare una societa’ piu’ disonesta.

    “La proprieta’ privata e’ un furto”
    Proudhon

    "Mi piace"

  8. E chi erano i segnati? I poveri, i semplici, gli unici capaci di affidarsi, gli unici santi possibili, su questa terra…

    Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio.
    (Luca 6,20)

    "Mi piace"

  9. i santi non si fanno con i soldi…
    Una delle tante prerogative dei santi è quella di riuscire a vedere il volto di Gesù nello sguardo di chi è considerato ultimo.
    Chi riesce a vedere Gesù nei loro occhi si può dire che si trova sul cammino della santità, perché non si può non amare Dio con tutto il cuore e il prossimo come te stesso una volta che l’ hai incontrato.

    “Beati i puri di cuore ,perché vedranno Dio.(Matteo 5,9)

    "Mi piace"

  10. Noi siamo qui, don, lo sai che quando vuoi la porta è aperta.

    Pronunciare con il cuore veramente aperto questa frase, crederci fino in fondo, sarebbe il miracolo che salverebbe il mondo!

    "Mi piace"

  11. Aprire la finestra per far entrare l’aria calda di questi giorni , rinunciando al refrigerio del condizionatore, è un atto di coraggio, lo stesso coraggio di chi vuole vivere la vita condividendo un sorriso di pane insieme con chi ogni giorno continua a sudare senza trovare riparo dalla temperatura di un’estate infuocatache non accenna a diminuire

    "Mi piace"

  12. Quella porta aperta siamo noi, timidi, riottosi, desiderosi di vita, pronti ad ardere di amore, pronti a slanci teorici che non sempre sappiamo tradurre in azione. Quando quella porta finalmente si apre, allora superiamo noi stessi, nel senso che diventiamo veri.

    "Mi piace"

  13. La porta è aperta: quella del nostro cuore( con qualche difficoltà) quella della nostra Chiesa…sempre per accogliere tutti!
    Mi piace essere una parrocchiana di S. Carlo lì anche i passerotti ci vengono a trovare.

    Un abbraccio
    Ernestina.

    "Mi piace"

  14. “se ti fai ultimo,ti colpestano senza tanti complimenti”- se lo dai un dito,ti strappano tutto bracio
    pero` a me piace stare in ombra e fare questo che mi sembra giusto

    "Mi piace"

  15. Sei spesso tacciato di follia quando la pensi in modo opposto agli altri o almeno ai più’, quando non condividi le scelte che garantiscano il piacere e la soddisfazione. Ti prendono per pazzo, forse anche “pericoloso”per la società, diventi indesiderato o comunque uno da tenere a bada.
    Figuriamoci Gesu’ con tutte quelle cose strane che andava raccontando un re dei poveracci , forse non era in grado d’intendere e volere anche quando non ha abbozzato la minima difesa contro coloro che l’avrebbero ammazzato. Si’ e’ decisamente un folle, uno cosi’. Vorrei essere un folle come lui che anziche’ finire in manicomio e’ stato spedito dritto dritto in Paradiso alla destra di Dio Padre Onnipotente.

    "Mi piace"

  16. IL MURO
    La porta si è chiusa
    amica mia
    e ha lasciato il posto
    ad un freddo muro.
    Ogni sguardo
    ogni frase
    ogni rifiuto
    ogni assenza
    è un mattone che si aggiunge
    Ci sarà una breccia?

    (Irrisi Mancata)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.