89. Nient’altro

da qui

Che poi basta poco per capire. Piccolo-borghese, nient’altro che un desiderio piccolo borghese. Già, ma tu non lo sapevi, non te l’aveva mica detto. Se n’esce così, quando meno te l’aspetti, col suo desiderio piccolo borghese. Dovresti guardare ai tuoi difetti, ai punti deboli che ormai conosci bene: solo un desiderio, borghese anche quello, in fin dei conti. Ma l’essenziale è altrove: nella preghiera che hai fatto a due passi dalla tomba, il che ti fa capire che è tornato, è tornato veramente, e mentre ti chiedevi come uscirne, un pensiero s’è affacciato all’improvviso – e non è un caso che fosse un suo cavallo di battaglia: te n’aveva parlato tante volte, ma tu non comprendevi, eri così refrattario che neanche Gesù Cristo in persona t’avrebbe mai convinto. Ti chiedevi come liberarti dal peso che sentivi in fondo al cuore e arrivava a dominare i sentimenti, a dirigere le azioni. Hai pregato intensamente; pensavi che fosse necessario uno sforzo supremo del volere, l’impresa titanica di spezzare le catene che t’avevano avvinto un’altra volta. Era già miracolosa l’intuizione che ciò che minacciava il cuore fosse la menzogna del nemico, che confondeva sottilmente affetto e dipendenza, sudditanza e carità. Ma qui, vicino alla tomba, stai facendo un altro passo, la mossa finale per dare scacco matto all’avversario. Il sarcofago è sobrio ed elegante; sai che è solo un simbolo: lui è presente ovunque, tranne lì; ma i simboli sovvengono all’imperfezione, alla fragilità inevitabile del mondo. Parlava di una cosa, una cosa a cui pensi solo adesso; dovresti avere il tempo di descriverla nelle pieghe più nascoste, negli effetti più invisibili, ma è tardi, devi aprire la chiesa, ti aspettano altre ore logoranti, la veglia di stanotte, lo Spirito che scende e come sempre ti trova senza fiato, con l’emicrania lancinante dei giorni che non danno tregua, e s’impegna, poveretto, a cercare uno spiraglio, ti convince che hai la forza per accoglierlo in te stesso, che non devi scoraggiarti: se il Signore ti ha messo in questa storia vuol dire che puoi farcela, e in queste righe finali di capitolo avrai il tempo e lo spazio per dire quale fosse il pensiero che lui, dalla tomba o dal cielo, ha voluto ti arrivasse: la promessa del battesimo; rinuncio, rinuncio a tutte le sue opere, a tutte le sue maledette seduzioni, e credo, credo in Dio Creatore e nel suo unico Figlio, nella Chiesa e nei santi, la risurrezione della carne e la vita che non può finire, che travolge qualsiasi tentazione come fosse un fuscello in mezzo al mare, e tu ti sei sentito libero, stupito, hai pensato che se tutti dovessero mancare al loro compito, se le ultime parole fossero l’odio e il tradimento, tu sei con lui, rinunci e credi, e non ti serve nient’altro, a questo mondo.

29 pensieri su “89. Nient’altro

  1. Questa è la pace e la libertà di chi si sente figlio di Dio: “rinunci e credi, e non ti serve nient’altro, a questo mondo.”

    "Mi piace"

  2. Piccolo-borghese, nient’altro che un desiderio piccolo borghese
    La vita è tutta nel giro di una roulette, punto tutto sul rosso, esce il rosso ed è una gran fortuna, famiglia, soldi e soddisfazioni, insomma tutte le carte in regola per dire grazie a Dio…è proprio vero: Dio fa miracoli! Pensavo invece che la Sua grandiosità fosse negli occhi bisognosi del disgraziato che non conosce luce, ma che si illuminano di speranza quando incontrano un bastone di sostegno, che gli permette di camminare evitando qualche muro. forse mi sbagliavo
    fortuna che io non sono come quello!

    "Mi piace"

  3. No! Non serve nient’altro a questo mondo, è sufficiente rinunciare al nemico e credere fermamente in Dio…ma attenzione! Il nemico è colui che inganna,capace di convincerti della sua non esistenza,affinché tu possa cadere nella sua trappola e pensare di poter fare tutto da solo.il male è l’ altra faccia della medaglia se neghi la sua esistenza,neghi anche l’ esistenza di Dio ,poiché non esiste il bene senza il male,infatti mentre il bene consiste nella presenza di un amore puro, il male consiste nella sua assenza.
    Lo scopo del nemico è quello di allontanarti dal disegno di Dio,servendosi delle cose che sono di questo mondo,facendoti credere che sono le uniche certezze sulle quali tu puoi contare.
    Egli ti esalta,convincendoti di poterti sostituire a Dio,inoltre,ti accusa se agisci nel bene,facendo nascere in te il dubbio di sbagliare… egli è colui che ci serve “l’ arsenico nascosto nel caffè”,se cosi non fosse noi non cadremmo in tentazione ,poiché non berremmo mai “l’ arsenico allo stato puro”.Per questo è importante pregare, per questo è importante dire:Credo e Rinuncio, perché. Dio con la sua luce smaschera l’ inganno donandoci cosi il dono del discernimento,lontano da ogni forma di giudizio.

    "Mi piace"

  4. Se riesci a pronunciare “io credo, io spero, io amo” hai già pronunciato “rinuncio” e ti senti libero di vivere già ora nell’ eternità.

    "Mi piace"

  5. Forse non ho capito; metto sempre in conto di poter essere molto lontano da ciò che si intende.
    E’ talmente tanto tempo che leggo di nemici, menzogne, odio, tradimenti e coltellate che ormai dovrei essermi convinto: questa è la realtà da cui non si può sfuggire. O meglio, da cui ci si può salvare esclusivamente nel nostro personale mondo interiore nel quale, grazie alla preghiera, possiamo finalmente trovare quella serenità, quella luce e pace che la vita quotidiana sembra non poterci (forse non doverci) concedere.
    E invece no: non riesco a convincermi. Più leggo e più vorrei leggere di sorrisi e di abbracci; e ancora non basterebbe, perché quei gesti, anche se descritti con le più belle parole, non avrebbero significato se non si traducessero in veri sorrisi e abbracci ad ogni incontro; e poi vorrei dialogare sempre, scherzando quando possibile, consolandosi quando necessario, ma, il più delle volte, ragionando e confrontandosi. Questo è il mondo tra i vivi in cui credo, che vedo possibile e che spesso ho vissuto. Perché, come dice Don Andrea Gallo, “io ho capito che quando allargo le braccia, i muri cadono. Accoglienza vuol dire costruire dei ponti e non dei muri”.
    “Se tutti dovessero mancare al loro compito, se le ultime parole fossero l’odio e il tradimento”, io credo che avrei fallito ogni mia azione, così che nessuna preghiera sarebbe così potente da farmi meritare un perdono.
    Forse non ho capito; metto sempre in conto di poter essere molto lontano da ciò che si intende.
    Il mio cuore mi dice, però, di cercare l’essenza della vita in un senso opposto a questo “nient’altro”.

    "Mi piace"

  6. Ho appena finito di ascoltare il rosario dalla grotta di Lourdes, ammetto che mi sintonizzo solo nelle giornate particolarmente faticose, oggi è stato riletto un brano molto conosciuto ma che mi piace molto:

    Questa notte ho fatto un sogno,
    ho sognato che camminavo sulla sabbia
    accompagnato dal Signore,
    e sullo schermo della notte erano proiettati
    tutti i giorni della mia vita.
    Ho guardato indietro e ho visto che
    per ogni giorno della mia vita,
    apparivano orme sulla sabbia:
    una mia e una del Signore.
    Così sono andato avanti, finché
    tutti i miei giorni si esaurirono.
    Allora mi fermai guardando indietro,
    notando che in certi posti
    c’era solo un’orma…
    Questi posti coincidevano con i giorni
    più difficili della mia vita;
    i giorni di maggior angustia,
    maggiore paura e maggior dolore…
    Ho domandato allora:
    “Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me
    in tutti i giorni della mia vita,
    ed io ho accettato di vivere con te,
    ma perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti
    peggiori della mia vita?”
    Ed il Signore rispose:
    “Figlio mio, Io ti amo e ti dissi che sarei stato
    con te durante tutta il tuo cammino
    e che non ti avrei lasciato solo
    neppure un attimo,
    e non ti ho lasciato…
    i giorni in cui tu hai visto solo un’orma
    sulla sabbia,
    sono stati i giorni in cui ti ho portato in braccio”.

    "Mi piace"

  7. Ecco,Signore, sono affaticato ed oppresso, “a chi mi rivolgerò
    se non a Te…lascia che io parli alla tua misericordia, io terra e
    cenere;…ecco è alla tua misericordia che io parlo non ad uomo
    che si ride di me…Ti volgerai e avrai misericordia di me”.
    (S.Agostino)

    "Mi piace"

  8. “se il Signore ti ha messo in questa storia vuol dire che puoi farcela”
    mi piace questa frase,forse proprio questo pensiero può aiutare noi a combattere con problemi-pensiero che Dio sta con noi, comunque,nonostante tutto.Perchè spesso dimenticamo di questo?!
    A me a volte mancano le forze,allora in questi momenti devo ricordare:”se il Signore ti ha messo in questa storia vuol dire che puoi farcela”, questo mi da la forza.

    "Mi piace"

  9. Una nuova profonda riflessione, dopo questa lettura.
    Se hai deciso che tutto ciò che ti serve a questo mondo e’ rinunciare e credere, puoi accettare ogni cosa che fa parte di quel gioco difficile in cui qualcuno ti ha messo. Se poi la posta in palio e’ cosi’ alta, come “la vita eterna”, devi essere all’altezza della partita, perché su questo tavolo non si puo’ barare. Meglio dividerla con un compagno piu’ esperto: vedrai che alla fine ti alzerai vincitore.

    "Mi piace"

  10. Ho pensato lungo se scrivere questo commento,però lo scrivo, ho scrivevo già peggiori e poi,cosi è la mia vita,non posso farci niente.
    Quando ho letto pagina di oggi,mi hanno colpito le parole: “e credo,credo in Dio Creatore…”,perché mi si è ricordato mio sogno di altra notte:
    Mi aveva attaccato diavolo.però con un semplice segno di croce era scomparso.Mi aveva attaccato la seconda volta,mi teneva stretta,però ho fatto la preghiera alla Madonna e sono riuscita a liberarmi la mano per fare segno della croce. Il diavolo cosi scomparso.Impovvisamente mi aveva attaccato per la terza volta, però questa volta la battaglia era dura.Mi teneva stretta fortissimo, non riuscivo muovere la mano,era pratticamente paralizzata,non riuscivo muovermi per liberarmi,mi stringeva con una forza enorme,ma provavo comunque liberare la mano, ho preghato a Madonna,niente,mi strigeva forte, non riuscivo muovermi,allora ho cominciato urlare:Credo in un solo Dio…, e urlavo sempre più forte:Credo in un solo Dio…Credo in un solo Dio….,il diavolo mi ha lasciato,scomparso.Mi sono svegliata, respiravo con fatica,non riuscivo muovere il corpo,ma ho cominciato muovere la mano.Ho fatto segno della croce dicendo Credo in un solo Dio…Credo! e questo mi ha salvato!

    "Mi piace"

  11. “Tu rinunci e credi, e non ti serve nient’altro, a questo mondo”
    Tu ti fidi e ti affidi, anche se cascasse il mondo!
    Questo mi ha insegnato ad andare avanti con mitezza nel nostro centro, sempre, comunque, e nonostante… me lo ha insegnato un amico che non mi ha mai tradita, mai! e se per caso lo facesse penso che morirei di dolore… morirei di dolore.
    Voglio lasciare qui un abbraccio grande a questo caro amico che mi ha aiutata nel dolore più forte che possa colpire una madre….” Dai ora sta bene, pensa a questo!”
    Ricordi? oggi io ti dico pensa a Mario il tuo Don Mario! si girerebbe dall’altra parte per vedere se qualcuno avesse bisogno di lui.
    Quanta forza Don Mario nel perdono volando dal suo povero di turno.

    Ti abbraccio forte caro, grazie di essere qui e non ci lasciare sai… comunque quando sorridi fiducioso nel vederci arrivare a confessarci, ci dai la forza di perdonare anche IL FRATELLO che ci ha presi alle spalle.

    Ernestina.

    "Mi piace"

  12. Ci sono passaggi di vita in cui la porta è strettissima, forse perché Dio ci faccia accorgere dei fili d’oro intessuti nel telaio…

    "Mi piace"

  13. Senza di Te non sono niente
    senza di Te non valgo niente
    provo a capire con la mia mente ma
    senza di Te il tutto è niente.

    Un dolce calore mi circonda
    se sento che sei accanto a me
    e spoglio la mia umanità
    capisco che tutto è vanità.

    Senza di Te non provo niente
    senza di Te non vedo niente
    cerco l’amore tra la mia gente ma
    senza di Te non trovo niente.

    Signore lo so che ho sbaglito
    Ti chiedo perdono perchè
    quel sole creato da Te
    può nascere dentro di me.

    Senza di Te non posso niente
    senza di Te la vita è niente
    faccio da solo ma inutilmente
    se Tu non ci sei non servo a niente.

    (Paolo Migani)

    "Mi piace"

  14. @ Bioraffaella,
    E’ così, hai proprio ragione, in due righe, hai cantato tutto quello che Paolo Migani ci ha regalato nella sua bella canzone!
    grazie anche a Cristina che lo ha messo qui per noi.

    Vi abbraccio tanto.
    Ernestina.
    ps. proprio bravo Paolo belle parole…una poesia per ringraziare questo Gesù che ci vuole tanto bene, grazie anche a lui.

    "Mi piace"

  15. Il bene, dici, vince sempre. Come
    caligine, che prima o poi dilegua. Invece di cantare
    il merlo, a volte, salta sopra il muro e guarda verso il
    nulla,
    ti pare. Puoi pensare che il poeta sia il punto di
    contatto
    tra il canto e il muro, tra il nulla dello sguardo
    e il bene che la nebbia ha contraffatto.
    (Elegia – F. Centofanti)

    "Mi piace"

  16. Mi piace molto la poesia che ho appena postato, perchè mi ricorda come il Male a volte sembri vincere, ma che la sua è una vittoria apparente poichè solo momentanea, dell’immediato e destinata a svanire nel tempo; è il Bene infatti, che alla lunga vince, poichè la Verità ha già vinto e prima o poi emerge, ed è destinata a prevalere e a restare per sempre.
    Questa certezza è il centro di quell’ottimismo di base, ben lontano dalla superficialità o dalla stoltezza, che contraddistingue il cristiano autentico, la sua gioia e la sua speranza sempre accesa.

    "Mi piace"

  17. L’uomo, gioia di Dio, creatura di fragilità sulla quale si attarda il suo
    sguardo e l’insidia di Satana.
    Campo su cui il nemico,con le sue armi seduttive,porta la sua battaglia,fa-
    cendo ricordare quanto sia “duro recalcitrare al pungolo”-.
    Campo su cui Dio impianta la sua tenda e fa sentire la sua voce con
    richiami divini, Amore che si fa dentro il dolore dell’anima con compas-
    e che conoscendo quanto bruciano le ferite, si avvicina a questa crea-
    tura di fragilità, toccandola col sospiro dello Spirito.

    "Mi piace"

  18. “Credo in Te, unico Dio d’Amore, eterno Amante, eterno Amato,
    eterna unità e libertà d’Amore: in Te vivo e riposo, donandoti il
    mio cuore e chiedendoti di nascondermi in Te e di abitare in me”.
    (B.Forte, vescovo).

    "Mi piace"

  19. Ma l’essenziale è altrove: nella preghiera…
    La preghiera infatti è il nostro punto di forza è l’anello di congiunzione a Dio sia quando lo lodiamo e lo ringraziamo per tutto quello che ci ha donato , sia quando lo imploriamo nei momenti difficili o di estrema difficoltà per aiutarci a camminare e a non vacillare quando ci sentiamo soli in mezzo al deserto.
    Nel deserto è la ricerca ,nella ricerca è la conoscenza , nella conoscenza può nascere un fiore dal quale poi sboccia l’Amore.

    "Mi piace"

  20. @ TUTTI VOI,
    Grazie infinite di avermi insegnato un pezzetto di amore da mettere nel mio cuore!
    :-))).
    “Ma l’essenziale è altrove… nella preghiera, nella conoscenza può nascere un fiore dal quale poi sboccia l’ Amore.”
    “Credo in Te, unico Dio d’Amore, eterno Amante, eterno Amato.”
    “Toccandola col sospiro dello Spirito.”
    “Che contraddistingue il cristiano autentico, la sua gioia e la sua speranza sempre accesa.”
    ” Il bene, dici, vince sempre!”
    ” Ci sono passaggi di vita in cui la porta è strettissima.”
    ” Ci dai la forza di perdonare anche il fratello che ci ha presi alle spalle.”
    “Una nuova profonda riflessione: ti alzerai vincitore!”
    ” Se il Signore ti ha messo in questa storia vuol dire che puoi farcela” “questo mi da la forza!”
    ” Se dici IO CREDO; IO SPERO, IO SPERO, IO AMO, ti senti libero di vivere già ora, nell’Eternità!”
    ” I giorni in cui tu hai visto solo un’orma sulla sabbia, sono stati i giorni in cui ti ho portato in braccio” p.s.bellissima!
    ” Una passione catartica da soddisfare con parole solo su carta…” p.s. t.v.b.
    ” Forse mi sbagliavo. fortuna che io non sono come quello!”
    “Porto addosso le ferite di tutte le battaglie che ho evitato. (F. Pessoa.)”
    ” E invece no: non riesco a convincermi: Più leggo e più vorrei leggere di sorrisi e di abbracci. e poi vorrei dialogare sempre, scherzando quando é possibile consolandosi quando è necessario.”

    ” Forse non ho capito. il mio cuore mi dice, però, di cercare l’essenza della vita in un SENSO OPPOSTO A QUESTO! ” nient’altro”
    E come dice Don Gallo” Io ho capito che quando allargo le braccia, i muri cadono. Accoglienza vuol dire COSTRUIRE DEI PONTI E NON DEI MURI:”
    Grazie a tutti, ancora, in particolare a Clown:opinioni. che mi ha lasciato qui un pezzo enorme del suo grande cuore.
    Spero di camminare sempre su tutti i ponti del mondo con voi anche se sarò o saremo lontani fisicamente.
    Saluto col cuore in mano anche io Don Fabrizio Centofanti che mi ha permesso di conoscere questo angolo di Amicizia.. per un amico in più cosa non si farebbe!
    Ernestina.
    :-))))

    "Mi piace"

  21. E’ vero pmartucci , beati colo che crederanno senza aver visto!
    Noi qui ci proviamo.
    Ma anche beati tutti coloro che non credono perché spesso è proprio loro” il regno dei cieli!”

    Ti abbraccio.

    Ernestina.

    "Mi piace"

  22. @ clown
    E’ vero” ognuno di noi contribuisce, a modo suo, a costruire la casa dell’ amiciza” belli questi mattoni !
    speriamo che si avveri sarebbe un bell’arricchimento questo confronto aperto e leale.
    In fondo le case restano ..ma noi…no!
    Resteranno i nostri scritti ai ragazzi che vorranno farne tesoro! A Dio piacendo!

    Ernestina.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.