4. La notizia

da qui

Il primo giorno di lezioni alla Pontificia Università Gregoriana circolavano aneddoti curiosi, come quello sull’Annunciazione: turbata dall’apparizione, la Vergine si sente replicare dall’arcangelo: non temere, Maria, sono solo un genere letterario. Non era il benvenuto ironico degli studenti-nonni alle reclute spaesate e intimorite, ma un invito a mettere da parte un retaggio di devozioni ingenue e a leggere la Bibbia con metodi più idonei. In effetti, nella scena suddetta, ritroviamo lo schema classico del Primo Testamento: apparizione, timore e rassicurazione, messaggio, obiezione e segno conclusivo. C’è un’evidente simmetria con ciò che accade a Zaccaria, il che rivela un intento, molto più che storico, teologico: Gesù, ricorda Luca, è superiore a Giovanni. In apparenza si direbbe il contrario: il primo episodio si svolge nel Tempio, nel momento più solenne della liturgia, e il protagonista è un sacerdote; il secondo in una cittadina malfamata (da Nazaret può mai venire qualcosa di buono? Gv 1,46), in casa di una ragazzina senza arte né parte. In Kiddushin 70a si dice che a una donna non si porge il saluto. L’angelo Gabriele ignora tale norma, perché si guarda bene dal salutare Zaccaria, ma rivolge a Maria un omaggio carico di elogi. L’ave che ripetiamo nel rosario è una goffa storpiatura del chaire originale [=rallegrati], dai riflessi messianici evidenti nel profeta Sofonia (Sof 3,14-17): Maria è la Figlia di Sion, la nuova Gerusalemme, in cui Dio dimorerà non solo in simboli ed immagini, ma nella carne viva di un uomo. Anche il resto del saluto – il Signore è con te – è la formula biblica rivolta a chi viene incaricato di missioni impegnative. Insomma, la ragazza è posta al di sopra del sacerdote Zaccaria, rivelando ciò che qualcuno ha definito il femminismo di Dio, di cui Luca sarebbe un convinto portavoce (come vedremo procedendo nel racconto). Non so se Dio sia femminista, ma in tutta la Bibbia rovescia i nostri schemi, privilegiando gli umili, i miseri, chi sembrerebbe indegno della sua premura. Ancora oggi dimostriamo di non aver capito, se c’inchiniamo di fronte al primo titolo pomposo e se persino la Chiesa risuona di attributi altisonanti, d’insegne e fronzoli che di evangelico non hanno nulla. La reazione dei due la dice lunga: Zaccaria si spaventa per l’apparizione, Maria, invece, per il contenuto del messaggio; come fosse naturale che un arcangelo atterrasse in casa sua, senza neanche darle il tempo di sistemare la stanza per l’incontro. Ma Gabriele ha altro a cui pensare: le dice che avrà un figlio importante, in comune con Dio; lei, poverina, fa un unica obiezione: com’è possibile, se non è sposata? Per l’angelo non esistono problemi: che vuoi che sia? Ci penserà lo Spirito, certe cose sa farle solo lui. E’ la notizia che ci serve: agli inizi di Gesù e della sua Chiesa (Atti 1,8) c’è l’azione dello Spirito Santo, che ci immette nella storia così come Dio l’ha progettata. Senza di lui restiamo al palo, come Zaccaria, che perde la parola; la riavrà quando avrà scelto di fidarsi; un po’ in ritardo, certo, rispetto alla prontezza di un’insulsa ragazzina.

29 pensieri su “4. La notizia

  1. – Dio rovescia i nostri schemi e le nostre aspettative

    Ho scoperto che Dio era così quando sono arrivata in parrocchia, carica, anzi caricata nel senso che ne subivo il peso, di un sentimento religioso “antico”, dove Dio era soprattutto da temere e rispettare, severo ed esigente.
    Invece la Verità è più semplice ed è racchiusa in quel “rallegrati”.
    Dio ci ama di un Amore infinito, non è un giudice ma un Padre misericordioso che difende e si prende cura di tutti, soprattutto dei più bisognosi, che esalta gli umili e disorienta i superbi, per farli tornare in sè.
    Certamente condanna il male, ma accanto ha già pronto il perdono: “crocefiggente verso il peccato e deponente verso il peccato”.
    Il Suo punto di vista è il Bene.
    Ce n’è in abbondanza, un vero surplus, per rallegrarsi!
    E cmq non è ancora tutto, perchè Dio è una sorpresa continua e non finiremo mai di scoprirlo.

    Grazie don, per essere voce del Suo Amore e, in questo caso, penna nelle sue mani!

    "Mi piace"

  2. “rovescia i nostri schemi e le nostre aspettative, privilegiando gli umili, i miseri”

    “La forma perfetta è la faccia dei poveri. Ossimoro vivente: la mancanza di tutto e la pienezza”

    da Guida pratica all’eternità di F. Centofanti

    "Mi piace"

  3. LA NOTIZIA
    ” Nel ventre tuo si raccese l’amore,
    per lo cui caldo nell’etterna pace
    così è germinato questo fiore”.
    (Dante)

    "Mi piace"

  4. “Le ali degli angeli sono calde,/il loro pensiero sta dentro la notte,/ ma tu mi parli / su uno spazio che io non conosco./ Io adoro le stelle e la notte,/ ma tu sei il canto del mio mattino.” ( A. Merini)
    L’eterno messaggio di Maria, la sua purezza, è quanto poi nel profondo si riesca a fidarsi entrando nella luce del mattino, e quanto ci si lasci meravigliare da questo, inondare di speranza. Nell’alba è la notizia, di un nuovo giorno del quale non sai, nel quale speri. E ti fidi semplicemente della sua promessa.

    "Mi piace"

  5. non temere

    Infatti non dobbiamo temere dei doni preziosi che il Signore ci offre,anche se a noi sembrano al di sopra delle nostre possibilità, dobbiamo ricordarci che lui sa quali sono i pesi che possiamo sopportare che ” nulla è impossibile a Dio” con lui tutto diventa possibile anche quello che per l’ uomo risulta umanamente e aggiungo scientificamente impossibile. L ‘ Amore divino può tutto ,può trasformare una terra sterile in una terra fertile,un deserto arido in un oasi fiorita…può far nascere un fiore se solo noi ci fidiamo e ci affidiamo alle sue cure dicendo una semplice parola,la stessa che ha detto Maria,permettendogli di realizzate il suo progetto di redenzione,senza il suo Si dove saremmo noi ora? Con lei è nata la fede, con lei è nata la speranza con lei è nato l’ amore .Tutto grazie al suo Si, lo stesso Si che dovremmo pronunciare noi ad ogni progetto d’Amore che Dio vuole realizzare con noi.

    "Mi piace"

  6. Maria è la Figlia di Sion, la nuova Gerusalemme, in cui Dio dimorerà non solo in simboli ed immagini, ma nella carne viva di un uomo…

    Non si può pensare al Figlio e a Maria come due cose separate esse sono un tutt’uno per opera dello Spirito Santo.Maria e Gesù sono una carne sola ,perché da essa è stato generato Gesù, E una cosa sola sono Maria e lo Spirito Santo ,ingatti lo sposo è sempre accanto alla sua sposa, come se fossero una cosa sola..

    "Mi piace"

  7. Mi è piaciuto molto trovare all’inizio del bel racconto, una figura di donna col sorriso; segno premonitore che abbiamo capito che vivere é sorridere a chiunque incontri sul tuo cammino! cosa non da poco !!
    Non lo sappiamo fare, non lo sappiamo proprio fare.. quante volte mi capita di andare a messa, e di sorridere a chiunque veda, e non ricevere neanche uno sguardo! e poi ritrovare queste persone in giro… e in un altro contesto e vedere che mi sorridono!
    Mi domando allora: per quale benedetto motivo vanno al banchetto di Dio e non ricordano che l’Eucarestia è spezzare il pane con l’altro?
    Senza di Lui restiamo al palo come Zaccaria, purtroppo, e loro non hanno ancora capito: che gli ultimi sono proprio loro e che forse più che leggere il Vangelo dovrebbero viverlo, come chi sterile finalmente diventa fecondo ed il mistero non è più mistero.. perché lo Spirito scende su noi quando il prete ci porge l’ostia come CORPUS DOMINE.

    Grazie Fabrizio gran bella strada la tua: come sempre Dio ti illumina per illuminare noi!

    Ernestina.

    "Mi piace"

  8. La pagina evangelica emblematica della notizia.
    Lo sguardo di Dio sulla piccolezza, l’umiltà.
    Maria,la fanciulla, che ha mutato l’universo e lo
    stesso paradiso.
    La gloria dello Spirito : “Colui in cui l’Amore infinito
    si apre nella libertà per suscitare e
    contagiare amore”.
    Preziosità celesti, che Fabrizio ha mirabilmente com-
    mentato, giunte all’anima come – intima allegrezza-.

    "Mi piace"

  9. Domani -Corpus Domini –
    Auguri, Fabrizio.

    “Ogni giorno celebro l’Eucaristia
    per rifarmi gli occhi
    e vedere Gesù dappertutto”.
    (P.Mazzolari)

    "Mi piace"

  10. Non mi sembra poi cosi’ strano che Dio faccia cadere la scelta sugli umili quando deve affidare a qualcuno gli incarichi fondamentali atti a compiere i suoi alti disegni.
    Piu’ strategico forse sarebbe stato contattare un politico del tempo , un’ oratore o uno scienziato, anziche’ un “insulsa fanciulla “? Chi avrebbe accettato di far parte di un piano tanto improbabile e assurdo.
    Nel caso dell’annuncio a Maria, si parla di entrare nel concepimento di un Dio: nessuno perderebbe la faccia appresso a un progetto cosi’ fallimentare. Invece, un umile, si’, lo può fare, e’ talmente vicino alla terra, come l’etimo stesso ricorda, che tutto cio’ che gli viene proposto, sta di certo piu’ in alto di lui. Perche’ non proviamo tutti quanti a sentirci cosi’? Non soltanto per cambiare la storia, bensi’ per cercare di entrare anche in quella di Dio.

    "Mi piace"

  11. e sempre dello stesso libro di Erri de Luca “In nome della madre” volevo citare qualche frasi.
    “Ero in piedi e l’ho visto contro luce davanti alla finestra. Ho abbassato gli occhi che avevo riaperto.Sono promessa e non devo gurdare in faccia gli uomini.Le sue prime parole sul mio spavento sono state:”Shalòm Miriàm”.Prima che potessi gridare, chiamare aiuto contro lo sconosciuto,penetrato nella stanza, quelle parole mi hanno tenuto ferma….”

    "Mi piace"

  12. A te che ci stai guidando, in questa Lectio tutta per noi, e che sei un ministro di Dio, ti domando di aiutare questo confronto anche bacchettandoci! perché sbagliando si impara e noi lo vogliamo per poter seguire meglio: questo” cammino privilegiato che ci stai donando” e per questo non ti ringrazierò mai abbastanza!
    Per essere Chiesa, dove tu Predichi la Parola dal pulpito, il coro canta le sue lodi d’Amore, noi, assemblea ascoltiamo e offriamo la nostra settimana a Dio dobbiamo essere uniti nel Suo nome.. altrimenti non siamo e non potremo mai essere Chiesa.
    Nemmeno Gesù era solo ma Trino! Dio, Gesù e lo Spirito Santo.
    Aiutaci a capire che prenderci per mano è essere la” Chiesa” che ha fondato Pietro.

    “Come cristiani, noi crediamo che il significato ultimo della vita e i suoi valori fondamentali siano davvero rivelati in Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo- che vi dice:” Voi mi chiamate “Maestro” e”Signore”, e dite bene, perché lo sono” ( Giovanni 13,13)

    "Mi piace"

  13. Mi correggo nel mio commento sul Corpo di Cristo, è tardissimo e io sto “servendo” sono un pochino stanca CORPUS DOMINI, mi sono corretta per la serietà di questo discorso tra noi e quel Dio che avrebbe comunque fatto finta di niente.. ma lui sa tutto e vede tutto noi no.

    Scusate.

    Ernestina.
    Grazie comunque e sempre al mio angelo custode!
    non ci lasciare soli abbiamo bisogno della nostra guida spirituale.

    "Mi piace"

  14. CORPUS DOMINI
    “Già imbiondiscono le messi”, è pronto il grano di Dio per la mie-
    titura e per la macina, sfarina la spiga, il pane è sulla tavola:
    “Prendete e mangiate, questo è il mio Corpo dato per voi”

    “Che più potevi darci che darci Te stesso”
    (S.Agostino)

    "Mi piace"

  15. Non so se Dio sia femminista, penso soprattutto ad un Dio padre/madre difensore della meraviglia e della dignità di ogni sua creatura, dove trova un canale aperto proprio nei ”fogli bianchi” in cui meglio pennellare il suo disegno di Vita.
    Sicuramente in nome di Dio si è spesso rivestito le donne in modo particolare, di un’impurità che mi sembra più nel punto di vista umano – come può un’ Energia che crea amando discriminare tra figli e figlie ? – ma non è solamente questione del mondo della Chiesa cattolica.
    Zaccaria siamo anche noi, umanità intimorita di fronte alla grande scelta della fiducia: senza lo Spirito restiamo al palo, ma abbiamo bisogno di affinarci sempre più per avvertire quel soffio nel concreto del cuore dell’altro, perché affidarsi è un fatto di cielo e di terra.

    "Mi piace"

  16. “come fosse naturale che un arcangelo spuntasse a casa sua…”
    Nel tentativo disperato di dare risposte che gli assomigliano, l’essere umano ha molto alterato il sentire che è parte di un tutto. Speriamo di poter ricominciare a sentire “naturale” questo nostro far parte dell’universo che tutti ci comprende.

    "Mi piace"

  17. La notizia.La notizia sconvolge,perchè nella vita quotidiana, solito schema,entra qualcosa di nuovo.La notizia disturba,o è buona o cattiva,fa paura,perchè cambia nostro schema,nostri abitudini e anche a volte,nostra vita.
    La notizia ha spaventato Maria,Zaccharia,cosi anche a noi in primo istinto(non solo umano)viene paura,perchè arriva qualcosa nuovo,diverso.
    A me già fa paura quando mi squilla telefono,specialmente con numero del mio paese.Come ultima volta,arrivato sms da mia amica…tua madre sta in ospedale. Paura! Subito la pressione mi si è alzata a 200,però ho detto:calma!stai calma! prima di reagire devi informarsi cosa si è successo.Stai calma,solo cosi puoi risolvere bene problema.Calma,però come a volte è difficile rimanere calmi.
    La notizia sconvolge,o è buona o cattiva,perchè cambia nostra giornata e a volte cambia noi.

    "Mi piace"

  18. E’ vero cara, e saggia Agnese, tu sei un angelo che ci porta tutti alla realtà semplice della terra… noi vogliamo, invece, commentare dalle nuvole!
    Se piove… sai che capitombolo…tutti giù per terra e che male ci facciamo allora!

    Grazie Agnese tu mi ridimensioni sempre la vita.

    ernestina
    Buon Corpus domini a te!

    "Mi piace"

  19. @ Pam,
    grazie sempre! arrivi , tocchi, e la tua pennellata è come un fiore..un bel fiore: il giglio che prima o poi dipingerò per i miei ragazzi del centro!
    Chissà che bella giornata di preghiera avrete vissuto! peccato mi perdo sempre qualcosa di buono! ma sono felice lo stesso dove sono, qui il giglio l’ho già raccolto!

    ernestina.

    "Mi piace"

  20. @Ernestina
    ti ringrazio tanto. Scusa,ma ti rispondo scherzando-non sono angelo,perchè non c’è l’ho le ali e poi…sono ancora viva.
    un abbraccio forte

    "Mi piace"

  21. @ Ernestina
    Grazie, oggi un giglio è il dono più bello e commovente che possa ricevere per il simbolo di purezza che rappresenta. Ho sempre creduto in un Amore che apre le sue porte, che non rifiuta ma accoglie tutto ciò che, in qualsiasi manifestazione, è nella sua grazia e purezza e porta in alto.

    "Mi piace"

  22. Arriverà un giorno in cui tutti noi, nessuno escluso, si domanderà, guardandosi allo specchio: “cosa ho lasciato di me su questa benedetta terra?”
    allora io mi guarderò dentro e con grande fierezza dirò al mio Dio: amore, compassione, servizio, umiltà, non giudicare il fratello!!!!!, e … ho servito fino all’ultimo con tutti i miei difetti Padre Buono!

    ma lui è un Padre e una Madre buona e aprendo le sue braccia mi dirà ” vieni è arrivato il momento del perdono e della quieta cara figlia Ernestina, NON AVER PAURA di essere quella che sei stata.” e questo mi basterà.

    ernestina con tutti i suoi difetti meno uno : non giudicare e,non fare agli altri quello che non vuoi venga fatto a te!

    Pensiamoci bene!
    p.s. un bacio grande sempre al mio Simone che mi ha insegnato il coraggio di vivere nonostante. grazie caro figlio.

    "Mi piace"

  23. “Se una notte di inverno, qui vicino in via Ottaviano, per esempio, muore una persona, quella non è notizia. Se in tante parti del mondo ci sono bambini che non hanno da mangiare, quella non è notizia, sembra normale. Non può essere così! (…) Al contrario, un abbassamento di dieci punti nelle borse di alcune città, costituisce una tragedia. Uno che muore non è una notizia, ma se si abbassano di dieci punti le borse è una tragedia! Così le persone vengono scartate, come se fossero rifiuti”. (Papa Francesco all’Udienza Generale del mercoledì)

    L’indifferenza è uno dei grandi mali del mondo che facilmente sfocia nella solitudine; e non ci contagia finché un giorno potremo ritrovarci ad elemosinare un saluto, pronti a barattare il nostro mantello d’oro per qualche minuto di compagnia. Soltanto allora saremo in grado di accogliere la bella notizia

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.