8. Anche domani

da qui

Nella regione c’erano i pastori: giusto loro. E’ notte; i ricchi dormono nelle alcove soffici, intarsiate d’oro. Il più potente, Cesare Augusto, è in una reggia sfarzosa, in cui regna il superfluo in tutte le sue inconsistenti sfumature. E’ il primo, Augusto, il primo di tutti, in assoluto. I pastori sono gli ultimi, gentaglia disprezzata che di notte, invece di dormire, veglia sul gregge per guadagnarsi il pane. L’angelo del Signore, scendendo sulla terra, dovrà scegliere tra Augusto e loro. Chiunque di noi propenderebbe per il primo, e non per servilismo. Immagini i vantaggi? La buona novella si propaga in men che non si dica; la tutela dei potenti, un nugolo di benefattori, l’atout d’essere ben rappresentati nell’azione di governo, il varo di leggi su misura; insomma, una fede assicurata dalla lucrosa polizza dell’imperatore. L’angelo del Signore è d’altro avviso, e si reca in tutta fretta dai pastori. Gli ultimi saranno i primi, dirà Gesù nella sua predicazione: l’ha imparato col latte della madre e sotto lo sguardo opaco dei pastori, ancora mezzo addormentati. La visita soprannaturale, in verità, li ha scossi dall’inerzia: cos’è questa luce negli occhi, all’improvviso? Una stella cadente? Un fuoco acceso dai briganti e gettato loro addosso per portargli via il bestiame? Macché: è un messaggero che parla di gioia, di un Salvatore, un certo Cristo, nato nella città di Davide. Non hanno capito un accidente, ma per loro qualunque prospettiva è meglio di una vita da randagi. Il segno indicato dall’angelo non è rassicurante: un bimbo avvolto in fasce, in una mangiatoia. Come dire, uno che sta peggio di loro. Ma è proprio questo che li incuriosisce. Il messaggero ha reclutato una pattuglia di colleghi e insieme cominciano a cantare: gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini che ama. Chi saranno gli amati, i fortunati? I pastori, certamente. Ma basta spostare una virgola, per afferrarne il senso più profondo: pace in terra agli uomini, che ama. Li ama tutti, senza escludere nessuno, neanche Augusto, che si è guardato bene, comunque, dal mettere a parte dell’evento. I pastori si decidono a partire, per vederci un po’ più chiaro. Chi non ha buone nuove, ne cerca sempre una. Si mettono in cammino celermente, come chi crede in qualcosa, nella vita; arrivano al luogo segnalato ed ecco cosa trovano: un padre e una madre piegati su un bambino, che ha l’aria d’essere stato appena partorito. Chissà perché, i pellegrini si commuovono. Non solo: riavutisi dall’emozione, corrono a trasmettere l’annuncio a tutti quelli che incontrano per strada, cioè quasi nessuno: chi vuoi che giri, come loro, a quell’ora della notte? C’è tempo, avranno pensato, anche domani. Il bello è che sono loro a informare i genitori di che reputazione goda il figlio, nel più alto dei cieli. Maria è turbata, non riesce a fare il callo al ritmo incalzante delle apparizioni; le mette insieme come meglio può: per oggi non capisce quasi nulla; ci sarà tempo, pensa, anche domani.

19 pensieri su “8. Anche domani

  1. Per comprendere quello che accade attorno a noi , c’è sempre tempo anche domani , gli eventi a volte appaiono inspiegabili del tutto incomprensibili , solo chi ha pazienza e conserva ogni tassello nel proprio cuore può comprendere con il tempo il disegno meraviglioso che Dio ha progettato per tutti noi .Si perché Dio pensa sempre ai suoi figli a quelli che si sentono messi da parte o che si fanno da parte , Dio pensa al povero e al povero di Spirito ,in fondo se ci pensiamo bene nessuno di noi è primo siamo tutti ultimi, anche quello che pensa di essere arrivato e di poter fare tutto da solo ,queste persone sono gli ultimi degli ultimi il peggio è che non lo sanno perché il loro cuore si è ormai troppo indurito dal troppo sfarzo, dalle ricchezze capaci di donare dipendenza,solitudine e nient’altro.

    "Mi piace"

  2. ” Un bimbo avvolto in fasce in una mangiatoia ” è un evento insolito per chiunque , ma al tempo stesso è meravigliosa , perché quel bimbo è venuto per noi , è venuto per donarsi a noi, lasciandoci in eredità quello che nessuna ricchezza può donarci, la nostra salvezza!

    "Mi piace"

  3. ” ANCHE DOMANI ”
    Quando si aprirà il cuore alla bellezza della parola evan-
    gelica! Porta eventi carichi di significati, compimenti di an-
    tichi vaticini, simbolismi profetici,”per ora non siete capaci
    di portarne il peso”, quando si lascerà che lo Spirito irrompa,
    “si conoscerà la verità tutta intera”. Anche :
    “Dio pena
    nel cuore dell’uomo”
    finchè non lo conosca, e questo uomo domanda un’ altra
    alba alla sua notte, un altro giorno ancora, anche un altro
    domani, un altro respiro di vita, mentre “serba tutte queste
    cose, meditandole nel suo cuore”.

    "Mi piace"

  4. Una cosa mi colpisce, già dal post precedente: forse sarà una banalità, ma non posso non notare che la società di oggi non è poi tanto diversa da quella di allora.
    Forse prima c’erano più pecore e pastori, ma i ricchi sono rimasti gli stessi, con gli stessi privilegi e lo stesso potere, ed i poveri di ieri sono uguali a quelli di oggi.
    Per fortuna che la giustizia di Dio segue altre logiche, sicuramente lontane da quelle del denaro e della politica; menomale che per Lui la vera ricchezza è quella del cuore ed i veri bifolchi sono quelli incapaci di commuoversi ed emozionarsi, i quali si è guardato bene dal mettere per primi parte dell’evento più importante di tutti i tempi.

    "Mi piace"

  5. Per chi vive lasciandosi guidare dallo Spirito, domani ed oggi sono la stessa cosa. La luce della fede rende il tempo un unico presente. Amare e’ sempre. Oggi non e’ altro che il domani di ieri… e se si e’ amato, non c’e nulla da temere.

    "Mi piace"

  6. Il discernimento e la prudenza di Dio, a proposito dei veri bifolchi, mi riportano ad un altro passo del Vangelo:

    Dal Vangelo secondo Matteo 7,6.12-14

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
    Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti.
    Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!”.

    "Mi piace"

  7. “Pace in terra agli uomini, che Egli ama”
    Tutti ama nessuno escluso.
    “Ricercherò la pecora sperdutasi, ricondurrò quella
    smarritasi, fascerò quella ferita, guarirò quella am –
    malata; custodirò quella grassa e robusta; le pasce-
    rò con giustizia”.
    ( Ez.34,16 )
    Nella pienezza dei tempi il signore Gesù, Pastore
    bello, incarna la tenerezza divina.

    "Mi piace"

  8. Quella virgola rivoluzionaria….e’ colmo di fascino quanto un piccolo segno possa cambiare cosi totalmente il senso delle cose: Dio e’ amore incondizionato, per tutti e senza alcuna esclusione, senza meriti, che non chiede di mostrare un quanto di “buona volontà” . Il nostro volere si fa piccolo e insignificante, come l’idea cosi rassicurante, cosi’ umana, che ci si debba meritare quell’amore di Dio, che non abbandoniamo neppure pregando a messa….Ma c’e’ la virgola che ricorda il senso, la luce si e’ fatta carne, e per tutti, per Augusto, per i pastori, e anche per chi avrebbe tradito.

    "Mi piace"

  9. C’è sempre tempo, per tutti, perchè ognuno ha i suoi tempi e Dio sa aspettare e cogliere il tempo favorevole per ognuno, perchè i suoi tempi non sono i nostri tempi.

    "Mi piace"

  10. ” E’ il primo, Augusto, il primo di tutti, in assoluto. I pastori sono gli ultimi, gentaglia …”
    C’è una storia “ufficiale” , la storia di Augusto , la storia dei grandi eventi , delle guerre e dei trattati di pace , degli imperatori e dei governi , degli stati e dei rapporti fra essi .. ; c’è una storia dei pastori , la storia degli ultimi , della gente . Gesù ha scelto quest’ultima ; non ha scelto la scorciatoia di nascere alla corte di Augusto , magari figlio dell’imperatore , per cambiare il cuore degli uomini . Per dirla con il cardinale Martini , Gesù pensava che non saranno le leggi dello stato a rendere buoni gli uomini . Sorgono una serie di domande riguardo alla funzione sociale della Chiesa , cui non so rispondere .

    "Mi piace"

  11. “Maria è turbata (…),per oggi non capisce quasi nulla;ci sarà tempo,pensa,anche domani”
    e penso che questo è la fede,vera fede. Il cuore l’ha indica la fede,amore,speranza -questa è la vera fede,ascoltare il cuore.
    Si dice che le donne hanno “settimo istinto” che li aiuta fare le scelte giuste. Uomo deve “sapere”,informarsi,ragionare,chiedere consigli,vedere come funziona “tutto questo” e poi…decide.
    “Settimo istinto” dice a Maria che può pienamente fidarsi a Dio, anche se “oggi non capisce quasi nulla”, ma il cuore ,sua anima dice che questa è la strada giusta.
    E non si è sbagliata!!!

    "Mi piace"

  12. ”Li ama tutti, senza escludere nessuno”

    “Se Gesù è davvero il Salvatore, il figlio di Dio, deve per forza essere il Salvatore di tutti, altrimenti c’è qualcuno che sta barando. Mi rifiuto di credere che c’è un Dio-amore che manda sua figlio a salvare solo una ridotta porzione di umanità”.
    (Don Andrea Gallo, Come un cane in chiesa, p.16)

    "Mi piace"

  13. “basta spostare una virgola, per afferrare il senso”

    Come in cielo così in terra.
    Un Essere che ama con il nostro cuore, i nostri occhi, le nostre braccia, le nostre preghiere. Penso ad una “grammatica di Dio” che prende corpo nella vita vissuta, nella realtà che dà sostanza ad ogni parola e intenzione.

    "Mi piace"

  14. Li ama tutti, senza escludere nessuno

    Ho appena finito di ascoltare l’omelia di ieri sul blog Gesù per atei ed ora leggendo questo post mi viene da dire “finalmente una buona notizia”!

    "Mi piace"

  15. I pastori e Augusto. Leggendo e meditando in profondità queste parole, non posso non riflettere sulla capacità di amare che ciascuno è in grado di esprimere. Scendendo in fondo alla coscienza, dove mi piace pensare al progetto universale di un bene comune , trovo “noi pastori” che ci incontriamo/scontriamo con “noi Augusto”; e già, c’è un po’ di confusione, anzi parecchia, finché non assumiamo una posizione sincera e determinata davanti a ciò che riteniamo (o pensiamo di ritenere) giusto e verità. Il conflitto è evidente, al contrario, lo è di meno la spontaneità, con la quale si approccia all’esterno, e con cui molte volte ci vestiamo da veri pastori senza accorgerci che il cuore che batte è quello di Augusto.
    ” Li ama tutti, senza escludere nessuno”. Che bello saperci arrivare! Ancora di più sapere che tutto questo è possibile, anche domani.

    "Mi piace"

  16. “C’e’ tempo, ci sara’ tempo,c’e’ un domani, c’e’ futuro….per tutti,che siano augusti,che siano pastori…il tempo c’e’.

    "Mi piace"

  17. Non importa che il respiro si spezzi ogni momento
    nel tempo in cui la regola è morire,
    dare fino alla nausea, alla vertigine,
    non aspettarsi nulla, oltre il rintocco
    di campane appena riparate.
    Il regno è all’orizzonte della notte
    con la faccia di Pietro, l’idraulico rumeno cui nessuno
    affida più il lavoro, dopo l’incidente. In cambio
    fu clemente l’auto da cui è stato investito l’altra sera:
    dimesso poco dopo, all’ospedale.
    Don Fabrizio! – ha gridato, incrociando i miei occhi appollaiati
    sui suoi, nel ventre bianco del pronto soccorso cittadino.
    Il Natale ha la faccia dei poveri, si nasconde agli scribi
    e ai sacerdoti occupati nei riti solenni di una falsa religione.
    Per conto mio
    non credo più all’inferno e al paradiso:
    vago di giorno in giorno
    in una vita che non cessa di sorprendermi.

    (Non importa – F. Centofanti)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.