Uomo delle fedi

da qui

Il gran giorno è arrivato. Non pensare
che sia un rinnegamento. No, è un’altra
tappa d’avvicinamento all’opera
che lui ha cominciato. Proprio qui,
dalla piazza sul mare, la bellezza
appare con la firma dell’azzurro,
la campana che suona l’ora giusta,
la croce mezzo storta sulla chiave
di volta della chiesa. Al bar di fronte,
la musica riempie anime vuote
di senso e di futuro. Così credi,
pensando che ora parti alla missione
che lui ha già cominciato, dall’altezza
del campanile diroccato, duro,
controcorrente, uomo delle fedi.

13 pensieri su “Uomo delle fedi

  1. Ogni tappa ha un suo cammino i più lontani per assurdo sono i più vicini ,ma il cammino lo stesso per tutti , è il cammino che ti porta alla ricerca di Dio.

    "Mi piace"

  2. Il Progetto di Dio spesso è proprio diverso da quello che ci eravamo immaginato: dire a Lui il nostro si a volte ci sembra troppo duro, quasi un rinnegamento o un’assurdità.
    Ma Maria per Fede è andata controcorrente, ha rischiato moltissimo, a dimostrazione che all’appuntamento con l’angelo del Signore bisogna esserci e l’annuncio va accolto senza paura e con generosità, costi quel che costi.

    "Mi piace"

  3. Oggi ricorre la memoria del martirio di S. Giovanni Battista.

    “..celebrare il martirio di san Giovanni Battista ricorda anche a noi, cristiani di questo nostro tempo, che non si può scendere a compromessi con l’amore a Cristo (…).
    La vita cristiana esige, per così dire, il «martirio» della fedeltà quotidiana al Vangelo, il coraggio cioè di lasciare che Cristo cresca in noi e sia Cristo ad orientare il nostro pensiero e le nostre azioni. Ma questo può avvenire nella nostra vita solo se è solido il rapporto con Dio. La preghiera non è tempo perso, non è rubare spazio alle attività, anche a quelle apostoliche, ma è esattamente il contrario: solo se se siamo capaci di avere una vita di preghiera fedele, costante, fiduciosa, sarà Dio stesso a darci capacità e forza per vivere in modo felice e sereno, superare le difficoltà e testimoniarlo con coraggio.”

    Benedetto XVI: Udienza Generale del 29 agosto 2012 a Castel Gandolfo

    "Mi piace"

  4. Da quando se n’è andato, è impigliato in ricordi senza tre-
    gua e tu perduto al rischio della solitudine, ma è deviato un
    torrente nelle vene e un rogo: ora passo su inguaribili ferite,
    ora nuvola di candore nell’azzurro canto, o foglia, al vento
    dello Spirito.
    E dolcissimo a te, è il tuo Signore crocifisso.

    "Mi piace"

  5. La risposta che ha più valore agli occhi di Dio è un semplice SI, specialmente davanti ad un destino che ci sfugge e sembra quasi rinnegare noi stessi.

    "Mi piace"

  6. Capita di vagliare cio’ che si fa, si pensa, si sostiene, ad una sorta di “controllo di coerenza”, per scoprire che chi sei oggi puo’ non corrispondere, o quasi sconfessare, chi sei stato anche solo poco tempo fa.
    Non esiste, forse, una fede buona per tutte le stagioni, ma fedi che viviamo lungo il nostro percorso, spesso articolato.
    Che quel percorso sia involutivo o evolutivo me lo puo’ dire quella voglia di correre a vedere il colore del vento.

    "Mi piace"

  7. Sono donna e tutte le donne
    porto la vita in grembo
    nel sogno

    Sono donna
    tutte le donne
    e l’uomo che mi sfiora la fronte

    Questo universo piccolo
    che ci chiamano
    Dio

    "Mi piace"

  8. Ci sono i momenti nella vita che si sembra che siamo arrivati a capolinia, che qua si finisce nostro viaggio, che tempo è terminato, che non si può fare niente.”Non pensare che sia un rinnegamento”. No,perchè tutto ha un senso,un motivo. “No,è un’altra tappa d’avvicinamento all’opera che lui ha cominciato”. E dobbiamo proseguire la strada nel Progetto di Dio.

    "Mi piace"

  9. “Così credi, pensando che ora parti alla missione”
    io sempre avevo paura che Dio vuole da me qualcosa che io non sono capace di fare,qualcosa che è più grande di me. (ancora un po’ ho paura)

    "Mi piace"

  10. “Così credi,pensando che ora parti alla missione”
    penso che ogni uno di noi ha qualche sua missione da fare.
    Oggi mi è arrivato un sms: “siamo sfinite.Ci serve il tuo aiuto,sopratutto psicologico.E’ importante che tu ci sia”
    Penso che ogni uno di noi ha sua missione per aiutare altri in difficoltà.
    Allora,mettiamo ci da fare.

    "Mi piace"

  11. Mi piace questa poesia.Mi sono immaginata una piccola città,dove ogni uno è chiuso dietro la sua porta,tra quattro muri combatte esaurito con suoi “piccoli” problemi,e qualcuno altro sulla strada con qualcosa indecifrabile nel occhi, con un sorriso sulla faccia, cammina avanti verso il sole senza distrarsi alla vita esterna

    "Mi piace"

  12. Punta verso l’alto. Il campanile, il desiderio, la voglia di amare, la preghiera; non guarda giù, potrebbe perdere l’equilibrio, da quell’altezza se cadi ti fai male; ma da quell’altezza, costruita con mattoni di amore e sabbia di abbagli, polvere di incontri, suoni e rime del cuore, si domina, si vede la strada, dove abita la vita che arranca, attacca, lotta e si difende; si vede una scia umana che spesso non riconosce la strada di casa e si perde, fra i muri della solitudine e l’aria della poesia, si vede il muratore che vuole alzare ancora un po’ quel campanile, ma da solo non ce la fa. E chiede aiuto a chi sta in alto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.