“Bruciate i libri!”, il benessere di quei brividi

immagine

di Max Ponte

10 dicembre 2013, un post su Facebook fa il giro del web, è la libreria stessa a scriverlo: «Alcuni manifestanti della protesta dei “Forconi” (un piccolo gruppo di giovani, probabilmente studenti, ndr) un’ora fa sono entrati alla libreria Ubik di Savona, urlando davanti ai clienti “Chiudete la libreria !! Bruciate i libri!!” E’ seguito un battibecco verbale, davanti anche a Andrea Chiovelli giornalista di Savonanews e alla tv dell’Università. La frase “Bruciate i libri!!” fa venire i brividi. Riporta a periodi bui della storia. Speriamo che la protesta si affranchi da chi pare la stia strumentalizzando e orientando in modo violento e quasi eversivo, in stile fascista». Commenta La Stampa: “La memoria di Stefano Milano, proprietario della libreria, è quindi corsa al rogo dei libri nella Berlino nazista del 1933, tant’è che ha illustrato il suo post-denuncia con una foto storica ed emblematica dello stesso rogo.”
L’accaduto scatena ovviamente l’indignazione generale e i più facili moralismi, quattro studenti han reso intanto il più grande servizio alla letteratura degli ultimi tempi, han invocato il rogo, ridando ai libri il loro perduto carattere di clandestinità. Sulla clandestinità del libro ricordo un articolo di Umberto Eco: “Vi invito a una lettura clandestina di Manzoni, come se fosse un libro proibito. Forse lo amerete” scrive Eco su L’Espresso il 24 febbraio del 1985.
E poi, mi si conceda un po’ di sarcasmo, il “Bruciate i libri!” riguarda tutti i libri oppure la produzione di un singolo o le scelte del libraio? La libreria Ubik il 18 dicembre ha pensato di promuovere la cultura con una bella presentazione di un libro di Fabio Volo, (vantata anche sulla pagina Facebook con tanto di rassegna stampa).
Quattro studenti, li vedo, magari scalcinati, che han faticato pure a trovare la libreria, son stati davvero un pericolo per la nostra cultura? Oppure i pericoli vanno ricercati altrove? Perché invece non premiarli questi studenti? Han reso servizio alla nostra letteratura in vista del Natale, hanno affermato negando, hanno messo in dubbio il sistema massificato, han invocato fantasmi, ci han fatto paura, ma quanto benessere in quei brividi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.