13. Uno sguardo sinistro

da qui

E’ difficile spiegare come il diavolo manovri nell’ombra indisturbato: tutto ha l’aspetto della perfezione, della cura minuziosa del dettaglio, dell’attenzione premurosa e pronta a riparare falle, a prevedere e risolvere possibili problemi. Bene e male, asservimento e libertà sono divisi da una linea sottilissima, invisibile nei casi in cui il nemico mette in atto i suoi trucchi più ingegnosi. Dormi sonni tranquilli, e ti scavi la fossa da te stesso: l’inganno consiste nella sensazione di poterti fidare ciecamente. L’ispirazione è sempre sovrumana: buona o malvagia, può contare su una riserva di energie praticamente inesauribile; ti sorprende la mole di lavoro che può svolgere chi sta perseguendo, in realtà, obiettivi inconfessabili. Insomma, ci sei dentro fino al collo: dipendente e costretto a una gratitudine forzata che non lascia scampo. La libertà s’incrina sempre più, finché è un ricordo sbiadito, un bene di cui puoi fare a meno. Perdi il gusto e il desiderio di pregare, perché potrebbe risvegliare in te un rigurgito di ribellione, un sussulto di coscienza, col rischio di perdere i vantaggi acquisiti fino allora. Sei incapace di riprendere il filo, ti abbandoni a una deriva di passività da cui nulla può strapparti. Sei convinto che qualunque problema possa essere risolto: tu puoi dedicarti ad altro, a cosa, non si sa. La pigrizia mentale innesca conseguenze disastrose, il trionfo dei sensi esteriori, per esempio, sedotti dalla prima sgallettata persuasa di averti in suo potere. Le difese dello spirito capitolano senza più rimedio, ti riduci a uno stato larvale, incapace di reagire, d’ideare progetti, di pensarti uomo libero nell’abbraccio amorevole di Dio: dalla nebbia fitta, che avvolge la coscienza, emerge soltanto il balenio di uno sguardo sinistro che controlla ogni tua mossa, l’eco del ghigno di chi si frega le mani soddisfatto, convinto di tenerti in pugno.

9 pensieri su “13. Uno sguardo sinistro

  1. A un certo punto la dieta diventa impellente, per non rischiare l’obesità e le sue conseguenze salutari. Il referto di un’analisi che dichiara fuori norma il risultato, diventa il segnale che fa scattare la necessità di cambiare alimentazione. Il segnale che aspettavi, perché quella fetta di torta era diventata davvero irrinunciabile, una sorta di dipendenza, cui si riesce a fare a meno solo nel momento stesso in cui la salute dà i suoi primi segni di cedimento.

    Qualcuno dice che bisogna perdersi per ritrovarsi. In quel momento la gioia sarà tale da riuscire a vedere anche l’altro lato della luna.

    "Mi piace"

  2. convinto di tenerti in pugno.

    Convinto….. appunto!

    Lo salverò, perché a me si è affidato; lo esalterò, perché ha conosciuto il mio nome. (Salmo 91)

    "Mi piace"

  3. UNO SGUARDO CHE NON ABBANDONA
    Spezzate le dolci catene, perchè ci sono catene: l’amore è appartenenza, si gioca sul disonore del peccato come di una conquista di felicità nuova, desiderata, e sul riappropriarsi della libertà contro il legame geloso dell’Amore. Dimenticare quella voce “che non muta/nulla di questa/arrischiata avventura”, alle volte senza luce, mentre “d’istinto ci lega/ a queste presenze folgoranti”, la seduzione: tenebre dove ogni attrattiva divina è annentata, ogni parte dell’essere disperso e disgregato perchè si è capovolto l’universo e il cuore dei mondi porta il nostro nome al posto di Colui che è centro e vertice divino, “volontà imperiosa d’amore” su noi, radioso desiderio.
    Rileggere tutto alla luce dell’ Amore, richiede un capovolgimento e un assumere impietoso il dolore di creature perdute:
    “Allora lo vidi passare
    per i campi arati: mietitore
    a tutte le stagioni”.

    "Mi piace"

  4. la libertà è ….capire come e quanto siamo schiavi? forse ..ma poi bisogna agire per andarle incontro.. ed anche il sonno potrebbe non essere tranquillo….pur essendo consapevoli..che si percorre la strada “non desiderata”..

    "Mi piace"

  5. Il Male attacca quando meno ti aspetti, dove meno ti aspetti.
    A volte basta un sorriso,una parola, un abbraccio e ti aiuta a superare dolore, ti ritorna la forza, speranza e amore nel Bene.
    Amore raddoppia amore, amore schiaccia il Male

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.