14. Il disegno di Dio

da qui

La sofferenza è onnipresente, in un cammino così particolare, ma le gioie che ci regala non hanno paragone. I doni di Dio sono gratuiti, ma non gratis, diceva un sacerdote da cui andavo a confrontarmi. Niente di più vero. Cercavo di pregare il più possibile, ero presa in un vortice dal quale non potevo venir fuori. Mi era permesso solo andare avanti, inoltrarmi in una storia che non riuscivo a gestire con le mie categorie. Ogni tanto sentivo le parole con le quali don Mario voleva incoraggiarmi. Un giorno pronunciò una frase sibillina: a te lascio in eredità il cuore del mio cuore, lo pongo nel tuo cuore, per sempre. Come interpretarla? Me la rivolse spesso, per tre mesi, senza mai spiegarla. Ne parlavo al mio direttore, azzardavamo ipotesi, ma senza arrivare a decifrarla. I mesi passavano, mi stancai e cessai di arrovellarmi: don Mario aveva tutto l’interesse che capissi; io, più di questo, non potevo fare. Maggio, il mio mese preferito, mi riservò un pellegrinaggio imprevisto in un santuario mariano. Mi ispirò, evidentemente, perché al ritorno scrissi qualcosa sulla mia esperienza che condivisi col sacerdote per cui stavo pregando, col quale, ogni tanto, ci scambiavamo e-mail. Dovette piacergli, forse perché aveva a che vedere con l‘Atto di Fede di don Mario: era essenziale comprendere il disegno di Dio sulla mia vita, e realizzarlo. Ricordo che cosa pensai nei primi tempi della conversione, dopo la morte di una persona cara: va bene, me l’hai tolta, avrai certo i tuoi motivi, ma adesso pensa a me, fammi capire cosa vuoi. Cominciai così, sul piede di guerra, il mio cammino. Mi dicevano: puoi scegliere, qualunque cosa faccia; se è qualcosa di buono, vedrai che riuscirai. Ma non ero soddisfatta, e domandavo a Dio: è vero che, per te, una strada vale l’altra? Non hai preferenze, tu che mi hai pensata dai secoli dei secoli? Non avrei trovato pace, finché non avessi ottenuto la risposta che cercavo.

11 pensieri su “14. Il disegno di Dio

  1. ema

    […] E mi domandavo stupito come mai, come mai qualcuno potesse fantasticare d’inquieti sonni, per coloro che dormivano in quella terra tranquilla.
    Emily Brontë

    "Mi piace"

  2. RossellaT

    Il post giusto nel giorno giusto, proprio oggi in cui si fanno pronostici, programmi, auguri che tutti i sogni si realizzino, questa pagina mi suggerisce che ci si dovrebbe fermare e capire quale sia il progetto di Dio per ciascuno di noi. Buon anno!

    "Mi piace"

  3. F

    IL TEMPO E L’ETERNITA’

    “I tuoi anni sono un giorno solo, e il tuo giorno non è ogni giorno, ma oggi, perchè il tuo oggi non cede al domani, come non succede allo ieri. Il tuo oggi è l’eternità”.

    “..i nostri giorni saranno tutti, quando non saranno più”.
    (S.Agostino)

    “Non mi preoccupo di una lunga vita, ma che nella mia vita, lunga o breve che sia, appaia una traccia di Dio, un riflesso del suo disegno”.
    (da “Nessuno è più importante di te” /Fabrizio Centofanti)

    Buon anno

    "Mi piace"

  4. F

    1 gennaio: SOLENNITA’ DELLA MADRE DI DIO
    “..o donna.. Madre di Dio, divino capolavoro..Per Lui sei venuta alla vita, in grazia di Lui servirai alla salvezza universale, affinchè per mezzo tuo si compia l’antico disegno di Dio, che è l’incarnazione del Verbo e la nostra divinizzazione”.
    (S.G. Damasceno)

    "Mi piace"

  5. agnese

    “a te lascio in eredità il cuore (…). Come interpretarla?”
    spesso nostra interpretazione dipende dal nostro stato d’anima, dalle speranze,dispiaceri, rabbia.
    Come si dice- sentiamo questo che vogliamo sentire.

    "Mi piace"

  6. agnese

    “I doni di Dio sono gratuiti, ma non gratis”
    come nel questo brano del Vangelo dei talenti, che sempre mi mette in crisi, se ho fatto tutto giusto come Dio aspettava da me.

    "Mi piace"

  7. F

    IL DISEGNO DI DIO
    “L’importante è nascere” e poichè si esiste siamo un suo desiderio, e poichè si esiste siamo eletti ad: “Amarlo con tutto il cuore, tutta l’anima, tutte le forze, e il prossimo come noi stessi”.
    Gesù, Verbo incarnato, chiamerà ad un amore così sacro da sembrare impraticabile: “Amatevi come Io vi ho amato”. “Rapito nella tua grazia/come platano fulminato a primavera, o a monte disteso a terra d’improvviso vulcano”, Tu mi abbatti con la tua divinità, essenza d’amore, che non può non amare, dimentico che sono racchiusa nella fragilità della mia condizione umana, e io, posso non amare. Come salire fino a Te con un amore così alto e scendere fino al prossimo come hai fatto Tu? poichè queste tue prodigiose parole straripano sulla mia frantumata nullità, non rimane che abbandonarmi al vento dello Spirito.

    "Mi piace"

  8. robysda

    La perfezione di un concerto, sintonia degli strumenti, alternanze più o meno energiche o lente, perfezione e cura, dal pizzico mascherato di una corda alla percussione ovattata, dolce o potente, per una musica non soltanto accademica, ma/soprattutto di cuore, di sensazioni, per tutto ciò che arriva all’orecchio di un pubblico non sempre pronto a carpirne l’armonia. Che applaude comunque, più o meno convinto dell’insieme, distratto, giudicante, estraneo addirittura, se il biglietto è troppo costoso per le sue tasche.

    "Mi piace"

  9. pam

    “Dio pone molte pietre lungo il nostro cammino. A volte, queste pietre sono inciampi, ostacoli che possiamo superare -e il Salmo ci dice che, se glielo chiediamo, Dio ordina ai suoi angeli di sostenerci in modo che possiamo evitarli -. A volte sono messe lì, proprio dentro noi stessi, per far sì che le riconosciamo come parte di noi stessi, come una nostra pietra che blocca una nostra sorgente, e in uno sforzo sovrumano le solleviamo, lasciando zampillare la sorgente”.
    (Massimo Cerofolini)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.