59. L’ultima parola

da qui

Era il nodo principale. Fino allora, avevamo pensato di risolvere i problemi con le nostre forze, soffrendo per lo scacco inevitabile. Una frustrazione che è spesso il motivo per cui ci si allontana dalla fede, ritenendola soltanto un’utopia; Dio sembra promettere senza mantenere: è vero che, per lui, mille anni sono come il giorno di ieri che è passato, ma la pazienza ha un limite, su questa terra. Cosa vorrebbe dimostrare? Non sarà mica quel Padrone sadico di cui molti raccontano i misfatti?
L’e-mail che meditai prima dell’alba sortì l’effetto di allentare la tensione. Il Signore ci voleva coscienti della nostra debolezza; comprendendo che l’impresa era impossibile, per le nostre risorse limitate, l’avremmo portata a compimento col soccorso della Grazia. Mi tornarono in mente gli episodi straordinari della vita di don Mario, le scadenze del mutuo, gli infelici finiti nelle spire della povertà o del crimine, le storie svuotate d’ogni traccia di speranza: senza sapere né come né perché, quando tutto sembrava compromesso, appariva un rimedio inaspettato. C’era, di sicuro, lo zampino del santo sacerdote; non a caso, lei m’aveva confidato di sentire la sua voce che diceva: sii semplice, ricordati, sii semplice!
Era passato un giorno dal Natale, ma già pareva un secolo: ci sembrava che il macigno premuto sul cuore fosse stato ribaltato. Tornava in mente la scena del giardino dove il corpo di Gesù era stato posto: che cosa era successo, veramente? Avevano sottratto il cadavere, profittando del sonno dei soldati? Le donne in visita la domenica mattina avevano preso un sepolcro per un altro? Gesù non era morto, il venerdì precedente, all’ora nona? Chi aveva rotolato la pietra, prima dell’alba? Insomma: perché, quel giorno, la morte non riusciva più a dire l’ultima parola?

9 pensieri su “59. L’ultima parola

  1. Dio è troppo semplice per l’intelletto umano. Di una semplicità perfetta.
    E’ forse per questo che la mente non riesce a concepire le dinamiche divine, che non seguono leggi fisiche di azione-reazione.
    Tutto avviene tutto si compie con un peso ed una precisione dagli equilibri diversi da quelli della gravità terrestre, già di per se sublimi..
    il vangelo è semplice, per questo fa trasecolare.
    Con Lui semplice è anche la morte.

    "Mi piace"

  2. ” Dio sembra promettere senza mantenere”

    Ragionando con i miei mezzi ti faccio a mia immagine, ti dò una dimensione a similitudine della mia, mentre sei alto e divino; mi allontano e torno con la superbia del mio pensiero, ti scendo alla bassezza che sono e chiamo, l’onnipotenza della tua volontà, accanto ai miei miserabili desideri mentre aspetti che la mia volontà sia in Te per essere beatificata. La mia miseria e il mio peccato sono di fronte alla tua grandezza e santità e Tu splendi per l’eccellenza che sei, e altrettanto operi come si conviene alla tua eccellenza. Io non ti posso comprendere e Tu mi porti per sentieri difficili e sconosciuti in tenebre e aridità, non quanto le vie di Abramo, pronto a sacrificato il figlio, “la creatura del riso”, senza chiamarti -crudele- e Tu, Altissimo e Dio di compassione, che facesti a lui promesse che nessun cuore umano ricevette, non “volesti la morte di Isacco ma l’ obbedienza di Abramo”.
    Quando anch’io avrò portato la mia fedeltà fino alla morte, credo che mi sovverrai, credo che tu già lo faccia di fronte alla mia cecità, ma ancora mi illuminerai e sazierai di Te, tra poco, perchè per Te “mille anni sono come il giorno di ieri che è passato” quando Tu non passi, come non passa il tuo amore.

    "Mi piace"

  3. Ci sono le persone che dicono che la vita sulla terra è inferno, altri che purgatorio per guadagnare il paradiso. Qualsiasi cosa è, qua è il nostro cammino, nostre scelte, nostra gioia e pianto, la nostra crescita, perché ogni una nuova esperienza di gioia o di dolore è un gradino di più. Dio è presente nella nostra vita e ci aiuta sempre. E questo mi sembra importante.

    "Mi piace"

  4. Quale è la verità sulla motre di Gesù? Questo che scrive Vangelo? questo che dice le storia? questo che dicono scienziati?
    La storia si può cambiare, dipende dal potenti. Io per esempio quando studiavo la storia di seconda guerra mondiale si è cambiato governo e con questo anno dopo è uscito nuovo libro dalla storia di seconda guerra mondiale dove “buoni” non erano più buoni ma “cattivi”.
    La scienza? Una volta ho sentito la teoria che scienziati hanno scoperto che Eva in realtà deveva essere cento anni più grande di Adamo.
    Quale è la verità?
    E’ il nostro cuore che crede in Dio, questo è la nostra fede, nostra speranza, nostro amore, di cui abbiamo bisogno, è la nostra forza.

    "Mi piace"

  5. Io credo in miracoli, perché ho ottenuto tanti, grandi e piccoli. Anche il fatto che sono ancora viva è un miracolo, perché tante volte mi sono incontrata in faccia con la morte.

    "Mi piace"

  6. “L’e-mail che meditai prima dell’alba sortì l’effetto di allentare la tensione.”

    Quando su noi discende il silenzio profondo
    Oh, lascia che udiamo quel timbro pieno
    Del Mondo, che invisibile s’estende intorno a noi
    Di tutti i figli tuoi canto alto di lode.
    Da forze buone, miracolosamente accolti
    Qualunque cosa accada, attendiamo confidenti.
    E Dio con noi alla sera e al mattino
    E stanne certa, in ogni nuovo giorno .

    -Dietrich Bonhoeffer-

    "Mi piace"

  7. Primavera che torni semplice, poesia che non ti stanchi, miracolo che si ripete agli occhi meravigliati degli astanti che ti aspettano e ogni anno pregano perché il miracolo si ripeta per superare inverni freddi di egoismo e solitudine, per cancellare offese e orgoglio e non lasciare che la morte abbia l’ultima parola. Ogni giorno.

    E dicono che non esiste, quando
    il sole sorge senza giudicare
    i buoni ed i cattivi, quando il campo,
    arido d’estate, bagna la pioggia,
    riempiendolo di fiori, quando il vecchio
    questuante col bastone ti sorride,
    chiedendo come stai. E ancora vanno
    dicendo che non c’è, sebbene il mondo
    seguiti a girare come se niente
    fosse, come se il potente cessasse
    di prevaricare, come se l’alto
    non schiacciasse il basso, l’uomo la donna,
    il ricco il povero. Ancora dicono
    che non esisti, nella frenesia
    di fare e di comprare, ma sei lì,
    come la pioggia e il sole, lì, poesia

    F. Centofanti – E dicono

    "Mi piace"

  8. “La ragione non può svuotare il mistero di amore che la Croce rappresenta, mentre la Croce può dare alla ragione la risposta ultima che essa cerca.”
    Giovanni Paolo II

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.