il censimento dei poeti di Pordenonelegge, un’iniziativa da dimenticare

elenco-aziende-imprese


di Max Ponte

Come ogni anno Pordenonelegge ha stilato un elenco di poeti tra i 20 e i 40 anni. E come ogni anno mi metto le mani nei capelli. Non per il fatto che io non ci sia ma per tutta una serie di pensieri che nascono da questa iniziativa.

Abbiamo davvero bisogno di un censimento? Non è questo un modo per museificare chi, ancora giovane, è all’inizio di un percorso di crescita letteraria? Ricordo le considerazioni dette “inattuali” di Nietzsche, fra cui quella contro l’eccesso di storia, non è questo un eccesso di storia? E poi rivolgendomi ai poeti: non dovremmo bruciare le antologie ufficiali e gli elenchi istituzionali?

Con quali criteri è stato fatto il censimento? Mi pare che l’anno scorso fossero i poeti stessi a segnalare una serie di nomi, e quest’anno? Fra i criteri di scelta c’è il fatto di aver all’attivo una pubblicazione non autoprodotta, criterio che non viene rispettato in più di un caso.

Il censimento è l’emanazione di una rete autoreferenziale di poeti e organizzatori con base nel nord-est e non un lavoro critico degno di questo nome e rappresentativo della letteratura del nostro paese. Alcuni poeti (buona parte di essi la conosco) sono entrati nel censimento per l’appartenenza ad uno stesso gruppo di lavoro, altri per il fatto di averlo sollecitato o aver collaborato a qualche progetto comune. Questo non significa che non ci siano fra i citati persone meritevoli ma l’operazione non regge.

Non regge neanche la definizione “censimento” perché non si censisce un bel niente, i poeti sono tantissimi che non basterebbe tutto il sito di Pordenonelegge; e se si vuole censire veramente in questo caso allora si stabilisce un discrimine pericolosissimo fra “poeti” e “non-poeti”, o fra poeti “istituzionali” e poeti “non istituzionali”, dando a tutto questo un sapore di regime. Volendo contribuire al progetto potrei suggerire delle tessere “gold” con il nome del poeta di corte e magari per chi dissente, come me, una formula low-cost di confino.

E in ogni caso, fra i 20 e i 40 anni si dovrebbe essere giovani in questo paese. E girare alla larga dal vecchiume, vivere e scrivere. Anche il fatto di parlare di questa infelice trovata mi fa sentire a disagio, ma prometto che non lo farò mai più.

Un pensiero su “il censimento dei poeti di Pordenonelegge, un’iniziativa da dimenticare

  1. Buonasera, Max Grazie di questo e di ogni Suo post Concordo perfettamente con il Suo “sentire” ed anche purtroppo, con la punta di “amarezza” che trapela , evidente, dalle Sue parole .. Chi ama la Poesia …Sa che non c’è Poesia se non ad una certa vibrazione ..Bisogna innalzarsi ….O comunque pre-disporsi a un viaggio, per ascoltare…”Di Poesia”….. Dico “Ascoltare”..Perchè la Poesia ci chiama sempre ad una lettura intima..Interiore….Personale.. Ma..La Poesia è di tutti ! Il Poeta è Poeta nel mondo. Al servizio del mondo.Chi vive d’ Arte non vive per se stesso ..E ‘ attraversato , a volte, spesso crocefisso dal desiderio di trovare la parola..Il ritmo..Il colore…Il modo…Il senso…Il canto ! La Poesia, come sangue, deve poter circolare libera! Assecondare la Sua natura di fuoco e di aria : solo così può vivere . E crescere : espandendosi…. Delimitazioni- di qualunque natura sviliscono, offendono e di fatto circoscrivono ciò che non è circoscrivibile….Come possiamo dire che un Poeta è vecchio ? .Un Poeta non è giovane nè vecchio… Non è del Norf- dell’ EST o del Sud …A cosa ed a chi servono queste antologie ? La voce del Poeta non è prodotto tipico cui mettere bollini….Ma canto universale Un Bene universale ! La Poesia è azione Azione trasformante, del mondo…Così come l’ Amore. Da cui origina
    E chiedo scusa di questa citazione “maccheronica”…Ricordo questi versi da sempre…Una dolcezza che neppure so “dove” ho incontrato

    ” La mutassion origina il canto /
    Non avere paura di morire /
    Dura un attimo il dì…/
    Ma xe eterno
    l’ incanto !”
    Biagio Marin., Immenso ,vecchissimo saggio innamorato dell’ Amore! Così autentico da scrivere col cuore nella Tua lingua del cuore… Oggi non saresti rientrato ..in questa antologia …

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.