38. Una cosa molto buona

da qui

Un giorno mi fece un gran regalo: la Filocalia (letteralmente: amore per la bellezza), raccolta in quattro volumi degli scritti dei Padri della Chiesa orientale.
Erano alla base della spiritualità del nostro autore preferito e, del resto, avevamo entrambi un’attrazione speciale per il bello. Parlando delle poesie di Leopardi, ci rendemmo conto di come la sua sensibilità, pur così viva, non fosse riuscita ad approdare alla bellezza di Dio, stando alle testimonianze dell’opera poetica. Nell‘Infinito sembrava quasi attingere alla voce di silenzio sottile di cui si parla nella Bibbia, descrivendo, col suo genio superiore, il movimento dello Spirito; ma l’esperienza non parve avere un seguito e prevalsero il dolore e l’angoscia per la finitezza delle realtà terrene. Si può credere in Dio, pensavo, conservando una visione pessimista, come quella del poeta, ed era quanto succedeva a me. Concludemmo che investire tutto nei processi naturali, destinati alla morte, conduceva necessariamente a questo esito fatale, e comprendemmo quanto vi fossimo ancora radicati, incapaci di morire a noi stessi per gustare il nuovo.
Il gusto era la chiave prediletta nel pensiero dei Padri.
Accende lumen sensibus, recita l’inno allo Spirito creatore: la vera fede non azzera i sensi, li purifica e li eleva. Ma è proprio la purificazione a provocare sofferenza. Paradossalmente, la poesia di Leopardi insegnava quanto fosse fruttuoso rischiare sulla fede: ci istruiva sugli errori da evitare, per non soccombere allo scoraggiamento.
Don Mario sosteneva che, nonostante la bellezza dei suoi versi, il poeta non aveva capito il segreto della vita. I volumi regalatimi dal prete promettevano, invece, una guida sicura alla bellezza, per cui mi ci immersi con gioia e curiosità. Mi chiedevo: si può essere posseduti dallo Spirito Santo come si è posseduti dal demonio? Cercavo la risposta nei libri ricevuti in dono, sperando di trovarvi la maniera di passare dalla bruttezza delle vessazioni alla grazia di uno sguardo vergine e puro, redento dal peccato: ed ecco, Dio vide che era cosa molto buona.

9 pensieri su “38. Una cosa molto buona

  1. “…abbandonati allo sconforto, perché’ il giorno e’ racchiuso tra due notti…spera perché’ la notte e’ racchiusa tra due giorni”.

    "Mi piace"

  2. POSSEDUTI DALLO SPIRITO
    “Vieni, Signore, passi il tuo soffio
    come la brezza primaverile
    che fa fiorire la vita
    e schiude l’amore,
    o come l’uragano che scatena
    una forza sconosciuta
    e solleva energie sconosciute”
    (P.Maior)
    Lo Spirito Santo, abitatore della divinità, è Colui che schiuse il paradiso trinitario sul mondo, con la sua soavità d’amore, e “discese sul Figlio di Dio, divenuto figlio dell’uomo, abituandosi con Lui a dimorare nel genere umano, a riposare tra gli uomini e ad abitare nelle creature di Dio” (S.Ireneo)
    Lo Spirito Santo, Amore efficace, santifica l’anima ma anche i sensi perchè, con gli occhi dell’anima si possano gustare le cose celesti, e con uno sguardo , “vergine e puro”, leggere la realtà nella sua luce.
    “Chi sei Tu che m’inondi e rischiari la notte del mio cuore? Tu sei lo spazio che circonda il mio essere e in cui si nasconde” (S.Teresa B. della Croce)
    Vieni, Spirito Santo, dolce legame della divinità, sigillo delle cose celesti e di ogni creazione unità, Amore altissimo, gaudiosa certezza che unisci le creature al Creatore.

    "Mi piace"

  3. “si può essere posseduti dallo Spirito Santo come si è posseduti dal demonio?”
    secondo me sì. Anzi, lo Spirito Santo ci sta sempre con noi indicando la strada giusta, il demonio attacca ogni tanto, ma anche in quel momenti lo Spirito ci prova di salvare nostra anima. Tutto dipende da noi chi vogliamo ascoltare e chi seguire.

    "Mi piace"

  4. Ultimamente il demonio ha preso un altra strada con me- ci prova di insinuarmi che tutta la mia fede è assurda, che tutto questo non è vero, ma lo Spirito Santo mi aiuta, mi sostegne, perché la mia fede è la mia forza, il senso delle mie giornate, della mia vita, è come un bastone a quale posso appoggiarmi nel mio lungo cammino.

    "Mi piace"

  5. LA CANANEA (pensieri sull’omelia di domenica di d.Fabrizio)
    Gesù dice a me cananea: Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini”. Amore irrevocabile oltre “la foresta delle fedi”, faccio “scacco matto al Re”: “anche i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla mensa dei loro padroni”, ed io ho nella mia bocca un frammento di Te, Pane spezzato alla fame del mondo, non meno al mio desiderio, e mangio Te, per vivere di Te.

    "Mi piace"

  6. Fra Cielo e terra: la vita. Generoso dono dall’alto, che per gravità si trattiene giù, attraverso un respiro a pieni polmoni si riempie di poesia, terrestre, perché ne trova il senso, seppure non completo; il cuore si confonde davanti a tanto Amore, paradossalmente lo cerca, altrove – dopo tutto ha bisogno di quella Bellezza, quella vera – prima di ritornare in alto, sperando in quell’abbraccio che gli ha permesso di vivere, vedere in quel mondo dove il Bene e il male esistono da sempre.

    "Mi piace"

  7. Non credo molto alla fede consolatoria, allo spostare ad un “di là”, alla risposta per accontentarmi su ciò che è difficile da accettare o comprendere, o su ciò che non è stato o non si è compiuto. Né credo molto alla fede come rimozione del dolore. Credo molto, invece, all’ Uno infinito che impregna il terrestre e lo converte, a quella forza quasi inspiegabile che il dolore lo lavora, lo incanala verso la costruzione di qualcosa di speciale, che ricollega con forza e delicatezza persino i fili spezzati.
    L’Infinito delle infinite possibilità, che allarga la mente e la porta nel cuore e nell’ udito, e nel gusto di sfogliare le pagine del libro dei giorni, ogni pagina.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.