“BUONA LETTURA” 6. “RICETTE PER OGNI STAGIONE.CON LE ERBE E I FIORI DELLE ALPI DEL MARE”

Buona lettura è una rubrica curata da Mara Pardini. Uno spazio per “assaggiare” libri buoni, ovvero utili, piacevoli, intelligenti, capaci di lasciare un segno nell’immaginazione di chi li sfoglia.
Un taccuino per catturare le impressioni, i messaggi e le parole che escono di pagina in pagina ma anche per incontrare scritture nuove e legate all’attualità.
Un angolo per parlare di libri e condividere il gusto di una buona lettura.

copertina ricette per ogni stagioneRicette per ogni stagione di Libereso Guglielmi (Edizioni Zem) è un vero e proprio libro “da assaggiare”, perché rimanda i sapori e gli odori della zona compresa fra la Riviera dei Fiori e le Alpi del Mare. Una zona che offre una grandissima varietà di specie botaniche e che rappresenta un crocevia sulla strada delle migrazioni vegetali.

Dopo aver raccontato della sua scelta vegetariana, in Ricette per ogni stagione il giardiniere di Calvino ci presenta la “sua” cucina, quella “povera”, che utilizza i fiori, gli scarti dell’orto, le foglie e il fusto delle erbe spontanee, e che rispetta la stagionalità dei prodotti.

Una cucina che segue i ritmi della natura e che per questo è semplice, fresca, invitante. E creativa, grazie ad accostamenti insoliti, talvolta azzardati ma sempre rispettosi di uno stile di vita davvero naturale.
Suddiviso in capitoli, il libro ci conduce per mano tra le ricette di primavera, estate, autunno e inverno, per arrivare alle salse e ai condimenti, agli infusi, alle tisane e ai decotti.
Ecco allora l’insalata di margheritine di campo e le crocchette alla malva e ortiche. Oppure i finocchi stufati con mimosa d’uovo e i canditi di angelica. E ancora la salsa alla pimpinella, l’aiolì provenzale, il tè di petali di rosa, il vino alla camomilla e il liquore di cardo.

Ricette per ogni stagione è il risultato di tanti appunti sparsi in quaderni e in fogli volanti, riuniti ordinatamente dal curatore Claudio Porchia, che ha voluto accompagnare le ricette con i simpatici e ironici disegni dello stesso Libereso, ma anche con curiosità e annotazioni che richiamano la storia e le proprietà medicinali degli alimenti che mangiamo. E con suggerimenti sui luoghi, tempi e modalità di raccolta delle piante.
Insomma, il libro si presenta come un ricettario davvero gustoso, una personalissima invenzione di piatti preparati sempre con l’aiuto di un fiore, di un ortaggio o di un’erba.
Perchè Libereso Gugliemi, con la curiosità e la semplicità che lo hanno sempre contraddistinto, non si limita a insegnarci che il bosco e il giardino possono essere cucinati e mangiati, ma riesce a riportare alla luce – o, meglio, sulla nostra tavola!- ghiotte tradizioni e usi ormai assopiti.

Mara Pardini

L’autore
Libereso Guglielmi, classe 1925, è noto al pubblico come il “giardiniere di Calvino”. Nato a Bordighera, in una famiglia di esperantisti e vegetariani, Libereso viene notato da Mario Calvino, padre di Italo Calvino, e invitato giovanissimo a lavorare nella Stazione botanica sperimentale che dirigeva a Sanremo. In seguito, la sua maturazione professionale lo porta a fare il ricercatore, il capo giardiniere presso l’Università di Londra per dodici anni e a girare il mondo per scoprire nuove piante, culture e biodiversità. Oggi insegna a disegnare le piante ai bambini delle scuole elementari e tiene conferenze sul giardinaggio e la flora spontanea in giro per l’Italia. Scrive e ispira articoli e libri.


Il curatore
Claudio Porchia, nato a Chivasso, in provincia di Torino, giornalista pubblicista, scrive su riviste e quotidiani. Collabora con case editrici e cura siti internet promuovendo eventi culturali, mostre ed esposizioni. Ha realizzato ricerche e prodotto documentari sulla realtà etnostorica e geografica del ponente ligure. Ultimi in ordine di tempo: Per un pugno di olive, con Zemia film, dedicato alla leggenda delle “Sciasceline” e Un Pomeriggio con Libereso. Cura le rubriche culturali ed enogastronomiche del quotidiano on-line Sanremonews. È presidente del Centro Culturale Peppino e Felicia Impastato di Sanremo.

Un pensiero su ““BUONA LETTURA” 6. “RICETTE PER OGNI STAGIONE.CON LE ERBE E I FIORI DELLE ALPI DEL MARE”

  1. Conosco bene la splendida villa che ancor oggi ospita l’Istituto Sperimentale per la Floricoltura a Sanremo e che ha ospitato anche me per vari anni e conosco bene la storia di Mario Calvino. Sarà un piacere leggere questo libro visto che una parte di cuore è rimasta in Riviera.
    Grazie e un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...