62. Un miracolo

da qui

Le realtà della vita sono fatte a modo loro: richiedono una lenta incubazione per venire alla luce.
Per un bambino sono nove mesi, per noi ci vollero due anni, giorno più, giorno meno. Fu lei a pronunciare la parola che, per salire alle labbra come un fiore, deve a lungo macerare nella terra: stiamo bene. Ecco, la discesa agli inferi sortiva il suo effetto, provocava la svolta necessaria. L’uomo e la donna non possono vivere di sola sofferenza: per fare una scelta, consapevole e convinta, hanno bisogno di sperimentare la verità dell’essere; e la verità dell’essere fa bene. Il Signore ci aveva condotti per strade imprevedibili, con fermezza ed ironia. Con tenerezza. Lui sapeva tutto: nulla gli sfuggiva delle nostre paure e resistenze, delle strutture che, col tempo, avevano sommerso l’immagine bella del suo genio creatore. C’eravamo dibattuti, ribellati, almeno interiormente; avevamo discusso e litigato; mille volte eravamo fuggiti ed altre mille c’eravamo ritrovati. Ora, guardando il cielo azzurro, le due palme immobili dalla finestra della stanza, pensavo alle tempeste, ai nubifragi, al freddo che ci aveva assiderato, ai pianti nascosti che cercavano conforto senza mai trovarlo. Guardavo il crocifisso, dritto davanti a me, sentivo che da Lui proveniva questo fiume sgorgato all’improvviso, come per miracolo: anzi, ero convinto più che mai che tutta questa storia, questo assurdo e affascinante viaggio, non fosse nient’altro che un miracolo, il miracolo eterno dell’amore.

FINE

14 pensieri su “62. Un miracolo

  1. “Stiamo bene”- le parole che si pronuncia così raramente, perché di solito tutti sono abituati di lamentarsi, di cercare motivi di insoddisfazione.
    “Stiamo bene”- le parole così semplice, ma che trasformano la gioia, la pace, la pace interna.

    "Mi piace"

  2. La vita bisogna affrontare con il coraggio e con la consapevolezza. Non è mai una strada dritta, non è mai tutto preciso come vogliamo. Spesso veniamo buttati nella vortice, spesso dobbiamo affrontare la tempesta nella nostra vita, ma dobbiamo rimanere e andare avanti, perché questo è la nostra strada che ci porta al sole.
    Consapevolezza serve per imparare. Perché la vita è un continuo lezione, e ogni lezione serve per noi, per imparare affrontare nostra vita con coraggio e amore. Perché vivendo consapevole, si impara amare, anche se spesso attraverso dolore, attraverso la croce.

    "Mi piace"

  3. E’ così, il miracolo più bello siamo noi e non ce ne accorgiamo creature fatte per Amare ed amarci.
    Gran bel volo sulle ali che non riescono ad aprirsi, quel volo che basterebbe per rendere a Dio tutta la nostra gratitudine.

    un saluto e un grande sorriso dal profondo del mio cuore a te che non ci lasci mai soli.

    ernestina.

    "Mi piace"

  4. Grazie per questa storia che si conclude in una storia che continua: la scoperta eterna, sempre misteriosa, faticosa talvolta, bella e inattesa certamente del seme che muore perchè qualcosa di molto, molto più grande cresca.

    "Mi piace"

  5. MIRACOLO
    Miracolo è la vita, “miracolo eterno dell’amore” dove si muore per non morire.
    La vita è Dio nel desiderio che salva: è una sentenza d’amore. E’ il gaudio divino, connubio trinitaro, che si dispiega nel tempo sull’ umanità, “brandelli d’esistenza disamorata”, in dolcezza nell’amaritudine: sintesi perfetta il celeste Corpo di Gesù: “forma irraggiungibile”, “che sia capace d’intendere e altrettanto audace da desiderare”.

    "Mi piace"

  6. Basta che io ami

    Distruggono il mondo
    A colpi di martello
    Ma non mi importa
    Non mi – importa davvero
    Ne rimane abbastanza
    Basta che io ami
    Una piuma azzurra
    Una pista di sabbia
    Un uccello pauroso
    Basta che io ami
    Un filo d’erba sottile
    Una goccia di rugiada
    Un grillo di bosco
    Possono rompere il mondo
    In frantumi
    Ne rimane abbastanza per me
    Ne rimane abbastanza
    Avrò sempre un po’ d’aria
    Un filetto di vita
    Un barlume di luce nell’occhio
    E il vento nelle ortiche
    E ancora, e ancora
    Se mi mettono in prigione
    Ne resta abbastanza per me
    Ne resta abbastanza
    Basta che io ami
    Questa pietra corrosa
    Questi uncini di ferro
    Che trattengono un grumo di sangue
    lo l’amo, io l’amo
    La tavola consumata del mio letto
    Il pagliericcio e lo scaldino
    La polvere del sole
    Amo lo spioncino che s’apre
    Gli uomini che sono entrati
    Che avanzano, che mi portano via
    Ritrovare la strada del mondo
    E ritrovare ii colore
    Amo questi due lunghi montanti
    Questo coltello a triangolo
    Questi signori vestiti di nero
    E’ la mia festa ed io sono orgoglioso
    L’amo, l’amo
    Questo paniere risonante
    Dove poserò la mia testa
    Oh, l’amo tanto
    Basta che io ami ”
    Un piccolo stelo d’erba azzurra
    Una goccia di rugiada
    Un amore di uccellino pauroso
    Fracassano il mondo
    Con i loro martelli pesanti
    Ne rimane abbastanza per me
    Ne rimane abbastanza, cuore mio.

    Boris Vian

    "Mi piace"

  7. @ d. Fabrizio

    Grazie, Fabrizio, che hai saputo ferirci il cuore con la coscienza che l’Amore incarnato,”Cristo, è la parte migliore di ciascuno di noi, la verità crocefissa”.

    "Mi piace"

  8. “Stiamo bene”
    Quale migliore fine si può sperare dopo una lettura così travagliata? Richiamo alla bellezza, il cammino dall’io al tu, esperienza di un equilibrio che rende possibile l’amore, il noi che compie il miracolo.

    "Mi piace"

  9. La sincerità e bellezza di quest’ultimo post si coglie solo nella completezza della sua versione on-line.
    “Stiamo bene” contro “Se tu mi dimentichi”.
    Il finale di questo romanzo contro i versi di Neruda.
    Tu sai com’è questa cosa: dimenticarsi…. un miracolo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.