Poesia e storia in Bicocca

Lunedì 1 dicembre alle ore 18,30 presso la libreria bookshop Franco Angeli, viale dell’Innovazione, 11 a Milano, incontro per il ciclo Epiche: sarà presentato La rabbia, un libro collettivo sulle scritture epiche al femminile. Continua a leggere

XMASLAM la gara poetica di Natale a Torino

nataleCome tutti gli anni il  poetry slam di Natale, un appuntamento che è presente a Torino dal 2006. Appuntamento al Magazzino sul Po, Murazzi del Po, lato sinistro. Ore 19 aperitivo e microfono aperto per tutti coloro che vogliono intervenire. Ore 20.15 inizio gara con 12 poeti selezionati
Per candidarvi mandate una mail con una poesia (un semplice doc o meglio ancora un video in rete con testo allegato) e una bio a pontemx@gmail.com Avete tempo fino al 9 dicembre per farlo. Le poesie in tema natalizio sono consigliate ma non obbligatorie.
Al primo classificato un premio a sorpresa e l’accesso alla finale del Murazzi Poetry Slam di giugno

Gara condotta da Max Ponte e Bruno Rullo; Xmas-Dj Ale Gambo. Comunicazione evento Enrica Merlo
Media partners:Libroterapia, (di Radio Mac Bun, con Alessandra Caria); QUANTA RADIO (con Antonio Persia). Con il patrocinio della Città di Torino / Circoscrizione Centro Crocetta

28. I confini dell’io

da qui

Il senso del bello è tra i valori fondamentali presenti dalla prima infanzia: non c’è bisogno di dimostrare la sua forza di attrazione, perché è evidente l’influenza esercitata sulle azioni, i pensieri, i sentimenti; il tema è stato ampiamente dibattuto, nel corso dei secoli, in diverse discipline. Continua a leggere

LIBRI DEGLI ALTRI n.104: Via dalla Cina. Daniela Tani, “L’ospite cinese”

Daniela Tani, L’ospite cinese Via dalla Cina. Daniela Tani, L’ospite cinese, prefazione di Paolo Piazzesi, Massarosa (Lucca), Mauro Del Bucchia Editore, 2013

_____________________________

di Giuseppe Panella

.

Paolo Piazzesi ha fatto bene a rilevare il carattere di “romanzo di formazione” presente in un romanzo apparentemente “ingiustificabile” come quello di Daniela Tani (al suo secondo testo narrativo dopo La caduta, Roma, Ilmiolibro.it, 2011) se non alla luce delle sue implicazioni socio-culturali in rapporto alla crescita della personalità di un adolescente :

«Per più di un aspetto il lavoro di Daniela Tani evoca il Bildungsroman, centrato sulla formazione personale di un giovane : qui tuttavia niente è concesso al sentimentalismo, né all’improbabile e abusata cifra del riscatto del protagonista e dell’edificazione del lettore. Se una collocazione nel genere è da cercarsi, è forse più sul versante del giovane Törless musiliano, fra disorientata abiezione, subita anche se non condivisa, e sensazione immanente dell’irrazionalità dell’esistenza propria e altrui, in una declinazione originale, amara, disincantata»1.

Continua a leggere

Giorgio Manganelli. Il parco dei “suoi” ricordi. Con un cameo esclusivo di Amelia Manganelli

 

manga

Mio padre, o, per meglio dire, il Manga, nato per volontà materna a Milano, non ha mai amato questa città. Ci si è sempre sentito prigioniero. La percepiva come “una città in bianco e nero”.
Ma… c’è sempre un “ma”. Dopo anni di permanenza a Roma, città nella quale si è subito sentito “se stesso” ed è riuscito ad uscire dal bozzolo e a diventare il Manga, un po’ di ricordi si affollano nella sua mente e nella sua fantasia.

Continua a leggere

ARANCIO di Emanuele Pettener

Copertina_Arancio.jpgdi Massimo Maugeri

Emanuele Pettener è nato a Venezia, ma vive negli Stati Uniti dal 2000 dove insegna lingua e letteratura italiana alla Florida Atlantic University. E non è un caso che il suo nuovo romanzo, “Arancio” (Meligrana, 2014), sia ambientato proprio in Florida. Ne discutiamo con l’autore…

-Partiamo dall’inizio, Emanuele… e raccontaci qualcosa sulla genesi di “Arancio”. Come nasce questo tuo nuovo romanzo?
Dal mio gusto per la commedia verbale, sviluppatosi grazie alla frequentazione assidua di Oscar Wilde, e dal mio amore per il colore, che il sud della Florida asseconda gioiosamente.

-Il protagonista del libro è un maestro di tango. Si chiama, appunto, Tommaso Arancio. Che tipo è? Continua a leggere

26. Una visione dell’uomo

da qui

Dopo aver accennato a teorie psicologiche che indagano con chiavi molteplici la natura umana, passerei alla descrizione di un sistema meno noto, ma altrettanto interessante: la visione antropologica elaborata da don Mario Torregrossa, divulgata nelle sue catechesi e inverata nei colloqui coi soggetti più diversi. Continua a leggere

Un discorso sul PIL

di Antonio Sparzani

da qui
All’alba del 6 giugno 1968 moriva al Good Samaritan Hospital di Los Angeles Robert (Bob) Kennedy, assassinato in circostanze oscure e mai chiarite, così come oscure e mai chiarite sono rimaste quelle dell’uccisione, quattro anni e mezzo prima, del fratello John, mentre era presidente. Lo ricordo qui soprattutto perché di questi tempi si parla molto di PIL e della tragedia del PIL che diminuisce invece di continuamente aumentare per le magnifiche sorti e progressive del nostro paese e del mondo intero. Voglio ricordare, che anche molto prima che si levassero le voci critiche che ormai si levano da più parti contro questo fanatismo del PIL, si levò la voce di Bob Kennedy, in un discorso – tenuto il 18 marzo 1968 all’Università del Kansas – per molti aspetti profetico e stupefacente dato il paese da cui proveniva. Mi sembra ancora oggi un documento di notevole attualità. Non a caso il suo autore è stato rapidamente fatto sparire dalla scena.

Niente Panico

warning-signs-foreshadow-apparently-sudden-panic-attacks_287

NIENTE PANICO    Capitolo primo di un romanzo mai pubblicato di Juan A. TeieraMatteo Telara

Il Jimmy Roger Market Shop è una catena di fast food che si distende in genere lungo le strade principali delle maggiori capitali europee. Fenomeno d’importazione tutto americano, con in più la particolare caratteristica di svilupparsi unicamente nelle capitali, ciò che fa di un Jimmy Roger Market Shop una realtà alimentare ristorativa di tutto riguardo rispetto alle dirette concorrenti comunque presenti sul territorio è l’esclusività, per l’appunto.
Scelta controcorrente abbracciata dai suoi responsabili marketing in totale controtendenza rispetto al loro tradizionale modus operandi.
Intendo dire: accertato che le capitali di ogni paese di questo mondo non arrivano mai a raggiungere Continua a leggere

Vivalascuola. Convegno. Cultura d’Europa bene comune: scuola, università, ricerca, il futuro abita qui

CULTURA D’EUROPA BENE COMUNE: SCUOLA, UNIVERSITÀ, RICERCA, IL FUTURO ABITA QUI

Studenti, insegnanti, genitori, comitati e sindacati il 29 novembre 2014 si incontreranno a Bologna per parlare di istruzione e ricerca come beni comuni per una cultura europea delle pari opportunità. Continua a leggere

Guido Michelone intervista Gianluca Barbera su “Finis mundi”

Barbera Gianluca foto
Gianluca Barbera, cinquantenne da Reggio Emilia, ma da tempo con le radici a Siena, dove ha fondato l’omonima casa editrice, è tornato in ottobre alla narrativa con il romanzo Finis mundi nella collana ‘Alta Definizione’ per l’editore Gallucci. Si tratta di uno scritto al di fuori delle logiche mercantili che attraversano il panorama culturale italiano, per via di una serie di tematiche di rara intensità e di originale fattura: per quanto espresso riga dopo riga, parola per parola, il testo merita di essere discusso in esclusiva con l’Autore medesimo. Continua a leggere

 NOTE A PIE’ DI PAGINA DI GIORNATE ARRUFFATE

di Valentina Albi

Deve piovere.
Devono tornare a camminare scalzi.
Rendere candidi quei piedi e toglierci di mezzo.

Siamo gli ulmi eroi di un’era di solitudine.

Aspettare il silenzio, come attendere Godot.
Non ti sbagli se ti giri e guardi il passato.
Sicuramente ti arrabbierai con la tua ombra ritardataria.

Un’anima povera come un ospedale abbandonato.

Il tuo animo è troppo autistico per rompere il silenzio di quest’infame colloquio tra me e
il mio demone.
Chi si sveglia dalla realtà è perduto nel sogno.

L’universo condensato in un teatro di abbondanza in cui ogni cosa correva con l’oscurità.
Continua a leggere

Guido Michelone intervista Boris Savoldelli

FOTO boris_savoldelli_2
A tu per tu con il grande cantante tra poesia, suono e musica sperimentale

Boris Savoldelli è oggi forse il maggior cantante sperimentale sulla scena italiana e tra i migliori a livello cosmopolita, tant’è che per lui ormai non si contano quasi più le collaborazioni prestigiose, per esempio con musicisti statunitensi del calibro di Elliott Sharp o Marc Ribot. E ancora americano è il partner per una nuova recentissima avventura discografica, ovvero Electric Bat Consipracy con il chitarrista Garrrison Fewell uscito per la Creative Nation Company. Ce ne parla lo stesso Savoldelli in quest’intervista in esclusiva per La Poesia e lo Spirito. Continua a leggere

24. Catene spezzate

da qui

Nel Vangelo appare, e nemmeno tra le righe, un Cristo poeta, naturalmente aperto alla bellezza: Osservate come crescono i gigli del campo: essi non faticano e non filano; eppure vi dico che neanche Salomone, in tutta la sua gloria, fu vestito come uno di loro. Ora, se Dio veste in questo modo l’erba dei campi che oggi è, e domani la gettano nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? (Mt 6,28-30). Continua a leggere

Premio Poesia di strada 2014 – XVII edizione

poestrada

Scade il 23.11.2014 la possibilità di partecipare alla diciassettesima edizione del concorso per poesia inedita curato dall’Associazione Culturale Licenze Poetiche – Macerata , col patrocinio del Comune di Macerata.
Riportiamo il Bando di seguito.
***
1. Possono partecipare al Concorso autori italiani o stranieri ovunque residenti.

2. I testi devono essere in lingua italiana.

3. Ogni concorrente partecipa obbligatoriamente con
tre poesie inedite a tema libero, di propria produzione, ciascuna composta da non più di 30 versi.

4. Gli elaborati devono essere inviati in n.1 copia esclusivamente via email all’indirizzo di posta elettronica licenzepoetiche@gmail.com entro il 23 novembre 2014 (compreso).
Continua a leggere