Poesie di Alessandra Bernardis

In giro al buio e due cani,
domani è un tuffo dentro
alla terra come piombo e
ho gli stivali larghi. Tutto
è incessante e cade, buffo,
buttati sterpi al macero
dell’acqua, buttati secchi.
Piove tutto compresa me,
nella puzza di pelo bagnato,
immoto mondo verrai
a scrollarti anche tu dentro
a questo fango fango fango.

***

Sappiamo che è un mattino
livido assente, non m’importa
di fare niente. Poi faccio le pile,
ora dopo ora, di ciò ch’è opportuno.
Ritorna sera, ma tu no ed è meglio.
Un timido risveglio, pavido nero,
si sta quasi annunciando e
un provvido accapo di me sola,
ancora e ancora e ancora.

***

Se non ci sei mi passa
una notte dopo l’altra
con l’abitudine al parvo
ronzio di mosche, nero
in questa culla di inverni,
si ficca nel caveau abisso
di genitori sempre morti
e mi accompagna bene.

Come terra e diluvio
tu sei falso ed io perduta,
le ali diventano squame,
trame di rovi, aguzzi scogli
precludono la mia vista
del mare aperto e tu sei
incerto e torvo e fondo.
Il Mondo tu sei e frani.

***

Io oggi penso a come
il fiume alita nebbia
presto al mattino, occhi
sbriciolati di sabbia e chiuse
palpebre su un’idea.
Non devo pensare.

Io oggi mi ricordo di tutto
e più un lutto mi sente
per ciò che non saprò
di te, e non mi basta
un plaid asciutto per stare
e un po’ di fumo sull’acqua.

In fondo alla fitta giunchiglia
dove abbaiano cani
c’è casa mia.

***

Ecco uno svelarsi senza luce,
poi vince la nebbia stanca
e vorace del giorno, di vite
che si vivono, e di me. Oggi
ho perfino pensato a fare
meglio, intenzione severa di
avere tutte le cose a posto.
Ma dico bugie e ritrovare
la forza è una vera scusa.
Non so cosa aspetto, forse
di amare ancora i miei simili,
di essere meno in combutta
con i vegetali. Di stare molto
meno chiusa in quell’ultima
trincea che è il mio corpo.

***

Notizia: Alessandra Bernardis è nata a Trieste nel 1966 da padre istriano e madre croata. Vive a San Zanut, un paesino di campagna in provincia di Gorizia, lavora come educatrice. Le piacciono mare, montagne, giardino, orto, sassi, teatro d’opera, pittura, scrittura, libri, animali ed anche alcuni umani, tra i quali suo figlio.
Espone i propri lavori pittorici dal 1995.
Nel 2011 realizza un evento multimediale di pittura, video e poesia con Luca Geroni e Daniela Bressanutti a San Pier d’Isonzo, Gorizia.
Del 2014 è invece l’intervento video poetico realizzato nella cornice delle mostre dell’artista Giorgio Valvassori (Raumgestalung a Gorizia e Antinomika a Nova Gorica, Slovenia) con Luca Geroni e la partecipazione di Andrej Medved.

3 pensieri su “Poesie di Alessandra Bernardis

  1. Che timbro, che timbro! Mi piace, e non sono su facebook a dirlo. Grazie a Enrico per l'”offerta”, e piacere di conoscere Alessandra Bernardis! Saluti, Giampaolo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.