28. I confini dell’io

da qui

Il senso del bello è tra i valori fondamentali presenti dalla prima infanzia: non c’è bisogno di dimostrare la sua forza di attrazione, perché è evidente l’influenza esercitata sulle azioni, i pensieri, i sentimenti; il tema è stato ampiamente dibattuto, nel corso dei secoli, in diverse discipline.
Per Platone l’uomo, finito e imperfetto, cerca nel bello di soddisfare il suo desiderio d’immortalità e d’infinitezza. Aristotele elaborò alcune leggi per configurarne la natura e i rapporti che ne stanno a fondamento. Nel Medio Evo si fa strada una concezione di bellezza come concordia di parti discordanti, piegate a formare unità organiche ed armoniche. Alcuni matematici formularono leggi definite poi segmenti aurei, secondo cui le forme dei monumenti egizi e greci – tra cui il Partenone – rispettavano precise progressioni geometriche: i progetti si servivano di relazioni numeriche incarnate in tratti di straordinaria perfezione. L’osservatore avverte un senso di benessere e di serenità, percependo l’equilibrio mirabile delle leggi matematiche da cui sono scaturiti.
L’arte ha espressioni infinite e attinge a criteri soggettivi intraducibili in formule schematiche, ma la percezione del fruitore corrisponde a criteri decifrabili. Oggi, infatti, sulla base dell’idea junghiana d’inconscio collettivo, si ammette l’esistenza di archetipi e simboli operanti nell’opera d’arte e presenti sia nell’artista sia nell’inconscio dell’utente. Il senso del bello è relativo alla cultura a cui appartiene, ai canoni trasmessi dall’infanzia, ma esistono modelli comuni a vaste aree di popolazione. Il principio si conferma di fronte agli spettacoli della natura: la meraviglia e lo stupore che essa suscita, con venature di trascendenza e di mistero, è presente ad ogni coordinata culturale.
Ecco perché la scoperta dell’inconscio collettivo, serbatoio delle memorie dell’intera umanità, potrebbe ampliarsi e approfondirsi nell’idea di un inconscio spirituale, che superi i confini dell’Io e colleghi popoli e individui in trame a cui la bellezza darebbe un contributo decisivo.

9 pensieri su “28. I confini dell’io

  1. La vostra visione apparirà più chiara soltanto quando guarderete nel vostro cuore.
    Chi guarda l’esterno, sogna. Chi guarda all’interno si sveglia.

    (Carlo Gustav Jung)

    Piace a 1 persona

  2. “Potrebbe sembrare strano che Dio ci comandi di fargli delle richieste quando egli conosce, prima ancora che glielo domandiamo, quello che ci è necessario. Dobbiamo però riflettere che a lui non importa tanto la manifestazione del nostro desiderio, cosa che egli conosce molto bene, ma piuttosto che questo desiderio si ravvivi in noi mediante la domanda perché possiamo ottenere ciò che egli è già disposto a concederci.”
    S. Agostino

    Mi piace

  3. “Le parole gentili possono essere brevi e facili da dire, ma il loro eco è davvero infinito.”
    Madre Teresa

    Mi piace

  4. “A volte la nostra luce si spegne e viene riaccesa dalla scintilla di un’altra persona. Ciascuno di noi ha motivo di pensare con profonda gratitudine a coloro che hanno acceso la fiamma dentro di noi.”
    Albert Schweitzer

    Mi piace

  5. ” la meraviglia e lo stupore che essa suscita, con venature di trascendenza e di mistero, è presente ad ogni coordinata culturale.”

    Poesia Turca- Nazim Hikmet

    Il più bello dei mari
    è quello che non ho navigato
    Il più bello dei nostri figli
    non è ancora cresciuto.
    I più belli dei nostri giorni
    non lo abbiamo ancora vissuto.
    E quello
    che vorrei dirti di più bello
    non te l’ho ancora detto.
    voglio essere tuo fratello
    Il fratello bianco, quello nero,
    quello giallo, poi ci prenderemmo
    per mano per dirci quello che
    non ti ho ancora detto
    Ti Amo.

    ernestina.
    sarebbe bello!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.