48. Critica del potere

da qui

C’è un’urgenza di verità: per assecondarla, occorre opporsi alla non verità, alla pressione dei poteri forti. Il pericolo è il pensiero unico, che scrolla le spalle di fronte all’idea stessa di vero, smarrito nel magma incontrollabile delle opinioni, e refrattario a ogni possibile intercettazione. E’ il conformismo della neutralità, della fuga dal conflitto, che può essere superato solo da un’appartenenza forte, da non confondere con la perversione dei fondamentalismi. E’ altrettanto tragico fingere di trovarsi all’interno di un orizzonte pacificato e uccidere chi ha convinzioni diverse dalle proprie. Ciò significa che è necessario battersi per la verità, non perché l’altro soccomba, o addirittura muoia, ma perché l’altro viva. E’ inevitabile, per l’uomo vivo, diventare una coscienza critica, produrre una qualche forma di conflitto, come dimostra l’esperienza di Gesù di Nazaret. Egli è stato critico nei confronti del potere, ha messo in discussione il pensiero unico e oppressivo della maggioranza, formulato dai dirigenti religiosi. Ha compiuto un’opera di smascheramento trasmessa ai suoi discepoli, i quali, dunque, non possono allearsi coi potenti – come invece hanno fatto a più riprese -, ma devono metterne in crisi presupposti ed attuazioni. Ciò spiega le parole di Gesù: “Chi non è con me, è contro di me” (Mt 12,30), comprensibili solo come tarlo corrosivo di un potere che rifiuta d’essere discusso, schiacciando i diritti e le sacrosante libertà, in nome degli idoli di sempre. Il cristiano si sfila dalle mode, perché sa che il suo maestro non porta la pace nelle coscienze addormentate, ma la spada della sua parola, destinata a sconvolgere le comodità di ogni falsa certezza.

9 pensieri su “48. Critica del potere

  1. URGENZA DI VERITA’

    “Cerca il Signore mentre si fa trovare”, ripeto al mio cuore in perenne ritardo che ha “urgenza di verità”, perchè si smascheri la mia corruzione di fondo e l’errato concetto che ho della tua Persona: increata Sapienza, inalterabile Amore, Crocefisso fiorito nell’anima, che si volge a me e mi beatifica con una verità tanto più alta di quelle conosciute e ritenute amabili.
    Debbo uscire da me e venire a Te “con ardimento assurdo”, mia dolce infinità, perchè “chi non è con me è contro di me” e Tu, Rabboni, maestro inimmaginato, mi dici che sei “una sconvolgente liberazione”. (Vannucci)

    Mi piace

  2. “La Parola di Dio è capace di cambiare tutto, ma non sempre abbiamo il coraggio di credere nella Parola di Dio, di ricevere quella Parola che ci guarisce dentro.”
    Papa Francesco

    Mi piace

  3. (…) Si rende conto, Santità? Un campo nomadi! Come possono venirle in mente certe idee? Pensa che potremo adattarci a un luogo così insano? Cristo si è adattato a tutto: le volpi hanno le tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo. Il vangelo non va preso alla lettera: dovremmo cavarci gli occhi, o gettarci in mare con una macina di mulino appesa al collo? Non sarebbe una cattiva idea: facciamo spazio al nuovo, lasciamo il posto a chi crede nella povertà, in una vita fraterna con i derelitti

    Salva l’Anima – F. Centofanti

    Mi piace

  4. In momento, quando ti rendi conto che tua esistenza sul questo mondo si sta finendo, cominci riflettere – come era la mia vita? cosa ho fatto di giusto? dove sbagliato?
    Si può riflettere dal punto di vista- quanta eredità lascio o quanto amore ho trasmesso, quanta felicità sono riuscita regalare.
    I beni materiali (che provocano sono litighi) sono oggetti che oggi ci stanno e domani possono non essere più, ma amore e gioia rimane nel cuore per sempre, e questa è eredità più grande.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...