Pensiero unico? No grazie

da qui

Siamo in tempi in cui non è più lecito accodarsi a qualche carro, sperando che sia quello vincente. E’ ora di pensare con la propria testa, smascherando le lobbies che impongono un pensiero unico, fidando nel fatto che le pressioni economiche e sociali – il ritorno d’immagine, il cachet, l’inserimento in una élite col privilegio fisso di prime serate e prime pagine – siano sufficienti a sbaragliare ogni rigurgito d’indipendenza. E’ ormai noto che la politica, ad esempio, non è più appannaggio dei partiti, ma dei grandi quotidiani: la sinistra non è guidata dal Pd, ma dal giornale di Scalfari e Mauro, la destra si affida alle campagne di Feltri e di Belpietro, il centro è diventato il mercato, la logica capitalistica a cui si sono piegate le menti tutte dell’arco costituzionale, salvo, forse, Landini. Credo sia ora di cominciare a pensare, a scoprire i germi di una cultura alternativa, che rifiuta la gabbia delle visioni fabbricate nei backstage delle banche e delle redazioni dei giornali. Facciamoci sentire, diciamo la nostra, impediamo a coloro che vogliono asservire il mondo – e ci sono riusciti – di toglierci l’ultimo barlume di quella che un tempo chiamavamo libertà.

5 pensieri su “Pensiero unico? No grazie

  1. Sintetico,chiaro, l’argoment. e’ dibattuto,discusso ovunque, questo pezzo breve ne racchiude il fulcro.
    Mi e’ piaciuto molto. Poche borie, frasi esplicative ed incisive.
    Ciao

    Mi piace

  2. “Per questo tipo di pensiero io uso la metafora di una profezia: questa casa brucierà. Allora prendi taniche di benzina, la versi sulla casa, le dai fuoco e la casa brucia davvero. Così lavora “la pensée unique”. Da un lato si dice che il principio di base del pensiero unico è che non ci sono alternative: TINA, There Is No Alternative. Poi tutti gli strumenti, tutte le possibilità di creare un mondo davvero alternativo o di fare qualcosa per cambiare, tutte le regole del gioco, vengono distrutte. Così non c’è modo di cambiare e questa diventa una profezia che si autodetermina. La casa brucia, ma la sto bruciando io. ”

    Z. Bauman

    Mi piace

  3. Pensiero unico neo-liberista

    – il mercato decreta il successo o l’insuccesso – chi pone limiti all’egoismo e all’avidità sta operando contro l’umano interesse – chi protesta contro il presente stato di cose è “comunista”

    Sbancor ” Derive Approdi”

    Mi piace

  4. “Voi non siete del mondo”, cioè i credenti non possono essere del sistema..ma è una posizione scomoda. Io posso dire di sperare più di voi; ma la mia speranza non è “umana”; anzi essa nasce precisamente dalla cenere quotidiana di queste speranze, che appunto ci illudono e ci impediscono di vedere, con occhi di fede, il vero dramma dell’uomo. La nostra lotta è contro i reggitori di queste tenebre.

    D.M.Turoldo

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...