Un giudice

da qui

La riforma delle norme sulla responsabilità civile dei magistrati fa sorridere. Scatta solo in casi molto gravi di dolo accertato, e implica un risarcimento che non potrà superare la metà di uno stipendio annuo. E’ un ridimensionamento simbolico di personaggi che spesso si ritengono al di sopra di ogni legge, umana e divina, e un buffetto a chi ha fatto del giustizialismo l’unica, misera arma di una politica priva di valori.

2 pensieri su “Un giudice

  1. Trappole, trappole e ancora trappole.
    Si fa spazio ancora di più il desiderio di migrare verso l’unica giustizia, l’unica libertà , l’unica Verità.

    Mi piace

  2. “In quel tempo diedi quest’ordine ai vostri giudici: ascoltate le cause dei vostri fratelli e giudicate con giustizia le questioni che che uno può avere con il fratello o con lo staniero che sta presso di lui.
    Nei vostri giudizi non avrete riguardi personali, darete ascolto al piccolo come al grande; non temerete alcun uomo, poichè il giudizio appartiene a Dio.”

    (Dt.1,16-17)

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...