62. Dialogo, fede e intelligenza

da qui

La verità è prima di tutto una categoria logica, cioè qualcosa che si conosce. Quindi, bisogna educare l’intelligenza a ragionare sulla verità. Non si può mai dire: fa’ questo e basta, perché se non c’è una verità, non c’è niente di assoluto. E’ urgente educare a scoprire che il bene è ciò che è vero.
Per i sofisti greci, non era così: la loro autorità si fondava sul successo che riscuotevano nel loro insegnamento. Non era il vero il punto di riferimento, ma la capacità di ben decidere, di scegliere efficacemente, sia nel privato sia nel pubblico. Chi insegna, nella loro prospettiva, non trasmette conoscenze veritiere, ma un comportamento che funzioni, che conduca al successo e faccia riuscire nella vita.
Neanche per l’epica omerica la virtù era un valore morale, ma soltanto pratico: la forza con cui l’eroe s’imponeva, il rispetto che sapeva esigere nel contesto sociale in cui viveva.
In genere, i sofisti si mantenevano su posizioni moderate, ma alcuni di loro sostenevano che l’unica norma che contasse era la legge del più forte. Ciò metteva in crisi non solo il concetto di verità, ma anche quello di comunità: la convivenza diventava impossibile, o si realizzava con la formula dominatore-sottomesso.
La battaglia che Socrate conduce contro la Sofistica si fonda sulla convinzione che la virtù non consiste nella forza, ma nella conoscenza del bene, che l’uomo scopre come legge scritta dentro. La ricerca non si svolge in un percorso isolato – e senza sbocco -, ma in un confronto comunitario serrato: la verità nasce dal dialogo. A questo Platone aggiunge un non trascurabile dettaglio: la dialettica attinge al vero riesumando la memoria delle idee oggettive ed eterne. Aristotele farà un passaggio ulteriore: per realizzarsi, l’uomo ha bisogno di una pari dignità rispetto agli altri uomini; la verità è legata, dunque, a un principio democratico.
Il Cristianesimo inaugura il concetto di verità rivelata, che non esclude l’uso dell’intelligenza, anzi, lo rafforza: la fede aiuta la ragione e la ragione si pone al servizio della fede. E’ il crede ut intelligas, intellige ut credas di Agostino d’Ippona.

7 pensieri su “62. Dialogo, fede e intelligenza

  1. ” Non si può capire Dio soltanto con l’intelligenza…. la sfida di Dio è immischiarsi nelle nostre vite per guarire le nostre piaghe, proprio come ha fatto Gesù…”
    Papa Francesco

    Mi piace

  2. ” La fede è conoscenza vissuta di Cristo, un ricordo vivente dei suoi comandamenti e una verità da mettere in pratica.”
    Giovanni Paolo II

    Mi piace

  3. FEDE E INTELLIGENZA
    Fede e intelligenza sono in dolce e penoso itinerario in Dio dove poi la ragione sembra venire meno cedendo all’amore, e la conoscenza si fa unitiva:
    l’Oltre, l’Inconoscibile nel mio essere,
    l’Amore più forte di ogni presagio di morte,
    la Passione che tutto può per riavermi tutta nonostante sia ancora “chiusa fra cose mortali”.
    Non ti domando chi sei per credere in Te, Signore, mistero del mondo, ma piuttosto che Amore sei, “o luce che inonda le vigne/ e vento ondeggiante sul grano”, e Tu dimmi quel poco che io possa sostenere per contemplarti senza più essere se non in Te.

    Mi piace

  4. Penso che per conoscere Dio e amarlo, ogni uno di noi si deve fare le sue esperienze.
    Amicizie si fa frequentando la gente; ad alcuni si sente subito la amicizia, altri si evita, a volte senza provare di conoscerli bene.
    Dio si sembra invisibile, non è Qualcuno chi puoi abbracciare, stringere la mano. Dio si può conoscere cominciando prima conoscere se stesso, imparando ascoltare se stesso, ascoltare suo profondo se stesso; e poi, piano piano imparare parlare con Dio.
    Quando impariamo ascoltare se stessi, impariamo ascoltare Dio che ci parla con noi.
    Ma per imparare è… la strada lunga, e ci vuole la nostra buona volontà per conoscere Dio.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...