120 anni di cinema

IRENE BIGNARDI foto
di Guido Michelone

Quest’anno a dicembre ricorre un anniversario culturale molto importante: sono 120 anni esatti dalla nascita del cinema, o meglio, dalla prima proiezione pubblica avvenuta a Parigi, grazie allo strumento inventato, qualche mese prima, dai lionesi fratelli Pierre e Auguste Lumière. Da allora il cinematografo (letteralmente ‘scrivere con il movimento’) vive questi 120 anni in maniera strepitosa, diventando ben presto la Settima Arte o la Decima Musa, come viene chiamato dagli studiosi del primo Novecento. Da allora a oggi, anche in Italia, il cinema è oggetto di attenzioni e ricerche da parte di scrittori, filosofi, critici, giornalisti, molti dei quali si avviano a una forma specifica di studio che è la critica cinematografica, a sua volta ripartita in filmologia, storia del cinema, analisi filmica e tante altre diramazioni, come dimostra l’abbondante letteratura al proposito. In tal senso vengono qui proposti otto libri per altrettanti generi ermeneutici.

La graphic novel
Gianluigi Pucciarelli, Paolo Castaldi, Giuseppe Morici, Gian Maria Volonté (Becco Giallo).
In Italia il fumetto d’autore, che diventa libro o romanzo, curiosamente rimane un po’ ai margini sugli argomenti cinematografici: fa eccezione questa bella storia ispirata a un grande attore ‘impegnato’ in una stagione irripetibile del cinema italiano.

Il manuale
Christopher J. Bowen e Roy Thompson, La grammatica dell’inquadratura (Dino Audino).
L’inquadratura è l’unità minima del linguaggio cinematografico, e da essa dipende l’intero costrutto della narrazione audiovisiva. In questo caso il volume, arricchito da immagini fotografiche, parte dal fotogramma per allargarsi all’intera operazione necessaria per girare un film, da un punto vista squisitamente tecnico.

L’antologia di articoli
Giona A. Nazzaro, Il conflitto delle idee. Al cinema con Micromega (Bietti).
Vengono qui raccolti gli interventi (recensioni e interviste) che il noto critico scrive puntualmente, tra il 2010 e il 2014, sul sito online della rivista: ne scaturisce una panoramica convincente della cinematografia mondiale di questi primi anni Dieci.

La raccolta di saggi
Bruno Di Marino e Giovanni Spagnoletti (a cura di), L’animazione italiana contemporanea (Marsilio).
A volte è arduo – in ambiti come la filmologia e la storia del cinema, che richiedono svariate competenze – che un solo studioso tratti un argomento vasto o complesso; ecco la ragione di questa bella antologia che fa il punto sull’attuale scena cartoonista tricolore, fra scoperte e sorprese.

L’autobiografia
Tomas Milian con Manlio Gomarasca, Monnezza amore mio (Rizzoli).
L’autobiografia, spesso mediata da un giornalista famoso, è da sempre un must dei libri sul cinema, a maggior ragione quando si tratta di un attore di culto, che inzia e conclude una lunga carriera con il cinema d’autore, salvo diventare famoso in Italia con una serie di film spazzatura.

Il saggio psicologico
Ari Hiltunen, Aristotele a Hollywood (Dino Audino).
Dagli anni Sessanta il cinema, dopo mezzo secolo di rodaggio critico, continua a essere studiato con sempre maggior profondità, anche nella sperimentazione di nuove metodologie, derivate perlopiù dalle scienze umane.

La raccolta di articoli
Irene Bignardi, Brevi incontri (Marsilio).
Per oltre un quindicennio la giornalista, esperta sia di cinema sia di letteratura, tiene una rubrica su un celebre quotidiano nazionale, in cui racconta gli autori incontrati, partendo da dialoghi o interviste, molti dei quali sono raccolti in questo libro.

La guida ai film
Gianni Volpi, I film che bisogna vedere a vent’anni (Edizioni dell’Asino).
Un elenco al contempo personale e oggettivo dei grandi capolavori dalle origini a oggi, nella prima parte, una scelta tematica ripartita tra dodici specifici argomenti, nella seconda, fanno di questo libro un utile dizionario per orientarsi nella cinematografia di qualità, rivolta non solo ai giovani, ma per ogni tipologia di spettatore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...