10. Strati

strati
Le vicende si incrociavano a ritmo incalzante. Nell’ex parrocchia e al Centro giovanile sembravano procedere serenamente: l’amministratore pareva tener conto della storia e del contesto che per un anno gli venivano affidati. Non era chiaro, per loro, se io dovessi ritornare: il clima era sospeso tra un passato ricco di esperienze esaltanti e condivise e un futuro incerto, in cui si cercava di scrutare e decifrare qualche segno del destino. Noi due avevamo la certezza morale che il Signore ci volesse qui, al Divino Amore; le conferme si moltiplicavano, nella preghiera intensa in cui Dio comunicava il suo Progetto. Il mio impegno si svolgeva tra il Santuario e l’attività pastorale e catechetica nella chiesa della Santa Famiglia, in cui elargivo a piene mani la Parola di Dio, suscitando in catechisti e animatori, aperti al nuovo, un’adesione che nessuno avrebbe più potuto soffocare. Le forze avverse lavoravano nell’ombra: ogni tanto scorgevo conciliaboli tra sacerdoti e laici preoccupati seriamente per la nostra attività. Cercavano alleanze – anche ad alto livello – per stroncare i tentativi di cambiare, spargevano zizzania, coprendo di discredito le nostre intenzioni e iniziative. L’atmosfera si presentava a strati non comunicabili: la goia e la speranza convivevano con l’odio e col rancore, in un conflitto destinato a esplodere, a venire allo scoperto.

2 pensieri su “10. Strati

  1. “Dio è più forte del male e della stessa morte; significa che l’amore di Dio può trasformare la nostra vita, far fiorire quelle zone di deserto che ci sono nel nostro cuore.
    E questo può farlo l’amore di Dio!”
    Papa Francesco

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...