25. Il Principio e il Fine

IMG_0410
Per dormire, c’è chi conta le pecore; per restare svegli, noi contavamo i giorni, le ore, i minuti. Sì, perché c’era il rischio di assopirsi, di smarrire la tensione buona che ci faceva anelare nel profondo alle ali che ci avrebbero salvato. Un tempo da riempire, dunque: la lezione, forse, era mettere dentro questo involucro non solo le nostre, incandescenti attese, ma le attese del mondo, di chi in quel giorno, in quell’ora, in quel minuto, gioiva o soffriva, si sentiva perduto o ritrovato, neonati e moribondi in un cosmo in continua evoluzione. Ecco che cosa eravamo: junghianamente, simboli della trasformazione, che partiva da noi e avrebbe finito col coinvolgere un numero crescente di persone, in un moto a cerchi concentrici sempre più vasti e popolati. Questo era il Progetto: mi commuoveva pensare alle sue origini, alla preghiera precaria fatta a tarda sera nella grotta di Elia, dove la statua agitava le braccine come a dire: ancora no, ancora dovete camminare, soffrire, trasformarvi, in un processo alchemico da cui il Signore avrebbe tratto l’oro prezioso dell’opera compiuta. In principio era l’amore, e tutto tendeva non soltanto a una fine, ma anche al fine, pensato dai secoli dei secoli. Archeologia e teleologia, l’alchimia della notte e del giorno che portava al miracolo ogni volta immortalato dal ponte dello Spirito Santo: l’alba di una nuova era, in cui tutto il dolore, la speranza, il faticoso e terribile cammino avrebbero trovato sbocco nello sguardo del Cristo, che creava e ricreava la nostra irripetibile avventura.

5 pensieri su “25. Il Principio e il Fine

  1. …Cieli nuovi e Terra nuova:
    è il destino dell’umanita’!
    Viene il tempo,arriva il tempo
    che ogni realta’ si trasfigurera’.
    E in cieli nuovi e terra nuova
    il nostro anelito si plachera!
    La Tua Casa, la Tua Dimora
    su tutti i popoli si estendera’
    (daniele Ricci)
    25 Episodi vissuti in un crogiuolo e finalmente viene estratto il prezioso…risultato.

    Mi piace

  2. ..e sono queste le passioni(il crogiuolo),attraverso l’inferno delle quali l’uomo deve passare per liberarsene..(junghianamente).
    E l’ALCHIMISTA crea l’OPERA

    Mi piace

  3. C’è un’attesa che si fa silenzio e preghiera.
    La nostra storia (dell’umanità) ti attende, O
    Signore. La speranza, la fiducia, l’amore sono i fremiti che fanno vibrare il cuore di chi crede, di chi sa che la Vita vince, di chi è certo che il Bene non muore, di chi aspetta il compiersi della Tua volontà.

    Mi piace

  4. Vivere è stare svegli

    Vivere è stare svegli
    e concedersi agli altri,
    dare di sè sempre il meglio
    e non essere scaltri.

    Vivere è amare la vita
    coi suoi funerali e i suoi balli
    trovare favole e miti
    nelle vicende più squallide.

    Vivere è attendere il sole
    nei giorni di nera tempesta
    schivare le gonfie parole
    vestire con frange di festa.

    Vivere è scegliere le umili
    melodie senza strepiti e spari,
    scendere verso l’autunno
    e non stancarsi di amare.

    A. M. Ripellino

    Liked by 1 persona

  5. Abbiamo dimenticato il Principio, il senso della creazione. Si è annebbiata la fine, il senso della nostra esistenza. Noi, pecore smarrite sulla terra.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...