34. Le profezie finali

San Pietro
Arrivavano conferme dappertutto; anche un libro con le rivelazioni della Madonna delle Tre Fontane al veggente Bruno Cornacchiola: “Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’Oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sante e sacre, quando gli sarà dato di farlo”. Ci convincevamo sempre più che sarebbe stata questa la via battuta dal Signore per raggiungere lo scopo – apparentemente utopico – di una purificazione profonda della Chiesa. Mi tornavano alla mente le catene di illusioni e delusioni che ci avevano inchiodato a una speranza ogni volta rimandata: il pensiero confortante di una gerarchia disposta a regolare situazioni di palese ingiustizia, in cui anche un bambino avrebbe saputo cosa fare. Ma nessuno, in alcun caso, si era deciso a intervenire, costringendo la gente a smarrire la fiducia residua nei cosiddetti “uomini di Dio”. E allora, Dio, avrebbe trovato i suoi mezzi alternativi per ricondurre la Chiesa alla legge del Vangelo; avrebbe permesso la violenza di un “attacco tremendo”, portato al cuore stesso della compagine cristiana, ai responsabili poco disposti a rendersi strumenti dell’opera del Padre. Come attendere il verificarsi degli eventi? Nell’unico modo suggerito dallo Spirito, in casi come questi: pregando, e confidando nel fatto che chi si affida al Signore non ha nulla da temere. Avremmo voluto gridarlo ai quattro venti ma, per il momento, potevamo confidarlo solo nelle nostre catechesi o nella lectio divina, oltre che nelle scarne puntate di un romanzo ogni giorno più sintonizzato sulla lunghezza d’onda della storia.

9 pensieri su “34. Le profezie finali

  1. Chi salira’ il monte del Signore,
    chi stara’ nel suo luogo santo?
    Chi ha mani innocenti e cuore puro,
    chi non pronunzia menzogna,
    chi non giura a danno del suo prossimo.
    Otterra’ benedizione dal Signore,
    giustizia da Dio sua salvezza.
    Ecco la generazione che lo cerca,
    che cerca il tuo volto,Dio di Giacobbe.

    Sollevate,porte,i vostri frontali,
    alzatevi,porte antiche,
    ed entri il re della gloria.
    Chi é questo re della gloria?
    Il Signore forte e potente,
    il Signore potente in battaglia.
    Sollevate,porte,i vostri frontali,
    alzatevi,porte antiche
    ed entri il re della gloria.
    Chi é questo re della gloria?
    Il Signore degli eserciti é il re della gloria.

    SALMI 24(23) 3,10 Liturgia di ingresso al santuario

    A te ,Signore;elevo l’anima mia,
    Dio mio,in te confido:non sia confuso!
    Non trionfino su di me i miei nemici!
    Chiunque spera in te non resti deluso,
    sia confuso chi tradisce per un nulla.
    25(24) Preghiera nel pericolo _Di Davide
    Le uniche armi da impugnare: CREDERE AMARE SPERARE

    Mi piace

  2. “La poesia ha questo compito sublime: di prendere tutto il dolore che ci spumeggia e ci romba nell’anima e di placarlo, così come sfociano i fiumi nella vastità celeste del mare.”
    Antonia Pozzi

    Nell’attesa confido nel potere salvifico della poesia e nella sua bellezza che salverà il mondo.

    Mi piace

  3. Ci sono giorni in cui ogni cosa che vedo mi sembra carica di significati: messaggi che mi sarebbe difficile comunicare ad altri, definire, tradurre in parole… Sono annunci o presagi che riguardano me e il mondo insieme: e di me non gli avvenimenti esteriori dell’esistenza ma ciò che accade dentro, nel fondo; e del mondo non qualche fatto particolare ma il modo d’essere generale di tutto. Comprenderete dunque la mia difficoltà a parlarne, se non per accenni.

    Italo Calvino
    Se una notte d’inverno un viaggiatore

    Mi piace

  4. Bellissimo EMA.
    Una preghiera è poesia
    Un salmo è poesia
    Una lode al Signore è poesia
    …una supplica è poesia.
    Si,questa bellezza può rovesciare il mondo.
    A Dio piacendo.

    Mi piace

  5. ” dammi un piccolo verso al giorno ,mio Dio e se non potrò sempre scriverlo perchè non ci sarà più carta e perchè mancherà la luce , allora lo dirò piano , alla sera , al tuo gran cielo. ma dammi un piccolo verso di tanto in tanto. ” .

    Perchè ci vorrà ben qualcuno disposto alla fine e esserci in pienezza, non rassegnato nè arreso, presenziare alla vita esteriore perchè contemporaneamente nella vita interiore e con le proprie mani pregare e i propri occhi vedere e raccontare ( dal diario di Etty Hillesum )

    Mi piace

  6. Dio è paziente, lo sapiamo tutti. Dio è Amore, ripetiamo.
    E così, noi, gente sulla terra si sentiamo padroni potenti approfittandosi del amore e pazienza di Dio. Si crediamo giusti inventando mille scuse per giustificarsi, vivendo con le nostre regole, per noi comode. Conosciamo bene la storia della Giustizia, ma noi si crediamo giusti, oppure pensando- forse a me non succede niente di male.
    Così è da secoli e secoli. Non si siamo cambiati per niente, da secoli. Non abbiamo imparato niente per questi secoli. Crediamo che Dio ci perdona tutto.
    Dio è paziente. Ma noi non si siamo meritati della Sua Amore.

    Mi piace

  7. Vero, che tante volte si sente che la gente si allontana dalla chiesa perchè non li piace comportamento di tanti preti. Ma questo sono solltanto le scuse, oppure giustificazioni di se stessi. Perchè la fede in Dio è più grande della vita terreste.
    Ma vero è che ci stanno tanti bravi preti di quali si parla così poco.
    Parliamo tanto del male ma parliamo poco del bene. Invece si dovrebbe gridare ad alta voce che ci stanno brave persone, ci stanno bravi preti, come un esempio per tutti noi.

    Mi piace

  8. Comunque, io nel mio piccolo mondo vedo miglioramenti nella gente. O sono io che riesco vedere le persone con un nuovo sguardo.
    Papa Francesco, secondo me, è riuscito spalancare tante porte nel cuore di gente.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...