LA LETTERA SCARLATTA. Rivelazioni, recensioni, recuperi, rigetti, rassegne, rarità, rotture e altro di Pasquale Vitagliano

image

Il colpevole è sempre il maggiordomo

Mi è capitato per caso di percorrere questo tragitto: dalla Cassazione sono entrato nel cuore di Roma attraversando Ponte Umberto I. Quindi ho preso Via Zanardelli. Alla fine di questa via, sono arrivato direttamente in Piazza Sant’Apollinare. A questo punto comincio a provare stupore. A sinistra svetta il palazzo della Pontificia Università di Santa Croce, al suo fianco si trova la Basilica di Sant’Apolinnare. E non finisce qua. Mi sposto a destra, e trovo un altro slargo. E’ Piazza delle Cinque Lune. Vi consiglio di fare davvero questa passeggiata. Vi renderete conto di avere camminato lungo un itinerario simbolico e drammatico. Dalle pietre imponenti del Palazzaccio si arriva nel cuore della capitale papalina. La Giustizia porta direttamente nel crocevia dei misteri d’Italia. L’impressione è stupefacente.

imagesA rifletterci, in realtà, più che di mistero, questa volta il cammino è di rivelazione. Ti trovi di fronte alla prova che sia la realtà a scrivere la sceneggiatura della simulazione. L’Università Pontificia è l’ultimo posto dove Manuela Orlandi è stata vista. In Sant’Apollinare per lungo tempo la salma di Enrico De Pedis, il “Renatino” della Banda della Magliana, è stata ospitata senza creare scandalo. In Piazza delle Cinque Lune qualche tempo dopo l’omicidio Moro, si tenne una riunione segretissima tra Mino Pecorelli, Antonio Varisco e il generale Dalla Chiesa. Nessuno di questi è poi sopravvissuto. Saranno tutti assassinati a breve distanza di tempo l’uno dall’altro.

Di queste trame ha scritto Sergio Flamigni ne La tela del ragno, con una ricostruzione precisa che alcuni anni dopo ha ripreso Renzo Martinelli con il suo avvincente film, il cui titolo è dedicato proprio a Piazza delle Cinque Lune. Eppure, al di là dei misteri irrisolti, mi sono convinto che la realtà è sempre più semplice della sua rappresentazione. E dunque come in ogni “giallo” tradizionale il colpevole è sempre il maggiordomo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...