45. La lama di luce

IMG_0965
Lo sguardo di Cristo: sempre più comprendevamo come fosse quello il polo d’attrazione, la rotta che indicava il cammino. Di fronte ai suoi occhi tutto aveva senso, anche le situazioni più intricate, i problemi più complessi, la giungla in cui spesso arrancavamo. Era come se gettassero luce sulla nebbia che avvolgeva le giornate: l’essere appesi al filo degli eventi, la mancanza di riconoscimenti, la stessa fatica a ritrovarci nell’Archetipo della nostra unione, che ormai intravedevamo. Su questo io ero il più convinto: fin dall’inizio avevo in mano la chiave e non me l’ero lasciata sfuggire, lottando contro l’insorgere di forze contrastanti, che da sempre si opponevano all’attuarsi del Progetto. La battaglia era dunque su due fronti: il contesto del Santuario, in cui la mia presenza si doveva definire, dove davo tanto spesso a vuoto, tra sospetti e indifferenze; e la nostra relazione, vissuta su un crinale di dubbi e di certezze, intrecciati in modo inestricabile. Un pensiero mi era sempre di conforto: la promessa, da parte del Signore, che il Disegno non sarebbe fallito, che l’unione delle nostre esistenze avrebbe dato vita nuova al Santuario e all’opera ideale e materiale di don Mario. Era questo il fine della nostra avventura, la ragione di tanto impegno e tanta sofferenza. Nella notte in cui non si distinguono le forme del lavoro umano e del mondo naturale, eravamo chiamati a indovinare la lama di luce dell’alba della Pasqua.

7 pensieri su “45. La lama di luce

  1. Mentre seminava, una parte del seme cadde lungo la strada…. un’altra cadde in un suolo roccioso…. un’altra cadde fra le spine….Altre parti caddero nella buona terra; portarono frutto, che venne su e crebbe, e giunsero a dare il trenta, il sessanta e il cento per uno… (Parabola del seminatore)

    Mi piace

  2. Come faremmo senza Quella bussola ad affrontare il volo cieco attraverso le nebbie della vita, dissipato ogni dubbio, con la certezza di atterrare dolcemente sul prato soffice e sconfinato della verita’?

    Liked by 1 persona

  3. Tutte le cose sono parole della lingua
    in cui Qualcuno o Qualcosa, notte e giorno
    scrive quell’infinito guazzabuglio
    che è la storia del mondo. Nel suo vortice

    passano Cartagine e Roma, io tu lui
    la mia vita che non capisco, quest’agonia
    di essere enigma, caso. Criptografia
    e tutta la discordia di Babele.

    Dietro al nome c’è quel che non si nomina;
    oggi ho sentito gravitare la sua ombra
    su questo ago azzurro, lucido e lieve,

    che verso il confine di un mare tende il suo zelo,
    con qualcosa di un orologio visto in sogno
    e qualcosa di un uccello addormentato che si muove.

    Jorge Luis Borges

    Mi piace

  4. Non possiamo aspettarci dall’uomo quello che è di Dio;
    L’uomo, nella sua debolezza cede di fronte alle difficoltà, indietreggia di fronte agli ostacoli, perde fiducia e Speranza, …e torna a se stesso, a mani vuote,lasciandosi trasportare dal “ma si…lasciamo andare le cose come vanno”!
    Ma questo non è ciò che EGLI vuole, non è questo l’uomo che EGLI chiama!!!
    La SUA VOLONTÀ l’uomo chiamato la realizza soltanto nella costanza,nella perseveranza,nell’attesa,anche fatta di sofferenza ,illusioni e delusioni;
    ma nella certezza che così come EGLI ha voluto il CREATO,così EGLI realizzera’
    il SUO PROGETTO.
    Penso che ora…
    stia gettando le fondamenta per “EDIFICARE LA CASA SULLA ROCCIA”
    Fiat voluntas TUA,…come in cielo così in terra.AMEN.

    Mi piace

  5. fare luce sugli eventi è acchiapparne il senso, solo la luce che penetra ogni avvenimento è vita, permette di scegliere ciò che è giusto. Luce ai miei passi è la tua parola..senza luce si inciampa, si fa fatica a riconoscere l’amico e il nemico, la verità e la menzogna.Il Signore è mia luce ,mia salvezza ed illumina i miei occhi 1

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...