Circo(lo vizioso)

image
C’è gente che le piace di soffrire.
Quasi si mette in posa, per venire
meglio, quando la vita la ritrae
ad auto fustigarsi. Tu non darle
spago, tira avanti. Non c’è altra cosa
da fare: né inveire, né parlarle.

Questa voce è stata pubblicata in Diari e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 pensieri su “Circo(lo vizioso)

  1. Quanto è vero! A volte ci viene il dubbio che forse bisognerebbe spendere qualche parola in più, che forse siamo stati fraintesi, che forse andava chiarito meglio, che non sia educato non rispondere. In realtà l’onesta’ d’intenti e di cuore impone distacco; perché dover ribadire a volte non è solo faticoso: è umiliante.

    Liked by 3 people

  2. Nel circo non accade quasi mai di passare oltre senza raccogliere, specie quando trapezisti e funamboli lasciano piovere dall’alto offese inaspettate, gratuite. Eppure da sempre ognuno ha consapevolezza, per averlo sperimentato almeno una volta sulla propria pelle, di quanto l’indifferenza rappresenti l’arma più letale. Perfino la tigre risponde con ostinati ruggiti alle inutili frustate, ben sapendo che rimanere sdraiata e impassibile condurrebbe l’ammaestratore sull’orlo di una crisi di nervi.
    C’è tanta gente, nel circo, che si fa del male, in un continuo masochismo fatto di ipotetici affronti subiti, di nemici da annientare contro cui lanciare strali in modo scomposto, alzando un polverone al centro della pista perché anche la cassiera nella roulotte si accorga di quello strazio. Naturalmente, nel circo ci si fa male da artisti, per il bisogno di rendere memorabile tanta social banalità.
    Ma i clown in questo gioco non hanno strategie; soprattutto non provano alcun sadismo e istintivamente reagirebbero alle ingiurie per mitigare il dolore di chi le ha create, perché questo è il loro mestiere; non è per questo che indossano nasi rossi e scarpe sproporzionate?
    Finché un nano, un ultimo arrivato, un povero illuso, sceglie di non abbassarsi, almeno non più di quanto abbia stabilito per lui la natura; preferisce far parlare le sue possibili azioni, buone e coerenti, uniche autorizzate a chiarire a chi è in buona fede, a mettere in riga gli incauti detrattori.
    Occhio a quel clown nano. Resterà anonimo.

    Liked by 3 people

  3. La vita è impegno e fatica per tutti. È comunque il dono più bello che si possa ricevere, libertà. Un peccato sprecarla, perdendo la stessa libertà, attivandole contro inutili meccanismi di difesa, aggredendo i suoi sentimenti buoni: la vita vuole solo offrire se stessa.

    Liked by 2 people

  4. Il bisogno di esibirsi, l’ostentazione del proprio essere, denotano un profondo senso di solitudine, a volte è terapeutica oltre che meccanismo di difesa per chi la attua, la strategia della noncuranza, se vegono ritenute valide le indicazioni di chi ha sicuramente cercato di accudire e curare ferite, l’indifferenza può fare male al punto da far ricredere l’esibizionista.

    Liked by 1 persona

  5. Giammai le darei spago
    potrebbe un giorno usarlo
    per autolesionarsi
    oppure farne finta.
    Il Circo della vita
    fa vittime a bizzeffe
    o inventa vittimisti.
    Non sempre è colpa loro
    e poi mi chiedo spesso:
    se soffrano davvero.
    Forse qualcuno prima
    doveva parlar loro
    e molto anche inveire.

    Liked by 4 people

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...