66. Annunci finali

img_1635
Noi “sapevamo”. Eravamo sicuri che gli eventi sarebbero accaduti, e altrettanto consapevoli della loro gravità. Tentavamo di comunicare la certezza in modi comprensibili e accettabili, ma arrivava il momento in cui si creava la distanza, il dubbio, in cui il muro dell’incredulità diventava una barriera insormontabile. Questo non ci impediva di proseguire nell’opera di sensibilizzazione, nell’annuncio di tempi che avrebbero cambiato lo scenario mondiale e, di conseguenza, l’insieme dei nostri microcosmi. Se da più di trent’anni la Madonna lanciava i suoi messaggi, il motivo doveva essere importante. Pensavo a quanto fosse difficile per Dio farsi presente ai suoi figli distratti, assorbiti dai loro interessi, obiettivi ed ambizioni, come se il tempo non dovesse riservare delle svolte, come se oltre l’angolo non potesse mai manifestarsi una sorpresa. Il nostro compito era aprire le menti, ma soprattutto i cuori: far riscoprire la dimensione della profondità, in un mondo appiattito sulle frivolezze e le apparenze, come una sala da ballo sfarzosa e rumorosa poco prima dello scoppio della guerra. Già, la guerra: era difficile immaginare gli effetti di un conflitto globale nell’epoca delle armi nucleari. Forse proprio questo faceva intravedere il cambio di paradigma generale a cui tutte le profezie si riferivano. Eppure erano pochi quelli che ascoltavano: mangiavano, bevevano, si sposavano. La storia sembrava ripetersi negli stessi termini, nello stesso, puntuale appuntamento con l’uomo e la donna sordi e ciechi. Noi annunciavamo, nonostante: qualcuno, prima o poi, avrebbe aperto gli occhi.

8 pensieri su “66. Annunci finali

  1. SE tu volessi cavalcare il millenarismo/catastrofismo/apocalittico… io mi dissocio. Per qs motivi:
    1) Voi non sapete nè…..
    2) Riconosco che nella Parola ci sono brani apocalittici ma vanno contestualizzati ed interpretati
    3) Il msg di Gesù non aveva come obiettivo spiegare/gestire la storia o il sociale, bensì la singola Persona: in fondo la situazione in duemila anni non è cambiata un granché. Questo significa qualcosa, no?
    4) nei limiti in cui ti rifai a Medjugorie.. lo ritengo positivo come incontro di preghiera, non certo x i msg o i vari veggenti. La Rivelazione in Gesù è compiuta, altrimenti sarebbe solo un Santone.
    Scusa x la franchezza, lo richiede il tema. Ciao

    Mi piace

  2. Gli eventi personali, quelli più significativi, sono segni che lasciano sfrondare le inutilità che piovono ogni giorno fra la gente, e danno l’occasione per accorgersi di quale Pace potremmo godere se solo fossimo più attenti alla nostra voce del silenzio. A volte capita, spesso è contagioso, la cura è insistere, magari insieme.

    Liked by 2 people

  3. Anch’io, da agnostica, ho chiare sensazioni di presagio apocalittico per una spinta oscura dell’umanità all’autodistruzione. Ritorneremo nel caos, o forse equilibrio cosmico, da cui siamo venuti.
    L’umanità, nonostante le tante fedi religiose, non è riuscita a realizzare che un larvato cammino verso un equilibrio, almeno etico e solidale interumano, che darebbe tregua e speranza per il tempo che ci rimane prima che il pianeta collassi insieme al sole.

    Liked by 2 people

  4. Condivido l’affermazione di PietroB sull’importanza della singola persona quale destinatario del messaggio di Gesù.
    E anche il fatto che Medjugorje sia un luogo di preghiera, un contesto privilegiato, aggiungerei, in cui si fa davvero esperienze di incontro personale con Dio.
    Ma Medjugorje senza i veggenti non sarebbe quello che è, e nessuno di noi avrebbe avuto modo di conoscerla. Questo è un dato di fatto, che ci piaccia o meno.Se allora i veggenti, attraverso i messaggi, sono il mezzo che ha permesso a milioni di persone di raggiungere quella meta, forse varrebbe la pena di prendere almeno in considerazione quanto continuano a ripetere da più di trent’anni, concedergli una riflessione più approfondita, visto che l’albero si riconosce dai frutti, e le storie di conversione, i cambiamenti di vita duraturi sono uno dei tanti frutti che in quel luogo sono maturati, e continuano a maturare ogni giorno.

    Liked by 1 persona

  5. Altro capitolo intenso e interessante di un libro che è diretto a stimolarci nella Fede, a risvegliare le coscienze a dirci che non c’è più tempo da perdere, che dobbiamo scegliere per la Verità e ci avvisa del Progetto di Dio profetizzando cio’ che accadra. Tutto questo non dovrebbe essere mistero per un cristiano, Lo stesso S.Paolo in 1Cor 14,1 dice:”Aspirate ai doni dello Spirito, soprattutto alla profezia”.
    Bella la sintesi di Padre Raniero Cantalamessa che in una piccola parte recita: La profezia e’ dono dello Spirito Santo e quando egli agisce nessuno può resistere alla forza che Lui promana, e la forza di un profeta risiede nell’obbedienza alla Parola, nell’umiltà del cuore e della mente, e nella forza della preghiera”. Le profezie sono sempre esistite come pure le apparizioni Mariane, in ogni parte del mondo anche le più remote, riconosciute e non, ma tutte convergenti nella stessa direzione: la Madonna vuole portarci a Gesu’ e vuole avvisarci di non deviare, di rimanere saldi nella Fede, nella Speranza e nella Carita’ perché lo scenario del mondo sta cambiando.

    Mi piace

  6. ..La Rivelazione in Gesu’ continua a compiersi proprio dal momento in cui ha detto “Tutto e’ compiuto “,sono venuti i giorni in cui stava in mezzo a loro,mentre gli altri..mangiavano,bevevano,si sposavano..e non potevano vederlo perché non lo avevano conosciuto..non ha lanciato anatemi..certo il suo pianto davanti a Gerusalemme ..mi parla di dolore profetico..

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...